MOSCON, PENITENZA E RISCATTO. È SUO IL TITOLO ITALIANO A CRONOMETRO

giugno 23, 2017 by Redazione  
Filed under Copertina, News

In una prova infuocata, soprattutto per le condizioni meteo con picchi di 35 gradi all’ombra, Gianni Moscon vince la prova a cronometro ai Campionati Italiani 2017, spodestando il campione uscente Manuel Quinziato, soltanto terzo e superato anche dal ‘padrone di casa’ Fabio Felline. Moscon, non proprio uno specialista della crono, disputa una crono perfetta e trova anche nuova linfa per il campionati su strada di domenica.

Seppur priva di Adriano Malori (Movistar Team), campione italiano della specialità per tre volte anche se ancora lontano dal record di Marco Pinotti (sei vittorie per il ciclista lombardo tra il 2005 ed il 2013), la cronometro tricolore piemontese, 38.3 km da Ciriè a Caluso, vedeva alla partenza nomi interessanti che non avrebbero sfigurato nella corsa contro il tempo. La prima menzione era per Manuel Quinziato (BMC Racing), campione uscente già messosi in mostra nell’ultima tappa del Giro 2017, nella quale aveva colto un ottimo terzo posto nella crono finale da Monza a Milano. Da non sottovalutare, inoltre, Fabio Felline (Trek-Segafredo), atleta di casa voglioso di fare bene e già ottimo primo nel cronoprologo del Giro di Romandia. Molta curiosità c’era anche su Filippo Ganna (UAE Team Emirates), campione uscente della specialità tra gli Under 23, per poi ampliare la panoramica su uomini di fondo come Gianni Moscon (Sky) Daniele Bennati (Movistar Team), Alessandro De Marchi (BMC Racing Team), Manuele Boaro (Bahrain Merida Pro Cycling Team), Daniel Oss (BMC Racing Team) e Dario Cataldo (Astana), quest’ultimo già campione italiano nel 2012. In totale erano 27 i ciclisti in gara, con Mattia Frapporti (Androni Giocattoli) primo a partire alle ore 16 e Quinziato ultimo alle 16.27, su un percorso costantemente tracciato in direzione est e caratterizzato da una prima metà in leggera discesa (grosso modo da Ciriè a Volpiano) e una seconda metà in leggera salita verso il traguardo di Caluso: insomma, un giusto mix per esaltare le qualità dei cronoman nostrani. Dopo un po’, per così dire, di scrematura, il primo a far segnare un tempo di un certo rilievo all’arrivo di Caluso era Mattia Cattaneo ( Androni Giocattoli) che con 47 minuti e 32 secondi si piazzava provvisoriamente in prima posizione. Ma col passare del tempo e dei ciclisti all’arrivo i tempi scendevano, e anche di molto. L’exploit lo faceva Gianni Moscon che vinceva col tempo di 44 minuti e 33 secondi. Fabio Felline si classificava in seconda posizione a 22 secondi dal trentino, mentre deludeva Manuel Quinziato che chiudeva terza a 1 minuto e 36 secondi da Moscon. Completavano la top five Dario Cataldo e Mattia Cattaneo. E così, dopo la squalifica interna al Team Sky di fine aprile per sei settimane dopo avere attaccato con insulti a sfondo razzista il corridore francese della FDJ Kévin Réza durante le fasi finali della terza tappa del Tour de Romandie, il corridore trentino ottiene la sua prima vittoria stagionale. Adesso l’attesa è tutta per la prova in linea tricolore che si svolgerà domenica 25 Giugno da Asti ad Ivrea per un totale di 236 km. Tutto si deciderà, verosimilmente, nella seconda parte del percorso, strutturato su un circuito di quattro giri nel quale spicca l’ascesa della Serra, breve ma che presenta pendenze che arrivano al 13%.

Giuseppe Scarfone

Il podio della cronometro riservata ai professionisti (foto RCS Sport)

Il podio della cronometro riservata ai professionisti (foto RCS Sport)

HALLE INGOOIGEM: ARNAUD DÉMARE DI VOLATA VERSO IL CAMPIONATO NAZIONALE

giugno 21, 2017 by Redazione  
Filed under Copertina, News

Vittoria transalpina oggi alla Halle Ingooigem, corsa ciclistica belga di categoria 1.1. Nonostante i diciassette strappi lungo i 201 km la gara si è conclusa con una volata condotta in modo magistrale dal francese della FdJ Arnaud Démar

A pochi giorni dal Campionato Francese su strada, Arnaud Démare oggi alla Halle Ingooigem ha dato prova di una netta superiorità. Nonostante il tracciato tutt’altro che facile, ben 17 strappi su 201 km di gara ed anche alcuni settori di pavè, i condendenti alla vittoria si sono presentati a ranghi compatti sul rettifilo d’arrivo. La volata che ne è scaturita ha premiato senza ombra di dubbio il francese della FdJ. Arnaud Démare si è imposto nettamente sugli altri contendenti e la seconda piazza é andata a Edward Theuns, portacolori della Trek – Segafredo che ha oggi gareggiato con le insegne della nazionale belga. Si è fermato sul più basso dei tre gradini del podio un altro corridore belga, Iljo Keisse della Quick-Step Floor. Ha qualcosa da recriminare il francese Maxime Daniel (Fortuneo – Vital Concept) che, dopo esser partito da una posizione molto arretrata, ha condotta la volata in velocissima rimonta che lo ha portato solamente a sfiorare il podio, piazzando in quarta posizione.

Mario Prato

E il primo giorno destate ma si corre ancora sulle strade delle classiche di primavera: oggi alla Halle-Ingooigem vittoria allo sprint per il francese Démare

E' il primo giorno d'estate ma si corre ancora sulle strade delle classiche di primavera: oggi alla Halle-Ingooigem vittoria allo sprint per il francese Démare

ROUTE DU SUD: LA SFIDA ALL’ULTIMO SECONDO VA A DILLIER

giugno 20, 2017 by Redazione  
Filed under Copertina, News

Ottime prestazioni degli italiani nelle prime due frazioni della Route du Sud, ultimo banco di prova francese prima della Grande Boucle. Successo finale per l’elvetico Silvan Dillier che precede di soli 7″ l’ecuadoriano Carapaz, vittoria parziale per Elia Viviani nella seconda tappa

E’ l’ultima corsa a tappe di un certo rilievo prima del Tour de France, lo scorso anno conquistata da Nairo Quintana. Stavolta il colombiano non era della partita e l’unica vera stella al via era il britannico compagno di squadra di Froome Geraint Thomas, reduce da un Giro d’Italia che lo avevo visto costretto al ritiro a causa della caduta nella tappa del Blockhous.
La 41a edizione della Route du Sud è scattata giovedì 15 giugno con una prima tappa di 176,6 Km disegnata tra Villeveyrac e Saint-Pons-de_Thomières e caratterizzata da una fuga da lontano, partita dopo una manciata di chilometri dal via e composta inizialmente da tre corridori – l’elvetico Dillier (BMC), i francesi Gesbert (Fortuneo) e Loubet (Equipe Cycliste Armée de Terre) – successivamente raggiunti da un gruppo di inseguitori. Le rampe successive spezzettano il gruppo e in testa rimarranno Dillier e Loubet, che verranno nuovamente raggiunti una volta scollinati dal Col de Bane. L’azione decisiva si verifica sul falsopiano che preceda l’ultima salita, quando Loubet se ne va e prende un minuto al gruppo inseguitore; neanche l’attacco di Elissonde (Sky) riesce nell’intento di scalfire il vantaggio del battistrada che si invola verso il traguardo in solitaria: alla fine saranno 22” i secondi a dividere il vincitore da Dillier e dall’italiano Mauro Finetto (Delko Marseille Provence KTM).

Nella seconda tappa, quasi 174 Km con arrivo a Saramon, il tricolore sventola sul gradino più alto del podio e a portarcelo è il campione olimpico Elia Viviani (Sky), alla seconda vittoria stagionale. Anche oggi la gara vede protagonista fuga, alla quale partecipano Olaberria (Euskadi), Scotson (BMC) e Menut (HP BTP), che arrivano a toccare i sei minuti di vantaggio. Questa volta, però, il gruppo non lascia fare: Sky e l’Equipe Cycliste Armée de Terre del leader della classifica Loubet collaborano nell’inseguimento, assottigliando il distacco. Neanche la caparbietà di Scotson, che rimane da solo in testa alla corsa negli ultimi 30 km, può nulla contro il rientro del gruppo. La volata è una questione a due con Barbero (Movistar) a dover cedere ad uno sprint imperioso e ben impostato di Viviani. Terzo Manzin (FDJ), giù dal podio giornaliero Drucker (BMC) e Coquard (Direct Énergie). Loubet rimane leader grazie all’importante vantaggio ottenuto nella tappa d’apertura, che potrebbe consentirgli di giocarsi la vittoria fino all’ultima tappa.

La terza è la tappa regina, che prevede la scalata del Tourmalet prima delle ascese verso il Col de Gaborisse e il traguardo di Gèdre. Proprio sul Tourmalet abbiamo già un colpo di scena: davanti rimangono 11 corridori e tra questi ci sono l’italiano Gianni Moscon (Sky), il vincitore della tappa di Canazei del Giro Rolland (Cannondale) e il secondo della classifica generale Dillier, mentre manca il leader della Route du Sud Loubet, che scollinerà con 2’30” di ritardo. Situazione del tutto analoga nell’ascesa successiva, con il gruppo che ora passa a 4’. Nei chilometri seguenti torna sui primi anche Dillier, il cui unico interesse è prendere distanza dagli inseguitori, anche se questo vorrà dire non poter rispondere all’attacco di Moscon ad una manciata di chilometri dal traguardo. È quindi sfida a due con Dillier a salire del suo passo per vestire la maglia di leader mentre davanti la battaglia si infiamma tra l’italiano e Rolland, che avrà la meglio sul portacolori del Team Sky.
Dietro, per la classifica l’unico a tenere è l’ecuadoriano Carapaz (Movistar) che, assieme al colombiano Urán (Cannondale), va a riprendere e superare per pochi secondi Dillier. In classificaa generale i due si ritrovano staccati di 1” a favore del corridore elvetico grazie all’abbuono di un traguardo volante.

L’ultima frazione, 154 km con poche insidie prima dell’arrivo sulla pista del circuito automobilistico Paul Armagnac di Nogaro, è una lunga lotta sul filo dei secondi tra il gruppo guidato dal Team Sky e i nove fuggitivi. A spuntarla sono proprio questi ultimi, poichè il ricongiungimento con il plotone avviene proprio in fase di volata, quando ormai per i velocisti non c’è più nulla da fare e il neozelandese Scully (Cannondale) è lanciato verso la vittoria. Il migliore del gruppo, ancora Viviani, si piazzerà soltanto settimo. Per quanto riguarda i giochi di classifica ad avere la meglio è il leader Dillier, che riusce a guadagnare 6” sul traguardo a causa di un “buco” nel gruppo, durante la volta, comunque quando ormai Carapaz aveva già perso ogni speranza di ribaltare il risultato.

Andrea Mastrangelo

Il podio della Route du Sud (foto Route du Sud - Twitter)

Il podio della Route du Sud (foto Route du Sud - Twitter)

BENNETT VINCE E RADDOPPIA NEL GIORNO DI FESTA DEI BORA

giugno 19, 2017 by Redazione  
Filed under Copertina, News

Nella quarta tappa del Giro di Slovenia la vittoria va all’irlandese Sam Bennett (Bora-Hansgrohe) che precede in volata l’inglese Mark Cavendish (Dimension Data) e Sonny Colbrelli (Bahrein-Merida). Completa la festa in casa Bora il trionfo di Rafal Majka in classifica generale.

Niente male il bilancio della Bora-Hansgrohe in questo Giro di Slovenia: alla fine il totale dice 3 vittorie di tappa e la classifica finale. Hanno letteralmente dominato e l’unica giornata a vuoto resta la seconda frazione, vinta da Luka Megzec dell’ORICA-Scott.
Quest’ultima tappa, con partenza da Rogaška Slatina e arrivo a Novo Mesto dopo 160 chilometri, non offriva grandi occasioni a chi voleva tentare un’imboscata al leader Majka, essendo adatta ad un quasi certo arrivo allo sprint.
Nella prima parte di gara si portano avanti in sei – Daniel Martínez (Wilier Triestina-Selle Italia), Jiri Polnicky (Elkov-Author), Jaka Primožič (Nazionale slovena), Sebastian Schönberger (Tirol Cycling Team), Davide Ballerini (Androni Giocattoli) e Gianfranco Visconti (Meridiana Kamen) – che possono contare su un vantaggio massimo di cinque minuti prima di subire la rimonta del gruppo, tirato da Bora, Bahrain Merida e Orica.
Nel finale, in cui dovevano essere percorsi tre giri di un circuito cittadino di cinque chilometri, resta davanti il solo Primožič, che deve alzare bandiera bianca a tredici chilometri dalla conclusione. A questo punto la volata diventa una certezza.
Nello sprint conclusivo l’ottimo lavoro di Selig e Pelucchi permette a Sam Bennett (Bora-Hansgrohe) di accelerare in prima posizione e la concorrenza di Cavendish (Dimension Data) viene risolta ancor prima del traguardo. Dietro l’irlandese si piazzano quindi lo sprinter britannico, Sonny Colbrelli (Bahrain Merida), Jakub Mareczko (Wilier Triestina – Selle Italia), Roberto Ferrari (UAE Team Emirates), Andrea Palini (Androni Giocattoli), Megzec, Rok Korošec (Amplatz – BMC), Marco Canola (Nippo – Vini Fantini) e Ziga Jerman (ROG – Ljubljana), confermando il trend di un’elevata presenza italiana nelle top ten.
La classifica finale che nel palmares di Rafal Majka (Bora-Hansgrohe), che precede di 7” Giovanni Visconti (Bahrain Merida) e di 17” l’australiano Jack Haig (Orica-Scott).

Paolo Terzi

Il podio della 24a edizione del Giro di Slovenia (foto Vid Ponikvar/Sportida)

Il podio della 24a edizione del Giro di Slovenia (foto Vid Ponikvar/Sportida)

DENNIS CHIUDE IL CERCHIO A SCIAFFUSA. A ŠPILAK IL GIRO DELLA SVIZZERA 2017

giugno 18, 2017 by Redazione  
Filed under Copertina, News

Nella crono finale di Sciaffusa Rohan Dennis (BMC) si impone sul compagno di squadra Stefan Küng e bissa così il successo del prologo di Cham. In classifica generale Simon Špilak (Katusha) gestisce il vantaggio sugli immediati inseguitori e vince il suo secondo Giro di Svizzera.

Il Giro di Svizzera si conclude com’era iniziato. In una giornata estiva, dove tutti i ciclisti hanno corso con le stesse condizioni atmosferiche, Rohan Dennis (BMC) mette tutti in fila nella cronometro di Sciaffusa, lunga 28.6 km e complessivamente pianeggiante ma incattivita da un un piccolo dentello di 2.5 km nella parte finale del percorso. Il campione australiano fa segnare il tempo di 36 minuti e 30 secondi, poi completano il podio i compagni di squadra Stefan Küng e Damiano Caruso, rispettivamente a 29 e 47 secondi. L’italiano ha provato fino in fondo a insidiare il primo posto in classifica generale, ma da par sua Simon Špilak (Katusha) ha risposto con una prestazione altrettanto convincente piazzandosi in quinta posizione a 51 secondi da Dennis. Qualche recriminazione sicuramente da parte del ciclista siciliano e della BMC, squadra di casa, che probabilmente ha perso la corsa nella tappa di venerdì, quando l’attacco di Špilak sulla durissima salita dei ghiacciai di Sölden non ha dato scampo al siciliano, mentre nella tappa precedente che vedeva la scalata dell’Albulapass era stato graziato proprio da Caruso e dagli altri big in una fase che lo aveva visto in grosse difficoltà. Buona prova generale anche da parte di Domenico Pozzovivo (AG2R), ottavo al traguardo a 1 minuto da Dennis. La classifica generale finale vede così la vittoria di Špilak con 48 secondi di vantaggio su Caruso mentre chiude il podio Steven Kruijswijk (Lotto NL Jumbo) a 1 minuto e 8 secondi dallo sloveno. La top five è completata da Domenico Pozzovivo e Rui Alberto Faria da Costa (UAE Emirates) rispettivamente a 2 minuti e 37 secondi e 3 minuti e 9 secondi, a dimostrazione di una forma ancora buona dopo aver partecipato al Giro d’Italia. Špilak vince il secondo Giro di Svizzera dopo quello ottenuto nel 2015, a dimostrazione che il ciclista sloveno predilige le corse a tappe brevi: infatti, ha dato il meglio di sé anche alla Parigi-Nizza e al Giro di Romandia, arrivando spesso nei primi 10 e vincendo anche quest’ultimo nel 2010. Adesso il prossimo fine settimana vedrà protagonisti i campionati nazionali, prima del grande appuntamento di Luglio con il Tour de France, uno dei più incerti degli ultimi anni.

Giuseppe Scarfone

ORDINE D’ARRIVO

1 Rohan Dennis (Aus) BMC Racing Team 0:36:31
2 Stefan Küng (Swi) BMC Racing Team 0:00:29
3 Damiano Caruso (Ita) BMC Racing Team 0:00:47
4 Jon Izaguirre (Spa) Bahrain-Merida 0:00:51
5 Simon Spilak (Slo) Katusha-Alpecin
6 Steven Kruijswijk (Ned) Team LottoNl-Jumbo 0:00:54
7 Marc Soler (Spa) Movistar Team 0:00:58
8 Domenico Pozzovivo (Ita) AG2R La Mondiale 0:01:00
9 Tejay Van Garderen (USA) BMC Racing Team 0:01:02
10 Patrick Bevin (NZl) Cannondale-Drapac 0:01:04
11 Fabio Felline (Ita) Trek-Segafredo 0:01:06
12 Sylvain Chavanel (Fra) Direct Energie 0:01:10
13 Nikias Arndt (Ger) Team Sunweb 0:01:13
14 Valerio Conti (Ita) UAE Team Emirates 0:01:16
15 Victor De La Parte (Spa) Movistar Team 0:01:19
16 Michael Matthews (Aus) Team Sunweb 0:01:22
17 Rui Costa (Por) UAE Team Emirates 0:01:25
18 Martijn Tusveld (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij 0:01:29
19 Salvatore Puccio (Ita) Team Sky
20 Hugo Houle (Can) AG2R La Mondiale 0:01:38
21 Carlos Betancur (Col) Movistar Team 0:01:41
22 Yves Lampaert (Bel) Quick-Step Floors 0:01:44
23 Jan Bárta (Cze) Bora-Hansgrohe 0:01:48
24 Tao Geoghegan Hart (GBr) Team Sky 0:01:57
25 Nelson Oliveira (Por) Movistar Team 0:01:58
26 Ryan Mullen (Irl) Cannondale-Drapac 0:01:59
27 Owain Doull (GBr) Team Sky 0:02:00
28 Mathias Frank (Swi) AG2R La Mondiale
29 Rein Taaramäe (Est) Katusha-Alpecin 0:02:01
30 Magnus Cort Nielsen (Den) Orica-Scott 0:02:05
31 Jaco Venter (RSA) Dimension Data 0:02:10
32 Pello Bilbao (Spa) Astana Pro Team 0:02:11
33 Maxime Monfort (Bel) Lotto Soudal 0:02:16
34 Matej Mohoric (Slo) UAE Team Emirates
35 Patrick Konrad (Aut) Bora-Hansgrohe 0:02:18
36 Michael Schär (Swi) BMC Racing Team 0:02:25
37 Mike Teunissen (Ned) Team Sunweb 0:02:27
38 Larry Warbasse (USA) Aqua Blue Sport 0:02:28
39 Philip Deignan (Irl) Team Sky 0:02:29
40 Odd Christian Eiking (Nor) FDJ 0:02:31
41 Anthony Roux (Fra) FDJ 0:02:32
42 Tsgabu Grmay (Eth) Bahrain-Merida 0:02:33
43 Ondrej Cink (Cze) Bahrain-Merida 0:02:37
44 Sep Vanmarcke (Bel) Cannondale-Drapac 0:02:42
45 Lilian Calmejane (Fra) Direct Energie 0:02:43
46 Mikel Nieve (Spa) Team Sky 0:02:44
47 Gediminas Bagdonas (Ltu) AG2R La Mondiale 0:02:45
48 Greg Van Avermaet (Bel) BMC Racing Team 0:02:53
49 Tim Wellens (Bel) Lotto Soudal 0:02:54
50 Mekseb Debesay (Eri) Dimension Data 0:02:55
51 Sam Bewley (NZl) Orica-Scott 0:02:57
52 Adrian Kurek (Pol) CCC Sprandi Polkowice 0:02:58
53 Paul Martens (Ger) Team LottoNl-Jumbo 0:03:01
54 Taylor Phinney (USA) Cannondale-Drapac
55 Mark Christian (GBr) Aqua Blue Sport 0:03:02
56 Daan Olivier (Ned) Team LottoNl-Jumbo 0:03:03
57 Jack Bauer (NZl) Quick-Step Floors
58 Nico Denz (Ger) AG2R La Mondiale 0:03:05
59 Martin Elmiger (Swi) BMC Racing Team 0:03:06
60 Nick Van Der Lijke (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij
61 Jan Bakelants (Bel) AG2R La Mondiale 0:03:07
62 Aaron Gate (NZl) Aqua Blue Sport 0:03:08
63 Arthur Vichot (Fra) FDJ
64 Enrico Gasparotto (Ita) Bahrain-Merida 0:03:09
65 Branislau Samoilau (Blr) CCC Sprandi Polkowice 0:03:12
66 Michael Albasini (Swi) Orica-Scott 0:03:17
67 Jonathan Dibben (GBr) Team Sky 0:03:20
68 Ryan Anderson (Can) Direct Energie 0:03:23
69 Reto Hollenstein (Swi) Katusha-Alpecin 0:03:25
70 Merhawi Kudus (Eri) Dimension Data
71 Baptiste Planckaert (Bel) Katusha-Alpecin 0:03:28
72 Javier Moreno (Spa) Bahrain-Merida 0:03:30
73 Carlos Verona (Spa) Orica-Scott 0:03:31
74 Nick Dougall (RSA) Dimension Data 0:03:37
75 Philippe Gilbert (Bel) Quick-Step Floors 0:03:38
76 Marcus Burghardt (Ger) Bora-Hansgrohe
77 Matvey Mamykin (Rus) Katusha-Alpecin 0:03:39
78 Tomasz Marczynski (Pol) Lotto Soudal
79 Jonathan Hivert (Fra) Direct Energie
80 Zdenek Stybar (Cze) Quick-Step Floors 0:03:40
81 Fabien Grellier (Fra) Direct Energie 0:03:44
82 Oscar Gatto (Ita) Astana Pro Team 0:03:47
83 Dmitriy Gruzdev (Kaz) Astana Pro Team 0:03:50
84 Niccolo Bonifazio (Ita) Bahrain-Merida 0:03:51
85 Sebastian Henao (Col) Team Sky
86 Albert Timmer (Ned) Team Sunweb 0:03:53
87 Simone Petilli (Ita) UAE Team Emirates 0:03:54
88 Kevin Reza (Fra) FDJ
89 Matteo Trentin (Ita) Quick-Step Floors
90 Elmar Reinders (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij 0:03:55
91 Alberto Losada (Spa) Katusha-Alpecin
92 Lasse Norman Hansen (Den) Aqua Blue Sport 0:03:58
93 Daniil Fominykh (Kaz) Astana Pro Team 0:03:59
94 Koen De Kort (Ned) Trek-Segafredo 0:04:02
95 Jay McCarthy (Aus) Bora-Hansgrohe 0:04:04
96 Perrig Quemeneur (Fra) Direct Energie 0:04:06
97 Thomas Boudat (Fra) Direct Energie 0:04:08
98 Antonio Pedrero (Spa) Movistar Team 0:04:10
99 Lars Petter Nordhaug (Nor) Aqua Blue Sport
100 Bert-Jan Lindeman (Ned) Team LottoNl-Jumbo 0:04:12
101 John Degenkolb (Ger) Trek-Segafredo 0:04:14
102 Joe Dombrowski (USA) Cannondale-Drapac 0:04:16
103 Michael Woods (Can) Cannondale-Drapac 0:04:29
104 Lachlan Morton (Aus) Dimension Data 0:04:35
105 Cedric Pineau (Fra) FDJ 0:04:37
106 Peter Sagan (Svk) Bora-Hansgrohe 0:04:40
107 Gregory Rast (Swi) Trek-Segafredo
108 Lars Boom (Ned) Team LottoNl-Jumbo 0:04:41
109 Ben King (USA) Dimension Data 0:04:54
110 Hugh Carthy (GBr) Cannondale-Drapac 0:04:55
111 Martijn Keizer (Ned) Team LottoNl-Jumbo 0:04:56
112 Darwin Atapuma (Col) UAE Team Emirates
113 Michal Kolár (Svk) Bora-Hansgrohe
114 Jesper Asselman (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij 0:05:04
115 Jhonatan Restrepo (Col) Katusha-Alpecin 0:05:11
116 Sacha Modolo (Ita) UAE Team Emirates 0:05:12
117 Jelle Wallays (Bel) Lotto Soudal 0:05:13
118 Roy Curvers (Ned) Team Sunweb 0:05:15
119 Ramon Sinkeldam (Ned) Team Sunweb 0:05:16
120 Simone Consonni (Ita) UAE Team Emirates
121 Dayer Quintana (Col) Movistar Team 0:05:17
122 Rob Power (Aus) Orica-Scott
123 Juraj Sagan (Svk) Bora-Hansgrohe 0:05:24
124 Jeroen Meijers (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij 0:05:25
125 Maciej Bodnar (Pol) Bora-Hansgrohe 0:05:31
126 Daniel Hoelgaard (Nor) FDJ 0:05:32
127 Pieter Weening (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij 0:05:34
128 Leszek Plucinski (Pol) CCC Sprandi Polkowice 0:05:39
129 Ivan Garcia (Spa) Bahrain-Merida
130 Daniel Pearson (GBr) Aqua Blue Sport 0:05:50
131 Marco Haller (Aut) Katusha-Alpecin 0:06:01
132 Nikolas Maes (Bel) Lotto Soudal 0:06:05
133 Kiel Reijnen (USA) Trek-Segafredo 0:06:07
134 Simone Ponzi (Ita) CCC Sprandi Polkowice
135 Daniel Oss (Ita) BMC Racing Team 0:06:30
136 Boy van Poppel (Ned) Trek-Segafredo 0:07:01
137 Jakub Kaczmarek (Pol) CCC Sprandi Polkowice 0:07:04
138 Jan Hirt (Cze) CCC Sprandi Polkowice 0:07:09
139 Taco Van Der Hoorn (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij 0:07:19
140 Arman Kamyshev (Kaz) Astana Pro Team 0:08:01

CLASSIFICA GENERALE

1 Simon Spilak (Slo) Katusha-Alpecin 28:37:11
2 Damiano Caruso (Ita) BMC Racing Team 0:00:48
3 Steven Kruijswijk (Ned) Team LottoNl-Jumbo 0:01:08
4 Domenico Pozzovivo (Ita) AG2R La Mondiale 0:02:37
5 Rui Costa (Por) UAE Team Emirates 0:03:09
6 Jon Izaguirre (Spa) Bahrain-Merida 0:03:51
7 Mathias Frank (Swi) AG2R La Mondiale 0:04:00
8 Marc Soler (Spa) Movistar Team 0:04:14
9 Mikel Nieve (Spa) Team Sky 0:04:47
10 Pello Bilbao (Spa) Astana Pro Team 0:05:30
11 Victor De La Parte (Spa) Movistar Team 0:07:03
12 Valerio Conti (Ita) UAE Team Emirates 0:07:32
13 Patrick Konrad (Aut) Bora-Hansgrohe 0:09:02
14 Tao Geoghegan Hart (GBr) Team Sky 0:09:53
15 Merhawi Kudus (Eri) Dimension Data 0:11:53
16 Carlos Verona (Spa) Orica-Scott 0:14:22
17 Carlos Betancur (Col) Movistar Team 0:15:04
18 Jan Bakelants (Bel) AG2R La Mondiale 0:16:11
19 Ondrej Cink (Cze) Bahrain-Merida 0:17:28
20 Matvey Mamykin (Rus) Katusha-Alpecin 0:18:30
21 Odd Christian Eiking (Nor) FDJ 0:19:10
22 Martijn Tusveld (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij 0:20:07
23 Maxime Monfort (Bel) Lotto Soudal 0:20:12
24 Tsgabu Grmay (Eth) Bahrain-Merida 0:23:46
25 Jan Hirt (Cze) CCC Sprandi Polkowice 0:26:14
26 Michael Woods (Can) Cannondale-Drapac 0:26:23
27 Daan Olivier (Ned) Team LottoNl-Jumbo 0:26:43
28 Mekseb Debesay (Eri) Dimension Data 0:29:39
29 Philippe Gilbert (Bel) Quick-Step Floors 0:33:35
30 Michael Schär (Swi) BMC Racing Team 0:34:39
31 Fabio Felline (Ita) Trek-Segafredo 0:34:41
32 Patrick Bevin (NZl) Cannondale-Drapac 0:35:54
33 Sebastian Henao (Col) Team Sky 0:38:30
34 Joe Dombrowski (USA) Cannondale-Drapac 0:38:49
35 Tejay Van Garderen (USA) BMC Racing Team 0:39:37
36 Lilian Calmejane (Fra) Direct Energie 0:39:51
37 Koen De Kort (Ned) Trek-Segafredo 0:40:46
38 Nelson Oliveira (Por) Movistar Team 0:42:17
39 Larry Warbasse (USA) Aqua Blue Sport 0:43:35
40 Perrig Quemeneur (Fra) Direct Energie 0:44:13
41 Alberto Losada (Spa) Katusha-Alpecin 0:45:12
42 Arthur Vichot (Fra) FDJ 0:45:39
43 Hugo Houle (Can) AG2R La Mondiale 0:45:59
44 Darwin Atapuma (Col) UAE Team Emirates 0:47:49
45 Simone Petilli (Ita) UAE Team Emirates 0:48:00
46 Anthony Roux (Fra) FDJ 0:48:14
47 Tomasz Marczynski (Pol) Lotto Soudal 0:49:16
48 Greg Van Avermaet (Bel) BMC Racing Team 0:50:43
49 Jay McCarthy (Aus) Bora-Hansgrohe 0:51:04
50 Enrico Gasparotto (Ita) Bahrain-Merida 0:51:42
51 Simone Ponzi (Ita) CCC Sprandi Polkowice 0:54:16
52 Stefan Küng (Swi) BMC Racing Team 0:54:37
53 Sylvain Chavanel (Fra) Direct Energie 0:55:41
54 Paul Martens (Ger) Team LottoNl-Jumbo 0:55:48
55 Mark Christian (GBr) Aqua Blue Sport 0:56:39
56 Hugh Carthy (GBr) Cannondale-Drapac 0:56:49
57 Antonio Pedrero (Spa) Movistar Team 0:57:37
58 Matej Mohoric (Slo) UAE Team Emirates 0:57:46
59 Nick Van Der Lijke (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij 0:57:58
60 Michael Matthews (Aus) Team Sunweb 1:01:51
61 Philip Deignan (Irl) Team Sky 1:01:53
62 Nikias Arndt (Ger) Team Sunweb 1:02:08
63 Jan Bárta (Cze) Bora-Hansgrohe 1:05:15
64 Mike Teunissen (Ned) Team Sunweb 1:05:27
65 Salvatore Puccio (Ita) Team Sky 1:06:09
66 Dayer Quintana (Col) Movistar Team 1:06:42
67 Michael Albasini (Swi) Orica-Scott 1:06:51
68 John Degenkolb (Ger) Trek-Segafredo 1:07:35
69 Reto Hollenstein (Swi) Katusha-Alpecin 1:09:04
70 Zdenek Stybar (Cze) Quick-Step Floors 1:10:46
71 Marcus Burghardt (Ger) Bora-Hansgrohe 1:10:48
72 Peter Sagan (Svk) Bora-Hansgrohe 1:11:29
73 Aaron Gate (NZl) Aqua Blue Sport 1:11:58
74 Jaco Venter (RSA) Dimension Data 1:13:08
75 Martin Elmiger (Swi) BMC Racing Team 1:13:28
76 Baptiste Planckaert (Bel) Katusha-Alpecin 1:15:36
77 Matteo Trentin (Ita) Quick-Step Floors 1:16:11
78 Tim Wellens (Bel) Lotto Soudal 1:16:29
79 Jhonatan Restrepo (Col) Katusha-Alpecin 1:17:56
80 Owain Doull (GBr) Team Sky 1:18:29
81 Lars Boom (Ned) Team LottoNl-Jumbo
82 Ben King (USA) Dimension Data 1:18:42
83 Rein Taaramäe (Est) Katusha-Alpecin 1:19:43
84 Lachlan Morton (Aus) Dimension Data 1:20:02
85 Jack Bauer (NZl) Quick-Step Floors 1:22:34
86 Fabien Grellier (Fra) Direct Energie 1:23:21
87 Bert-Jan Lindeman (Ned) Team LottoNl-Jumbo 1:23:26
88 Yves Lampaert (Bel) Quick-Step Floors 1:24:37
89 Niccolo Bonifazio (Ita) Bahrain-Merida 1:25:10
90 Javier Moreno (Spa) Bahrain-Merida 1:25:46
91 Kevin Reza (Fra) FDJ 1:25:51
92 Jelle Wallays (Bel) Lotto Soudal
93 Daniel Pearson (GBr) Aqua Blue Sport 1:26:16
94 Dmitriy Gruzdev (Kaz) Astana Pro Team 1:26:55
95 Sep Vanmarcke (Bel) Cannondale-Drapac 1:27:00
96 Sam Bewley (NZl) Orica-Scott 1:28:32
97 Rohan Dennis (Aus) BMC Racing Team 1:28:59
98 Rob Power (Aus) Orica-Scott 1:31:03
99 Daniil Fominykh (Kaz) Astana Pro Team 1:32:26
100 Pieter Weening (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij 1:32:45
101 Jakub Kaczmarek (Pol) CCC Sprandi Polkowice 1:33:01
102 Jonathan Hivert (Fra) Direct Energie 1:33:31
103 Nikolas Maes (Bel) Lotto Soudal 1:33:48
104 Maciej Bodnar (Pol) Bora-Hansgrohe 1:34:39
105 Gregory Rast (Swi) Trek-Segafredo 1:35:25
106 Jesper Asselman (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij 1:36:18
107 Lars Petter Nordhaug (Nor) Aqua Blue Sport 1:36:20
108 Oscar Gatto (Ita) Astana Pro Team 1:36:31
109 Daniel Oss (Ita) BMC Racing Team 1:39:04
110 Jeroen Meijers (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij 1:39:07
111 Marco Haller (Aut) Katusha-Alpecin 1:40:13
112 Branislau Samoilau (Blr) CCC Sprandi Polkowice 1:40:18
113 Daniel Hoelgaard (Nor) FDJ 1:40:26
114 Sacha Modolo (Ita) UAE Team Emirates 1:41:01
115 Michal Kolár (Svk) Bora-Hansgrohe 1:41:09
116 Roy Curvers (Ned) Team Sunweb 1:41:35
117 Ryan Anderson (Can) Direct Energie 1:42:28
118 Ramon Sinkeldam (Ned) Team Sunweb 1:42:48
119 Simone Consonni (Ita) UAE Team Emirates 1:43:07
120 Adrian Kurek (Pol) CCC Sprandi Polkowice 1:45:37
121 Thomas Boudat (Fra) Direct Energie 1:46:29
122 Leszek Plucinski (Pol) CCC Sprandi Polkowice 1:47:23
123 Martijn Keizer (Ned) Team LottoNl-Jumbo 1:47:33
124 Nick Dougall (RSA) Dimension Data 1:47:36
125 Gediminas Bagdonas (Ltu) AG2R La Mondiale 1:50:09
126 Lasse Norman Hansen (Den) Aqua Blue Sport 1:50:18
127 Kiel Reijnen (USA) Trek-Segafredo 1:50:45
128 Taylor Phinney (USA) Cannondale-Drapac 1:51:54
129 Magnus Cort Nielsen (Den) Orica-Scott 1:52:27
130 Boy van Poppel (Ned) Trek-Segafredo 1:52:37
131 Ryan Mullen (Irl) Cannondale-Drapac 1:53:24
132 Cedric Pineau (Fra) FDJ 1:53:26
133 Elmar Reinders (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij 1:55:44
134 Nico Denz (Ger) AG2R La Mondiale 1:56:17
135 Ivan Garcia (Spa) Bahrain-Merida 1:59:00
136 Arman Kamyshev (Kaz) Astana Pro Team 2:04:26
137 Albert Timmer (Ned) Team Sunweb 2:04:31
138 Taco Van Der Hoorn (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij 2:05:53
139 Juraj Sagan (Svk) Bora-Hansgrohe 2:06:16
140 Jonathan Dibben (GBr) Team Sky 2:32:38

Il podio dell81° Tour de Suisse (foto Tim de Waele/TDWSport.com)

Il podio dell'81° Tour de Suisse (foto Tim de Waele/TDWSport.com)

UN GRANDE VISCONTI NON BASTA. A ROGLA VINCE MAJKA

giugno 18, 2017 by Redazione  
Filed under Copertina, News

Nella tappa regina del Giro di Slovenia la vittoria va al polacco Rafał Majka (Bora-Hansgroe) che precede nel finale di 3” Giovanni Visconti (Bahrain-Merida) e di 11” l’australiano Jack Haig (Orica-Scott). Majka vincendo la tappa si porta in testa alla classifica generale, alla vigilia dell’ultima frazione.

Dovevano essere i 13 chilometri decisivi per quanto riguarda la classifica generale di questo Giro di Slovenia e così è stato: Rafał Majka (Bora-Hansgroe) ha attaccato la salita finale col piglio del leader e alla fine ha raccolto quello che ha seminato, ossia la maglia di capoclassifica, che probabilmente si porterà anche a casa.
Lungo i 168 chilometri che da Celje portavano alla stazione sciistica di Rogla non è mancata la fuga, composta da sei corridori – Andreas Graf (Hrinkow Advarics), Maximilian Kuen (Tirol Cycling Team), Ziga Grošelj (Adria Mobil), Samir Jabrayilov (Synergy Baku), Michael Kukrle (Elkov-Author) e Manuel Belletti (Wilier Triestina-Selle Italia) – che sono riusciti a guadagnare un vantaggio massimo intorno ai sei minuti. Sulla penultima salita di giornata, posta a 50 chilometri dalla conclusione, rientrano sui primi altri tre corridori tra i quali Matteo Rabottini (Meridiana), mentre, per compensare, se ne staccano altrettanti.
I battistrada, nonostante una buona collaborazione, non riescono ad evitare il rientro del gruppo, che avviene a 15 chilometri dal traguardo, proprio ai piedi della salita finale. Il grosso del lavoro viene svolto da Bahrain-Merida e Bora e gli effetti dell’andatura son ben visibili perché dopo appena due chilometri di salita si possono contare non più di quindici corridori nel gruppetto di testa,
La tappa si decide ai meno 8 quando Majka rompe gli indugi e scatta, portandosi dietro Jack Haig (Orica-Scott) e Giovanni Visconti (Bahrain-Merida). Il trio al comando, in un modo o nell’altro, riesce a scavare un bel divario sugli inseguitori, tra i quali è da sottolineare la presenza di Tadej Pogacar (ROG – Ljubljana), classe ’98, assieme a Mattia Cattaneo (Androni Giocattoli) e Gregor Mühlberger (Bora-Hansgroe). A tre chilometri dalla cima è ancora Majka a scattare e se Haig risponde ottimamente, Visconti invece preferisce andare col suo passo, rientrando sui due di lì a breve.
La tappa si decide in volata con Majka che prima risponde allo scatto di Visconti e poi lo stacca, andando a vincere un mese dopo la vittoria nella tappa di San Jose al Giro di California. Alle sue spalle un ottimo Visconti, che sembra aver recuperato dopo i problemi al Giro d’Italia, e sull’ultimo gradino del podio sale Jack Haig, che va sempre forte in questa corsa. A seguire si classificano Mühlberger, Pogacar, Hermann Pernsteiner (Amplatz – BMC), Cattaneo, Paweł Cieślik (Elkov – Author), Ivan Santaromita (Nippo – Vini Fantini) ed Edward Ravasi (UAE Team Emirates).
In programma domani l’ultima tappa, che porterà i corridori da Rogaška Slatina a Novo Mesto in 160 chilometri, per un finale adatto alle ruote veloci.

Paolo Terzi

Il polacco Majka fa sua la tappa regina del Giro di Slovenia

Il polacco Majka fa sua la tappa regina del Giro di Slovenia

SAGAN-BIS A SCIAFFUSA

giugno 17, 2017 by Redazione  
Filed under Copertina, News

Lo slovacco conquista il secondo successo nel Tour de Suisse 2017. Battuti allo sprint Modolo e Trentin. Anche Bonifazio, Gatto e Puccio tra i primi dieci. Invariata la classifica generale, con Spilak che comanda davanti a Caruso e Kruijswijk. Domani cronometro conclusiva.

Due italiani sul podio, tre nella top 5, cinque fra i migliori dieci. Il bilancio azzurro nella penultima tappa del Giro di Svizzera 2017, 100 km in circuito a Sciaffusa, è quasi trionfale. “Quasi” perché gli azzurri si sono dovuti misurare con Peter Sagan, che ha piegato con irrisoria facilità in volata Sacha Modolo e Matteo Trentin, malgrado la schiacciante superiorità numerica nel finale degli uomini della Etixx-Quick Step.
Su un percorso mosso ma non molto impegnativo, la leadership in classifica generale di Simon Spilak non è mai stata a rischio. Lo sloveno si presenterà così da netto favorito alla crono finale di domani, con Damiano Caruso, staccato di 52’’, che dovrà preoccuparsi soprattutto di difendere la seconda piazza.
Chi sperava che il chilometraggio da gara dilettantistica potesse servire a movimentare la corsa ha visto cadere ogni illusione già nelle battute iniziali, quando a prendere il largo è stata un’innocua fuga a quattro: Lasse Norman Hansen, Nick van der Lijke, Jelle Wallays e Jaco Venter. Il principale motivo di interesse dell’azione era la sfida tra Hansen e van der Lijke per la vetta della classifica scalatori, duello presto risolto a proprio favore dal danese.
Il gruppo non ha faticato a tenere la fuga sempre intorno ai 2’ di vantaggio, prima di un’accelerazione della BMC a una quarantina di chilometri dall’arrivo. Un forcing che sembrava preludere a un tentativo di attaccare Spilak, rimasto invece senza seguito. A facilitare la vita al capoclassifica ha provveduto anche la giuria, che ha deciso di prendere i tempi alla fine del settimo e penultimo giro.
A più riprese, nelle ultime tornate, qualcuno ha provato a scongiurare la volata di gruppo. Il tentativo più credibile ha visto protagonisti Matthews, Van Avermaet, Wellens, Vanmarcke e Burghardt, quest’ultimo – compagno di squadra di Sagan – con funzione di stopper. Il drappello è stato però neutralizzato nel giro di un paio di chilometri, al pari del successivo attacco di Fabio Felline.
La Etixx-Quick Step ha preso in mano le operazioni di avvicinamento allo sprint, ma il lancio per Matteo Trentin è avvenuto a velocità troppo bassa. Sagan e Modolo hanno così potuto giocare d’anticipo e guadagnare metri irrecuperabili. Particolare comunque irrilevante ai fini del successo del campione del mondo in carica e vincitore della classifica a punti del Tour de Suisse, troppo superiore alla concorrenza. Modolo e Trentin hanno potuto soltanto accompagnarlo sul podio. Niccolò Bonifazio ha chiuso quinto, mentre nei dieci si sono piazzati anche Oscar Gatto (ottavo) e Salvatore Puccio (decimo).
Il Tour de Suisse si concluderà domani, sempre a Sciaffusa, con una cronometro di 28 km.

Matteo Novarini

CLASSIFICA DI TAPPA
1 Peter Sagan (Svk) Bora-Hansgrohe 1:57:34
2 Sacha Modolo (Ita) UAE Team Emirates
3 Matteo Trentin (Ita) Quick-Step Floors
4 Magnus Cort Nielsen (Den) Orica-Scott
5 Niccolo Bonifazio (Ita) Bahrain-Merida
6 Michael Matthews (Aus) Team Sunweb
7 John Degenkolb (Ger) Trek-Segafredo
8 Oscar Gatto (Ita) Astana Pro Team
9 Kevin Reza (Fra) FDJ
10 Salvatore Puccio (Ita) Team Sky
11 Ivan Garcia (Spa) Bahrain-Merida
12 Zdenek Stybar (Cze) Quick-Step Floors
13 Simone Consonni (Ita) UAE Team Emirates
14 Daniel Hoelgaard (Nor) FDJ
15 Arthur Vichot (Fra) FDJ
16 Sylvain Chavanel (Fra) Direct Energie
17 Ben King (USA) Dimension Data
18 Matej Mohoric (Slo) UAE Team Emirates
19 Simone Ponzi (Ita) CCC Sprandi Polkowice
20 Mark Christian (GBr) Aqua Blue Sport

CLASSIFICA GENERALE
1 Simon Spilak (Slo) Katusha-Alpecin 0:03:59
2 Damiano Caruso (Ita) BMC Racing Team
3 Steven Kruijswijk (Ned) Team LottoNl-Jumbo 0:01:05
4 Domenico Pozzovivo (Ita) AG2R La Mondiale 0:02:28
5 Rui Costa (Por) UAE Team Emirates 0:02:35
6 Mathias Frank (Swi) AG2R La Mondiale 0:02:51
7 Mikel Nieve (Spa) Team Sky 0:02:54
8 Jon Izaguirre (Spa) Bahrain-Merida 0:03:51
9 Marc Soler (Spa) Movistar Team 0:04:07
10 Pello Bilbao (Spa) Astana Pro Team 0:04:10
11 Victor De La Parte (Spa) Movistar Team 0:06:35
12 Valerio Conti (Ita) UAE Team Emirates 0:07:07
13 Patrick Konrad (Aut) Bora-Hansgrohe 0:07:35
14 Tao Geoghegan Hart (GBr) Team Sky 0:08:47
15 Merhawi Kudus (Eri) Dimension Data 0:09:19
16 Carlos Verona (Spa) Orica-Scott 0:11:42
17 Jan Bakelants (Bel) AG2R La Mondiale 0:13:55
18 Carlos Betancur (Col) Movistar Team 0:14:14
19 Ondrej Cink (Cze) Bahrain-Merida 0:15:42
20 Matvey Mamykin (Rus) Katusha-Alpecin

Peter Sagan si impone nella volata di Sciaffusa (foto Tim De Waele/TDWSport.com)

Peter Sagan si impone nella volata di Sciaffusa (foto Tim De Waele/TDWSport.com)

SLOVENIA, A LUBIANA SPRINT VINCENTE DI MEZGEC

giugno 17, 2017 by Redazione  
Filed under Copertina, News

Nella seconda tappa del Giro di Slovenia la vittoria va al corridore di casa Luka Mezgec (ORICA-Scott), che precede in volata Roberto Ferrari (UAE Team Emirates) e l’australiano Mark Renshaw (Dimension Data). Maglia di leader indossata da Megzec, che spodesta Sam Bennett (Bora – Hansgrohe), rimasto fuori dai giochi finali.

Tappa completamente bagnata quella odierna, con partenza ed arrivo a Lubiana dopo 170 chilometri di corsa, durante la quale sono avvenute tante cadute, anche di gente che poteva giocarsi la vittoria di tappa, su tutti Jakub Mareczko (Wilier Triestina-Selle Italia) e Bennett, vincitor ieri nella frazione d’apertura.
Come da copione poco dopo la partenza se ne va la fuga, oggi composta da sette corridori – Tomáš Bucháček (Elkov-Author), Bruno Maltar (Meridiana Kamen Team), Gorazd Per (Adria Mobil), Anton Vorobyev (Gazprom-RusVelo), Ivan Santaromita (Nippo-Vini Fantini), Enrico Salvador (Tirol Cycling Team) e Andrea Vendrame (Androni Giocattoli) – i quali sono riusciti a guadagnare un vantaggio massimo di cinque minuti.
Nel corso dell’azione la fuga perde elementi e nel finale sono solo due a rimanere avanti, Salvador e Per, ma in inferiorità numerica nulla possono per evitare la rimonta del plotone, che si materializza alle loro spalle a 15 chilometri dal traguardo.
Intanto le cadute si susseguono, l’ultima delle quali si verifica all’ultimo chilometro e mette fuori gioco una decina di corridori. La volata si disputa così abbastanza anarchicamente e si impone Megzec su Ferrari e Renshaw. Quindi un altro secondo posto per un italiano dopo quello di Sonny Colbrelli (Bahrain Merida) nella prima tappa. A seguire si classificano Kankovsky (Elkov – Author), Polnicky (Polnicky), Palini (Androni Giocattoli), Colbrelli, Canola (Nippo – Vini Fantini), Korošec (Amplatz – BMC) e Gibbons (Dimension Data).
Domani si cambia decisamente con un bell’arrivo in salita, a Rogla per la precisione, al termine di un’ascesa di 13 chilometri al 7,5% e dopo aver percorso 168 chilometri: si deciderà la classifica generale.

Paolo Terzi

La volata vincente di Mezgec a Lubiana

La volata vincente di Mezgec a Lubiana

CROLLA POZZOVIVO, ŠPILAK TRIONFA AI GHIACCIAI

giugno 16, 2017 by Redazione  
Filed under Copertina, News

Colui che ieri era sembrato nettamente il più forte in salita ha pagato lo sforzo ed oggi ha accusato una grave crisi che lo ha portato a raggiungere il traguardo 2 minuti e 40 secondo dopo il vincitore. Un ritardo che, per come si erano messe le cose ad un certo punto, poteva assumere proporzioni ben maggiori. Si sono difesi alla meno peggio Caruso, Izagirre e Kruijswijk.

Tutti si aspettavano oggi un ulteriore attacco di Domenico Pozzovivo (AG2R La Mondiale) in vista della cronometro di dopodomani ed invece il lucano, che solo ieri aveva conquistato la maglia gialla, è andato in crisi sulla salita finale quando al traguardo mancavano ancora 13 chilometri. La pedalata per nulla confortante della maglia gialla e la distanza che ancora lo separava dal piazzale dei ghiacciai di Sölden avevano fatto pensare che il lucano avrebbe oggi pagato molti minuti al vincitore. Invece, dopo i primi chilometri di crisi nera,Pozzovivo è riuscito a contenere il passivo dato che, negli ultimi chilometri, il suo ritardo è lievitato molto meno di quanto non avesse fatto subito dopo il cambio di ritmo che lo aveva lasciato sulle ginocchia.
Simon Špilak (Team Katusha – Alpecin), che già nelle scorse frazioni montane era apparso brillante, è riuscito a mettere tutti alla frusta con il ritmo del compagno di squadra Taaramäe, al quale solo Dombrowski (Cannondale-Drapac) era riuscito a resistere. Una volta terminato il lavoro del gregario, Špilak ha continuato ad alzare il ritmo senza provare uno scatto secco vero e proprio e non c’è stata storia per nessuno; solo Ion Izagirre (Bahrain Merida) e lo stesso Dombrowski sono riusciti a contenere il passivo al di sotto del minuto, mentre Damiano Caruso (BMC Racing Team) e Kruijswijk (LottoNL-Jumbo), più immediati rivali in classifica dello sloveno, hanno chiuso con un passivo di 1′04″.
Pozzovivo ha perso il podio provvisorio ma, grazie all’evitato naufragio negli ultimi chilometri, è riuscito a piazzarsi in quarta posizione, anche se il ritardo di 1′23″ in generale da Kruijswijk, terzo in classifica, rende il podio una chimera per lo scalatore italiano.
Anche oggi la partenza è stata molto veloce con numerosi scatti che hanno permesso a 18 corridori – Jhonatan Restrepo, Baptiste Planckaert (Katusha – Alpecin), Jeroen Meijers (Rooompot), Tim Wellens (Lotto Soudal), David De La Cruz, Matteo Trentin (Quick-Step Floors), Lachlan Morton (Dimension Data), Markus Burghardt, Peter Sagan (Bora-hansgrohe), Michael Matthews (Team Sunweb), Nelson Oliveira (Movistar), Lilian Calmejane, Sylvain Chavanel (Direct Énergie), Lars-Peter Nordhaug, Daniel Pearson (Aqua Blue Sport), Mathew Hayman (Orica-Scott) e in seconda battuta Tsgabu Grmay (Bahrain-Merida) e John Dibben (Sky) – di avvantaggiarsi sul gruppo guidato dagli uomini di Pozzovivo.
L’Ag2R si limita a tenere il distacco nell’ ordine dei tre minuti e quando mancavano 50 km alla conclusione il gruppo alza decisamente il ritmo riducendo contestualmente il gap.
Vedendo il loro vantaggio in rapida erosione, i fuggitivi cominciano a battagliare per i traguardi volanti ed a scattarsi in faccia, ma ai piedi della salita finale tutti vengono riassorbiti dal plotone in forte rimonta.
Sulle prime rampe è Enrico Gasparotto (Bahrain Merida) a fare il ritmo per il proprio capitano che, anche se non vicino in classifica generale, si era già mostrato in crescendo. Le prime vittime illustri sono Bilbao (Astana), Rui Costa (UAE Team Emirates) e Frank (AG2R La Mondiale), ma quando Taaramäe prende il comando, alzando ancor più l’andatura, è proprio la maglia gialla a perdere contatto, mostrando una pedalata legnosa che non fa presagire nulla di buono. Sotto i colpi della Katusha perdono contatto anche Izagirre, Kruijswijk, Caruso, Marc Soler (Movistar) e Jan Hirt (CCC Sprandi Polkowice), mentre davanti restano solo Taaramäe, Dombrowski e Špilak. E’ proprio lo sloveno che, una volta terminato il lavoro di Taaramäe, si invola prima con Dombrowski alla ruota e poi tutto solo verso l’arrivo. Dietro, Kruijswijk lascia gli altri uomini del drappello, riportandosi su Taaramäe, ma poi i due vengono raggiunti ai meno 5 .
E’ il momento dell’attacco di Izagirre che stacca tutti gli uomini di classifica che erano con lui e rientra su Dombrowski, che non riesce a reggere il ritmo dello spagnolo. L’azione del capitano della Bahrain è ottima e riesce a ridurre anche il vantaggio di Špilak, ma è troppo tardi per sperare nella tappa che finisce nelle mani dello sloveno, come del resto la maglia gialla.
Se questo è lo stato di forma di Špilak, sarà molto difficile strappargli la vittoria finale dato che lo sloveno se la cava egregiamente anche contro il tempo. Tuttavia non bisogna dimenticare che anche Pozzovivo sembrava in grande spolvero ed invece, un po’ per lo sforzo di questi giornI, un po’ forse anche per la condizione con la quale era uscito dal Giro e che sta lentamente calando, ha fatto registrare una brusca battuta d’arresto. Kruijswijk, invece, ha corso il Giro in sordina a causa di un problema fisico ed ora sta lentamente ritrovando il ritmo giusto anche se, pure lui, essendosi preparato per essere al top alla corsa rosa, non può essere al 100%.
Špilak ha quindi messo una grossa ipoteca sul Giro di Svizzera 2017 e, visti i distacchi dal quarto corridore di classifica in giù, pure il podio sembra definitivamente scritto, anche se il secondo ed il terzo gradino potrebbero ancora vedere un capovolgimento.

Benedetto Ciccarone

ORDINE D’ARRIVO

1 Simon Spilak (Slo) Katusha-Alpecin 3:58:36
2 Ion Izagirre (Spa) Bahrain-Meirda 0:00:22
3 Joseph Dombrowski (USA) Cannondale-Drapac 0:00:36
4 Damiano Caruso (Ita) BMC Racing Team 0:01:04
5 Steven Kruijswijk (Ned) Team LottoNl-Jumbo
6 Jan Hirt (Cze) CCC Sprandi Polkowice 0:01:07
7 Rein Taaramäe (Est) Katusha-Alpecin 0:01:33
8 Mikel Nieve (Spa) Team Sky 0:01:47
9 Rui Costa (Por) UAE Team Emirates 0:01:53
10 Pello Bilbao (Spa) Astana Pro Team 0:02:40
11 Mathias Frank (Swi) AG2R La Mondiale
12 Domenico Pozzovivo (Ita) AG2R La Mondiale
13 Victor De La Parte (Spa) Movistar Team 0:03:11
14 Matvey Mamykin (Rus) Katusha-Alpecin 0:03:44
15 Marc Soler (Spa) Movistar Team
16 Carlos Betancur (Col) Movistar Team 0:03:58
17 Antonio Pedrero (Spa) Movistar Team
18 Valerio Conti (Ita) UAE Team Emirates 0:04:17
19 Maxime Monfort (Bel) Lotto Soudal 0:04:41
20 Patrick Konrad (Aut) Bora-Hansgrohe
21 Ondrej Cink (Cze) Bahrain-Merida 0:05:00
22 Merhawi Kudus (Eri) Dimension Data
23 Tao Geoghegan Hart (GBr) Team Sky 0:05:14
24 Carlos Verona (Spa) Orica-Scott
25 Sebastian Henao (Col) Team Sky 0:06:14
26 Darwin Atapuma (Col) UAE Team Emirates 0:07:26
27 Fabio Felline (Ita) Trek-Segafredo 0:07:35
28 Odd Christian Eiking (Nor) FDJ 0:07:47
29 Dayer Quintana (Col) Movistar Team 0:08:08
30 Nick Van Der Lijke (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij 0:08:50
31 Daan Olivier (Ned) LottoNl-Jumbo
32 Jan Bakelants (Bel) AG2R La Mondiale
33 Perrig Quemeneur (Fra) Direct Energie 0:09:19
34 Alberto Losada (Spa) Katusha-Alpecin 0:10:23
35 Martijn Tusveld (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij 0:10:32
36 Javier Moreno (Spa) Bahrain-Merida 0:11:50
37 Michael Schär (Swi) BMC Racing Team 0:11:56
38 Patrick Bevin (NZl) Cannondale-Drapac 0:12:02
39 Jack Bauer (NZl) Quick-Step Floors
40 Tsgabu Grmay (Eth) Bahrain-Merida
41 Matej Mohoric (Slo) UAE Team Emirates 0:12:19
42 Nelson Oliveira (Por) Movistar Team 0:12:30
43 Tim Wellens (Bel) Lotto Soudal 0:12:34
44 Baptiste Planckaert (Bel) Katusha-Alpecin
45 Enrico Gasparotto (Ita) Bahrain-Merida 0:13:23
46 Fabien Grellier (Fra) Direct Energie 0:13:55
47 Larry Warbasse (USA) Aqua Blue Sport 0:14:49
48 Ryan Anderson (Can) Direct Energie
49 Ben King (USA) Dimension Data 0:15:02
50 Philippe Gilbert (Bel) Quick-Step Floors 0:15:04
51 Mekseb Debesay (Eri) Dimension Data
52 Koen De Kort (Ned) Trek-Segafredo
53 Simone Petilli (Ita) UAE Team Emirates
54 Tejay Van Garderen (USA) BMC Racing Team 0:15:12
55 Sylvain Chavanel (Fra) Direct Energie 0:17:17
56 Stefan Küng (Swi) BMC Racing Team 0:17:28
57 Mike Teunissen (Ned) Team Sunweb
58 Michael Woods (Can) Cannondale-Drapac
59 Philip Deignan (Irl) Team Sky
60 Reto Hollenstein (Swi) Katusha-Alpecin 0:18:03
61 Paul Martens (Ger) Team LottoNl-Jumbo 0:18:11
62 Lasse Norman Hansen (Den) Aqua Blue Sport 0:19:14
63 Bert-Jan Lindeman (Ned) Team LottoNl-Jumbo
64 Elmar Reinders (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij
65 Martijn Keizer (Ned) Team LottoNl-Jumbo 0:19:17
66 Rohan Dennis (Aus) BMC Racing Team 0:19:23
67 Rob Power (Aus) Orica-Scott 0:19:51
68 Martin Elmiger (Swi) BMC Racing Team
69 Yves Lampaert (Bel) Quick-Step Floors 0:20:03
70 Gianluca Brambilla (Ita) Quick-Step Floors 0:20:10
71 Arthur Vichot (Fra) FDJ 0:20:24
72 Dmitriy Gruzdev (Kaz) Astana Pro Team
73 Kevin Reza (Fra) FDJ
74 Anthony Roux (Fra) FDJ
75 Roy Curvers (Ned) Team Sunweb
76 Nikias Arndt (Ger) Team Sunweb
77 Daniel Hoelgaard (Nor) FDJ
78 Sam Bewley (NZl) Orica-Scott 0:20:28
79 Aaron Gate (NZl) Aqua Blue Sport
80 Tomasz Marczynski (Pol) Lotto Soudal
81 Hugo Houle (Can) AG2R La Mondiale
82 Salvatore Puccio (Ita) Team Sky 0:20:30
83 Lars Petter Nordhaug (Nor) Aqua Blue Sport
84 Jaco Venter (RSA) Dimension Data
85 Pieter Weening (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij 0:20:40
86 Jesper Asselman (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij 0:21:17
87 Simone Ponzi (Ita) CCC Sprandi Polkowice 0:21:24
88 Branislau Samoilau (Blr) CCC Sprandi Polkowice
89 Lilian Calmejane (Fra) Direct Energie 0:21:41
90 Michael Matthews (Aus) Team Sunweb 0:21:46
91 Jan Bárta (Cze) Bora-Hansgrohe
92 Daniil Fominykh (Kaz) Astana Pro Team 0:22:15
93 Daniel Pearson (GBr) Aqua Blue Sport 0:22:24
94 Jonathan Hivert (Fra) Direct Energie
95 Jhonatan Restrepo (Col) Katusha-Alpecin 0:22:32
96 Jeroen Meijers (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij 0:22:40
97 Thomas Boudat (Fra) Direct Energie 0:22:47
98 Greg Van Avermaet (Bel) BMC Racing Team 0:22:53
99 Marcus Burghardt (Ger) Bora-Hansgrohe
100 Lars Boom (Ned) Team LottoNl-Jumbo 0:22:58
101 Lachlan Morton (Aus) Dimension Data 0:23:00
102 Cédric Pineau (Fra) Fdj 0:23:02
103 Owain Doull (GBr) Team Sky 0:23:29
104 Mark Christian (GBr) Aqua Blue Sport
105 Albert Timmer (Ned) Team Sunweb 0:23:33
106 Jelle Wallays (Bel) Lotto Soudal
107 John Degenkolb (Ger) Trek-Segafredo 0:24:27
108 Michael Albasini (Swi) Orica-Scott 0:24:30
109 Gregory Rast (Swi) Trek-Segafredo
110 Jurgen Roelandts (Bel) Lotto Soudal
111 Ramon Sinkeldam (Ned) Team Sunweb 0:25:05
112 Marco Haller (Aut) Katusha-Alpecin 0:25:31
113 Michal Kolár (Svk) Bora-Hansgrohe 0:26:32
114 Jay McCarthy (Aus) Bora-Hansgrohe
115 David De La Cruz (Spa) Quick-Step Floors 0:26:38
116 Matteo Trentin (Ita) Quick-Step Floors 0:26:41
117 Gediminas Bagdonas (Ltu) AG2R La Mondiale 0:26:43
118 Nico Denz (Ger) AG2R La Mondiale
119 Sondre Holst Enger (Nor) AG2R La Mondiale
120 Nicolas Dougall (RSA) Dimension Data
121 Mathew Hayman (Aus) Orica-Scott
122 Zdenek Stybar (Cze) Quick-Step Floors 0:26:47
123 Hugh Carthy (GBr) Cannondale-Drapac
124 Boy van Poppel (Ned) Trek-Segafredo
125 Sacha Modolo (Ita) UAE Team Emirates 0:26:51
126 Ivan Garcia (Spa) Bahrain-Merida 0:26:54
127 Sep Vanmarcke (Bel) Cannondale-Drapac 0:26:59
128 Simone Consonni (Ita) UAE Team Emirates
129 Maciej Bodnar (Pol) Bora-Hansgrohe
130 Oscar Gatto (Ita) Astana Pro Team
131 Nikolas Maes (Bel) Lotto Soudal
132 Taco Van Der Hoorn (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij
133 Niccolo Bonifazio (Ita) Bahrain-Merida 0:27:04
134 Juraj Sagan (Svk) Bora-Hansgrohe 0:27:22
135 Peter Sagan (Svk) Bora-Hansgrohe
136 Kiel Reijnen (USA) Trek-Segafredo 0:27:33
137 Jakub Kaczmarek (Pol) CCC Sprandi Polkowice 0:27:35
138 Leszek Plucinski (Pol) CCC Sprandi Polkowice
139 Adrian Kurek (Pol) CCC Sprandi Polkowice 0:28:15
140 Magnus Cort Nielsen (Den) Orica-Scott
141 Arman Kamyshev (Kaz) Astana Pro Team
142 Jonathan Dibben (GBr) Team Sky 0:32:16
143 Ryan Mullen (Irl) Cannondale-Drapac
144 Taylor Phinney (USA) Cannondale-Drapac
145 Daniel Oss (Ita) BMC Racing Team 0:32:19
146 Danny Van Poppel (Ned) Team Sky 0:33:20

CLASSIFICA GENERALE

1 Simon Spilak (Slo) Katusha-Alpecin 26:02:16
2 Damiano Caruso (Ita) BMC Racing Team 0:00:52
3 Steven Kruijswijk (Ned) Team LottoNl-Jumbo 0:01:05
4 Domenico Pozzovivo (Ita) AG2R La Mondiale 0:02:28
5 Rui Costa (Por) UAE Team Emirates 0:02:35
6 Mathias Frank (Swi) AG2R La Mondiale 0:02:51
7 Mikel Nieve (Spa) Team Sky 0:02:54
8 Ion Izagirre (Spa) Bahrain-Meirda 0:03:51
9 Marc Soler (Spa) Movistar Team 0:04:07
10 Pello Bilbao (Spa) Astana Pro Team 0:04:10
11 Victor De La Parte (Spa) Movistar Team 0:06:35
12 Valerio Conti (Ita) UAE Team Emirates 0:07:07
13 Patrick Konrad (Aut) Bora-Hansgrohe 0:07:35
14 Tao Geoghegan Hart (GBr) Team Sky 0:08:47
15 Merhawi Kudus (Eri) Dimension Data 0:09:19
16 Carlos Verona (Spa) Orica-Scott 0:11:42
17 Jan Bakelants (Bel) AG2R La Mondiale 0:13:55
18 Carlos Betancur (Col) Movistar Team 0:14:14
19 Ondrej Cink (Cze) Bahrain-Merida 0:15:42
20 Matvey Mamykin (Rus) Katusha-Alpecin
21 Odd Christian Eiking (Nor) FDJ 0:17:30
22 Maxime Monfort (Bel) Lotto Soudal 0:18:47
23 Martijn Tusveld (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij 0:19:29
24 Jan Hirt (Cze) CCC Sprandi Polkowice 0:19:56
25 Tsgabu Grmay (Eth) Bahrain-Merida 0:22:04
26 Michael Woods (Can) Cannondale-Drapac 0:22:45
27 Daan Olivier (Ned) LottoNl-Jumbo 0:24:31
28 Mekseb Debesay (Eri) Dimension Data 0:27:35
29 Philippe Gilbert (Bel) Quick-Step Floors 0:30:48
30 Michael Schär (Swi) BMC Racing Team 0:33:08
31 Fabio Felline (Ita) Trek-Segafredo 0:34:26
32 Joseph Dombrowski (USA) Cannondale-Drapac 0:35:24
33 Sebastian Henao (Col) Team Sky 0:35:30
34 Patrick Bevin (NZl) Cannondale-Drapac 0:35:41
35 Koen De Kort (Ned) Trek-Segafredo 0:37:35
36 Lilian Calmejane (Fra) Direct Energie 0:37:59
37 Tejay Van Garderen (USA) BMC Racing Team 0:39:26
38 Perrig Quemeneur (Fra) Direct Energie 0:40:58
39 Nelson Oliveira (Por) Movistar Team 0:41:10
40 Larry Warbasse (USA) Aqua Blue Sport 0:41:58
41 Alberto Losada (Spa) Katusha-Alpecin 0:42:08
42 Arthur Vichot (Fra) FDJ 0:43:22
43 Darwin Atapuma (Col) UAE Team Emirates 0:43:44
44 Simone Petilli (Ita) UAE Team Emirates 0:44:57
45 Hugo Houle (Can) AG2R La Mondiale 0:45:12
46 Tomasz Marczynski (Pol) Lotto Soudal 0:46:28
47 Anthony Roux (Fra) FDJ 0:46:33
48 Jay McCarthy (Aus) Bora-Hansgrohe 0:47:51
49 Greg Van Avermaet (Bel) BMC Racing Team 0:48:41
50 Simone Ponzi (Ita) CCC Sprandi Polkowice 0:49:00
51 Enrico Gasparotto (Ita) Bahrain-Merida 0:49:24
52 Hugh Carthy (GBr) Cannondale-Drapac 0:52:45
53 Gianluca Brambilla (Ita) Quick-Step Floors 0:53:09
54 Paul Martens (Ger) Team LottoNl-Jumbo 0:53:38
55 Antonio Pedrero (Spa) Movistar Team 0:54:18
56 Mark Christian (GBr) Aqua Blue Sport 0:54:28
57 Stefan Küng (Swi) BMC Racing Team 0:55:01
58 Sylvain Chavanel (Fra) Direct Energie 0:55:22
59 Nick Van Der Lijke (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij 0:55:46
60 Matej Mohoric (Slo) UAE Team Emirates 0:56:21
61 Nikias Arndt (Ger) Team Sunweb 1:00:05
62 Philip Deignan (Irl) Team Sky 1:00:15
63 Michael Matthews (Aus) Team Sunweb 1:01:20
64 Dayer Quintana (Col) Movistar Team 1:02:16
65 Mike Teunissen (Ned) Team Sunweb 1:03:51
66 John Degenkolb (Ger) Trek-Segafredo 1:04:12
67 Jan Bárta (Cze) Bora-Hansgrohe 1:04:18
68 Michael Albasini (Swi) Orica-Scott 1:04:25
69 Salvatore Puccio (Ita) Team Sky 1:05:31
70 Reto Hollenstein (Swi) Katusha-Alpecin 1:06:30
71 Peter Sagan (Svk) Bora-Hansgrohe 1:07:50
72 Zdenek Stybar (Cze) Quick-Step Floors 1:07:57
73 Marcus Burghardt (Ger) Bora-Hansgrohe 1:08:01
74 Aaron Gate (NZl) Aqua Blue Sport 1:09:41
75 Martin Elmiger (Swi) BMC Racing Team 1:11:13
76 Lachlan Morton (Aus) Dimension Data 1:11:35
77 Jaco Venter (RSA) Dimension Data 1:11:52
78 Baptiste Planckaert (Bel) Katusha-Alpecin 1:12:59
79 Matteo Trentin (Ita) Quick-Step Floors 1:13:12
80 Jhonatan Restrepo (Col) Katusha-Alpecin 1:13:36
81 Tim Wellens (Bel) Lotto Soudal 1:14:26
82 Ben King (USA) Dimension Data 1:14:39
83 Lars Boom (Ned) Team LottoNl-Jumbo
84 Mathew Hayman (Aus) Orica-Scott 1:14:49
85 David De La Cruz (Spa) Quick-Step Floors 1:16:22
86 Owain Doull (GBr) Team Sky 1:17:20
87 Rein Taaramäe (Est) Katusha-Alpecin 1:18:33
88 Bert-Jan Lindeman (Ned) Team LottoNl-Jumbo 1:20:05
89 Jack Bauer (NZl) Quick-Step Floors 1:20:22
90 Fabien Grellier (Fra) Direct Energie 1:20:28
91 Daniel Pearson (GBr) Aqua Blue Sport 1:21:17
92 Jelle Wallays (Bel) Lotto Soudal 1:21:34
93 Niccolo Bonifazio (Ita) Bahrain-Merida 1:22:10
94 Kevin Reza (Fra) FDJ 1:22:48
95 Javier Moreno (Spa) Bahrain-Merida 1:23:07
96 Yves Lampaert (Bel) Quick-Step Floors 1:23:44
97 Dmitriy Gruzdev (Kaz) Astana Pro Team 1:23:56
98 Daniil Fominykh (Kaz) Astana Pro Team 1:24:35
99 Sep Vanmarcke (Bel) Cannondale-Drapac 1:25:09
100 Sam Bewley (NZl) Orica-Scott 1:26:26
101 Rob Power (Aus) Orica-Scott 1:26:37
102 Jakub Kaczmarek (Pol) CCC Sprandi Polkowice 1:26:48
103 Pieter Weening (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij 1:28:02
104 Nikolas Maes (Bel) Lotto Soudal 1:28:34
105 Rohan Dennis (Aus) BMC Racing Team 1:29:50
106 Lars Petter Nordhaug (Nor) Aqua Blue Sport 1:30:00
107 Maciej Bodnar (Pol) Bora-Hansgrohe
108 Jonathan Hivert (Fra) Direct Energie 1:30:43
109 Gregory Rast (Swi) Trek-Segafredo 1:31:36
110 Jesper Asselman (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij 1:32:05
111 Daniel Oss (Ita) BMC Racing Team 1:33:25
112 Oscar Gatto (Ita) Astana Pro Team 1:33:35
113 Sondre Holst Enger (Nor) AG2R La Mondiale 1:33:46
114 Michal Kolár (Svk) Bora-Hansgrohe 1:34:03
115 Marco Haller (Aut) Katusha-Alpecin 1:34:17
116 Jeroen Meijers (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij 1:34:33
117 Roy Curvers (Ned) Team Sunweb 1:35:30
118 Ramon Sinkeldam (Ned) Team Sunweb 1:35:35
119 Daniel Hoelgaard (Nor) FDJ 1:35:45
120 Branislau Samoilau (Blr) CCC Sprandi Polkowice 1:36:16
121 Jurgen Roelandts (Bel) Lotto Soudal 1:36:26
122 Sacha Modolo (Ita) UAE Team Emirates 1:36:46
123 Simone Consonni (Ita) UAE Team Emirates 1:38:42
124 Ryan Anderson (Can) Direct Energie 1:39:56
125 Kiel Reijnen (USA) Trek-Segafredo 1:40:46
126 Leszek Plucinski (Pol) CCC Sprandi Polkowice 1:42:35
127 Thomas Boudat (Fra) Direct Energie 1:43:12
128 Martijn Keizer (Ned) Team LottoNl-Jumbo 1:43:28
129 Adrian Kurek (Pol) CCC Sprandi Polkowice 1:43:30
130 Nicolas Dougall (RSA) Dimension Data 1:44:50
131 Gediminas Bagdonas (Ltu) AG2R La Mondiale 1:45:27
132 Boy van Poppel (Ned) Trek-Segafredo 1:46:27
133 Lasse Norman Hansen (Den) Aqua Blue Sport 1:47:12
134 Danny Van Poppel (Ned) Team Sky 1:47:46
135 Cédric Pineau (Fra) Fdj 1:49:40
136 Taylor Phinney (USA) Cannondale-Drapac 1:49:44
137 Magnus Cort Nielsen (Den) Orica-Scott 1:51:13
138 Ryan Mullen (Irl) Cannondale-Drapac 1:52:16
139 Arman Kamyshev (Kaz) Astana Pro Team 1:52:33
140 Elmar Reinders (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij 1:52:40
141 Nico Denz (Ger) AG2R La Mondiale 1:54:03
142 Ivan Garcia (Spa) Bahrain-Merida 1:54:12
143 Albert Timmer (Ned) Team Sunweb 1:58:28
144 Juraj Sagan (Svk) Bora-Hansgrohe 1:58:42
145 Taco Van Der Hoorn (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij 1:59:25
146 Jonathan Dibben (GBr) Team Sky 2:28:28

Simon Špilak allattacco verso i ghiacciai di Sölden (foto Tim de Waele/TDWSport.com)

Simon Špilak all'attacco verso i ghiacciai di Sölden (foto Tim de Waele/TDWSport.com)

BENNETT APRE LE DANZE IN SLOVENIA

giugno 16, 2017 by Redazione  
Filed under Copertina, News

Nella prima tappa del Giro di Slovenia è l’irlandese Sam Bennett (Bora-Hansgroe) a vincere la volata di gruppo compatto, precedendo Sonny Colbrelli (Bahrain Merid) ed il corridore di casa Luka Megzec (Orica-Scott).

Apertura dedicata ai velocisti quella della corsa a tappe slovena, che lungo i 160 chilometri da Capodistria a Kocevje prevedeva poca salita e tanta pianura.
La prima parte di gara coincide con lo sviluppo della fuga a nove che ha caratterizzato questa frazione, ma che il gruppo è riuscito a controllare, mantenendo un gap vicino ai cinque minuti, per poi iniziare una rimonta terminata con successo a dieci chilometri dalla conclusione. È quello il momento, infatti, nel quale viene ripreso Matthias Krizek (Tirol Cycling Team), l’ultimo dei fuggitivi rimasti in avanscoperta e che fino a poco prima si accompagnava a Tomas Buchacek (Elkov-Author), Andi Bajc (Amplatz-BMC), Jan Bozic (Adria Mobil), Ziga Jerman (Rog-Ljubljana), Primož Obal (nazionale slovena) e agli italiani Nicola Bagioli (Nippo-Vini Fantini), Luca Pacioni (Androni Giocattoli) e Niccolò Salvietti (Sangemini-MG.KVis).
La volata finale viene vinta da Sam Bennett (Bora – Hansgrohe), uscito molto bene dall’ultimo Giro d’Italia in cui ha ottenuto ottimi piazzamenti, che precede Colbrelli (Bahrain Merida), Megzec (Orica-Scott), Ferrari (UAE Team Emirates), Canola (Nippo – Vini Fantini), Korošec (Amplatz – BMC), Rajovic (Adria Mobil), Palini (Androni Giocattoli), Majka (Bora – Hansgrohe) e Cavendish (Dimension Data)
In programmi successivamente la seconda tappa, con partenza ed arrivo nella capitale slovena, Lubiana, e ancora adatta alle ruote veloci.

Paolo Terzi

Sam Bennett vince la prima tappa e tira idealmente la volata alla 24a edizione del Giro di Slovenia (foto (Vid Ponikvar/Sportida)

Sam Bennett vince la prima tappa e tira idealmente la volata alla 24a edizione del Giro di Slovenia (foto (Vid Ponikvar/Sportida)

Pagina successiva »