GIRO U23, ARDILA DOMA L’AMIATA

giugno 17, 2019 by Redazione  
Filed under Copertina, News

Andres Camilo Ardila vince in solitaria sul Monte Amiata e conquista il primato in classifica generale. Alle sue spalle Verschaeve e Rubio nell’ordine d’arrivo mentre Alessandro Covi si piazza al secondo posto della classifica

Grande arrivo in salita quest’oggi al Giro d’Italia riservato alle nuove promesse: la scalata finale del Monte Amiata era uno degli appuntamenti più attesi di questa edizione e non ha deluso. A vincere dopo una corsa frastagliata e avvincente è Andres Camilo Ardila, colombiano in forze alla selezione nazionale in questo giro, ma di “proprietà” della “EPM Scott”. Il 20enne colombiano è riuscito a staccare tutti forzando in salita insieme al connazionale Einer Rubio Reyes, che non è riuscito però a tenergli le ruote fino al traguardo. Fra loro resiste e conquista la piazza d’onore Viktor Verschaeve, reduce della fuga di giornata. “Proverò a vincere questo Giro – ha dichiarato al traguardo la neo maglia Rosa – in salita vado forte, il percorso mi si addice. E fortunatamente non ci sono cronometro”. In classica generale Ardila precede di 18″ l’italiano Alessandro Covi (Team Colpack) e di 1′05″ l’italiano Filippo Conca (Biesse Carrera). I prossimi arrivi in salita saranno quelli al Passo Maniva, a Falcade e al Passo Fedaia, che si affiancheranno al tappone del doppio Mortirolo. Ci sarà da divertirsi.

Lorenzo Alessandri

Il colombiano Ardila si impone nella prima tappa di montagna del Giro dItalia Under 23 (foto IsolaPress)

Il colombiano Ardila si impone nella prima tappa di montagna del Giro d'Italia Under 23 (foto IsolaPress)

SAGAN SFRECCIA A MURTEN. TAPPA E MAGLIA PER LO SLOVACCO

giugno 17, 2019 by Redazione  
Filed under Copertina, News

Peter Sagan (Bora Hansgrohe) vince in volata la terza tappa del Giro di Svizzera 2019 battendo sul traguardo di Murten Elia Viviani (Deceuninck Quick Step) e John Degenkolb Team Trek Segafredo). Il campione slovacco è la nuova maglia gialla e vedremo se riuscirà a difenderla domani in una tappa dal finale altimetricamente complicato.

La terza tappa del Giro di Svizzera 2019 unisce le località di Flamatt e Murten per un totale di 162.3 km. Due facili GPM di terza categoria non dovrebbero impedire ai velocisti di giocarsi la vittoria in volata, considerando anche gli ultimi 30 km completamente piani, con l’eccezione del breve rettilineo d’arrivo disegnato in salita. La fuga si formava subito dopo la partenza ed era composta da Bert Jan Lindeman (Jumbo Visma), Willem Jakobus Smit (Katusha), Ryan Anderson (Rally Cycling) e Simon Pellaud (nazionale elvetica). Dopo 25 km il quartetto aveva oltre 3 minuti e mezzo di vantaggio sul gruppo. Sul GPM della Bergstrasse, posto al km 27.8, era Pellaud a transitare in prima posizione. Il gruppo a poco a poco accorciava le distanze ed a 80 km dal termine il vantaggio della fuga era sceso a 2 minuti e 40 secondi. In testa a imporre il ritmo erano gli uomini della Deceuninck della maglia gialla Kasper Asgreen e, soprattutto, di Elia Viviani, oggi atteso ad una volata convincente dopo un Giro d’Italia deludente. A 60 km dall’arrivo i fuggitivi avevavo un vantaggio di 3 minuti e 10 secondi sul gruppo, che aveva rallentato leggermente in zona rifornimento. Pellaud si aggiudicava il successivo GPM del Chemin de Lorette, posto a Friburgo dopo circa 110 Km dal via. Lasciatosi alle spalle le difficoltà altimetriche di giornata, il gruppo si dirigeva verso la pianura che caratterizzava il tratto conclusivo della frazione, fase nella quale si segnalavano i passaggi ai due traguardi volanti. A Schiffenen, dopo 120 Km, transitava in prima posizione Smit mentre al successivo traguardo volante di Vallamand, posto al km 146.9, era Lindemann a cogliere il successo. Il gruppo riprendeva i fuggitivi a poco più di 10 km dall’arrivo. Nella scontata volata, con la strada che si impennava leggermente, era Peter Sagan (Bora Hansgrohe) ad imporsi su Viviani e John Degenkolb (Trek Segafredo). Il campione slovacco, dopo ave vinto la terza tappa del Tour Down Under e la prima del Tour of California, torna così alla vittoria anche nel vecchio continente e ci auguriamo di vederlo finalmente competitivo dopo una primavera difficile, durante la quale è apparso spento e involuto. Grazie ai 10 secondi d’abbuono ottenuti Sagan è anche la nuova maglia gialla con 10 secondi di vantaggio su Kasper Asgreen (Deceuninck Quick Step) ed 11 su Rohan Dennis (Bahrain Merida). Domani è in programma la quarta tappa da Murten ad Arlesheim. Dopo una prima metà di percorso senza rilevanti difficoltà altimetriche, il tracciato di gara si farà un po’ più complicate negli ultimi 70 km. I ciclisti dovranno affrontare due GPM – uno di seconda ed uno di terza categoria – ma la strada è un continuo susseguirsi di salite e discese, per cui questa volta ci sentiamo di escludere l’arrivo in volata di un gruppo compatto. Più probabile uno sprint ristretto o, perchè no, il concretizzarsi della prima fuga vincente al Giro di Svizzera 2019. In ogni caso, Sagan ha la concreta possibilità di difendere la maglia gialla appena conquistata.

Giuseppe Scarfone

ORDINE D’ARRIVO

1 Peter Sagan (Svk) Bora-Hansgrohe 3:39:25
2 Elia Viviani (Ita) Deceuninck-QuickStep
3 John Degenkolb (Ger) Trek-Segafredo
4 Ivan Garcia (Spa) Bahrain-Merida
5 Ben Swift (GBr) Team Ineos
6 Michael Matthews (Aus) Team Sunweb
7 Reinardt Janse Van Rensburg (RSA) Dimension Data
8 Fabian Lienhard (Swi) Switzerland
9 Thomas Boudat (Fra) Direct Energie
10 Daniel Hoelgaard (Nor) Groupama-FDJ
11 Alexander Kristoff (Nor) UAE Team Emirates
12 Matteo Trentin (Ita) Mitchelton-Scott
13 Lawson Craddock (USA) EF Education First
14 Stan Dewulf (Bel) Lotto Soudal
15 Rick Zabel (Ger) Katusha-Alpecin
16 Greg Van Avermaet (Bel) CCC Team
17 Rohan Dennis (Aus) Bahrain-Merida
18 Egan Bernal (Col) Team Ineos
19 Matej Mohoric (Slo) Bahrain-Merida
20 Colin Joyce (USA) Rally UHC Cycling
21 Stefan Küng (Swi) Groupama-FDJ
22 Luis Mas Bonet (Spa) Movistar Team
23 Patrick Konrad (Aut) Bora-Hansgrohe
24 Geraint Thomas (GBr) Team Ineos
25 Robin Carpenter (USA) Rally UHC Cycling
26 Nathan Haas (Aus) Katusha-Alpecin
27 Roman Kreuziger (Cze) Dimension Data
28 Tiesj Benoot (Bel) Lotto Soudal
29 Luis León Sanchez (Spa) Astana Pro Team
30 Maxime Monfort (Bel) Lotto Soudal
31 Carlos Cuesta Barbero (Spa) Movistar Team
32 Carlos Betancur (Col) Movistar Team
33 Gian Friesecke (Swi) Switzerland
34 Nicolas Roche (Irl) Team Sunweb
35 Omar Fraile (Spa) Astana Pro Team
36 Jan Hirt (Cze) Astana Pro Team
37 Wilco Kelderman (Ned) Team Sunweb
38 Simon Spilak (Slo) Katusha-Alpecin
39 Roland Thalmann (Swi) Switzerland
40 Steve Morabito (Swi) Groupama-FDJ
41 Ben King (USA) Dimension Data
42 Jurgen Roelandts (Bel) Movistar Team
43 Merhawi Kudus (Eri) Astana Pro Team
44 Gianluca Brambilla (Ita) Trek-Segafredo
45 Romain Sicard (Fra) Direct Energie
46 Enric Mas (Spa) Deceuninck-QuickStep
47 François Bidard (Fra) AG2R La Mondiale
48 Marc Soler (Spa) Movistar Team
49 Domenico Pozzovivo (Ita) Bahrain-Merida
50 Koen Bouwman (Ned) Team Jumbo-Visma
51 Winner Anacona (Col) Movistar Team
52 Hugh John Carthy (GBr) EF Education First
53 Aurélien Paret Peintre (Fra) AG2R La Mondiale
54 Fabio Felline (Ita) Trek-Segafredo
55 Sergio Henao (Col) UAE Team Emirates
56 Tom Scully (NZl) EF Education First
57 Mathias Frank (Swi) AG2R La Mondiale
58 Kevin Geniets (Lux) Groupama-FDJ
59 Hector Carretero (Spa) Movistar Team
60 Kasper Asgreen (Den) Deceuninck-QuickStep
61 Matteo Fabbro (Ita) Katusha-Alpecin
62 Nathan Brown (USA) EF Education First
63 Enrico Battaglin (Ita) Katusha-Alpecin
64 Patrick Schelling (Swi) Switzerland
65 Larry Warbasse (USA) AG2R La Mondiale
66 Robert Stannard (Aus) Mitchelton-Scott
67 Nicola Conci (Ita) Trek-Segafredo
68 Nikias Arndt (Ger) Team Sunweb
69 Kilian Frankiny (Swi) Groupama-FDJ
70 Fabio Aru (Ita) UAE Team Emirates
71 Rodrigo Contreras (Col) Astana Pro Team
72 Jasper Stuyven (Bel) Trek-Segafredo
73 Jonathan Castroviejo (Spa) Team Ineos
74 Gino Mäder (Swi) Dimension Data
75 Mitchell Docker (Aus) EF Education First
76 Paul Ourselin (Fra) Direct Energie
77 Benjamin Thomas (Fra) Groupama-FDJ
78 Antwan Tolhoek (Ned) Team Jumbo-Visma
79 Michael Valgren Andersen (Den) Dimension Data
80 Tsgabu Grmay (Eth) Mitchelton-Scott
81 Fabien Grellier (Fra) Direct Energie
82 Dries Devenyns (Bel) Deceuninck-QuickStep
83 Stijn Vandenbergh (Bel) AG2R La Mondiale
84 Geoffrey Bouchard (Fra) AG2R La Mondiale
85 Rui Alberto Faria da Costa (Por) UAE Team Emirates
86 Michael Schär (Swi) CCC Team
87 Valerio Agnoli (Ita) Bahrain-Merida
88 Andrey Zeits (Kaz) Astana Pro Team
89 Yuriy Natarov (Kaz) Astana Pro Team
90 Enzo Wouters (Bel) Lotto Soudal
91 Andrea Garosio (Ita) Bahrain-Merida
92 Claudio Imhoff (Swi) Switzerland
93 Simon Pellaud (Swi) Switzerland
94 Matteo Badilatti (Swi) Switzerland
95 Jay Thomson (RSA) Dimension Data
96 Timo Roosen (Ned) Team Jumbo-Visma
97 Reto Hollenstein (Swi) Katusha-Alpecin
98 Tom Bohli (Swi) UAE Team Emirates
99 Pierre-Roger LaTour (Fra) AG2R La Mondiale
100 Lennard Kämna (Ger) Team Sunweb
101 enny Elissonde (Fra) Team Ineos
102 Owain Doull (GBr) Team Ineos
103 Guillaume Van Keirsbulck (Bel) CCC Team
104 Marc Hirschi (Swi) Team Sunweb
105 Pim Ligthart (Ned) Direct Energie
106 Sep Vanmarcke (Bel) EF Education First
107 Szymon Sajnok (Pol) CCC Team
108 Michael Hepburn (Aus) Mitchelton-Scott
109 Sven Erik Bystrøm (Nor) UAE Team Emirates
110 Alexander Edmondson (Aus) Mitchelton-Scott
111 Simon Geschke (Ger) CCC Team
112 Sam Bewley (NZl) Mitchelton-Scott
113 Michael Mørkøv (Den) Deceuninck-QuickStep
114 Adam Hansen (Aus) Lotto Soudal
115 Marcus Burghardt (Ger) Bora-Hansgrohe
116 Daniel Oss (Ita) Bora-Hansgrohe
117 Maximiliano Richeze (Arg) Deceuninck-QuickStep 0:00:51
118 Tom-Jelte Slagter (Ned) Dimension Data
119 Manuele Mori (Ita) UAE Team Emirates
120 Michael Albasini (Swi) Mitchelton-Scott
121 Gavin Mannion (USA) Rally UHC Cycling
122 Tosh Van Der Sande (Bel) Lotto Soudal
123 Lukasz Wisniowski (Pol) CCC Team 0:00:56
124 Kiel Reijnen (USA) Trek-Segafredo
125 Taco van der Hoorn (Ned) Team Jumbo-Visma
126 Jelle Vanendert (Bel) Lotto Soudal 0:00:58
127 Maciej Bodnar (Pol) Bora-Hansgrohe
128 Rob Britton (Can) Rally UHC Cycling
129 Brandon McNulty (USA) Rally UHC Cycling
130 Luke Rowe (GBr) Team Ineos
131 Svein Tuft (Can) Rally UHC Cycling
132 Søren Kragh Andersen (Den) Team Sunweb 0:01:03
133 Patrick Bevin (NZl) CCC Team 0:01:26
134 Michael Gogl (Aut) Trek-Segafredo 0:01:47
135 Lukas Pöstlberger (Aut) Bora-Hansgrohe 0:01:57
136 Floris De Tier (Bel) Team Jumbo-Visma 0:02:08
137 Bert-Jan Lindeman (Ned) Team Jumbo-Visma 0:02:14
138 Lilian Calmejane (Fra) Direct Energie
139 Jérôme Cousin (Fra) Total Direct Energie
140 Willem Jakobus Smit (RSA) Katusha-Alpecin 0:02:17
141 Yves Lampaert (Bel) Deceuninck-QuickStep
142 Ryan Anderson (Can) Rally UHC Cycling
143 Antonio Nibali (Ita) Bahrain-Merida 0:02:20
144 Andreas Schillinger (Ger) Bora-Hansgrohe

CLASSIFICA GENERALE

1 Peter Sagan (Svk) Bora-Hansgrohe 7:51:31
2 Kasper Asgreen (Den) Deceuninck-QuickStep 0:00:10
3 Rohan Dennis (Aus) Bahrain-Merida 0:00:11
4 Michael Matthews (Aus) Team Sunweb
5 Lawson Craddock (USA) EF Education First 0:00:16
6 Stefan Küng (Swi) Groupama-FDJ 0:00:20
7 Matteo Trentin (Ita) Mitchelton-Scott 0:00:27
8 Geraint Thomas (GBr) Team Ineos 0:00:28
9 Jonathan Castroviejo (Spa) Team Ineos 0:00:29
10 Luis León Sanchez (Spa) Astana Pro Team
11 Winner Anacona (Col) Movistar Team
12 Patrick Konrad (Aut) Bora-Hansgrohe 0:00:30
13 Nathan Haas (Aus) Katusha-Alpecin
14 Fabio Felline (Ita) Trek-Segafredo
15 Egan Bernal (Col) Team Ineos 0:00:34
16 Omar Fraile (Spa) Astana Pro Team
17 Kevin Geniets (Lux) Groupama-FDJ 0:00:36
18 Tiesj Benoot (Bel) Lotto Soudal
19 Nicolas Roche (Irl) Team Sunweb 0:00:37
20 Luis Mas Bonet (Spa) Movistar Team 0:00:38
21 Marc Soler (Spa) Movistar Team 0:00:40
22 Fabio Aru (Ita) UAE Team Emirates 0:00:41
23 Steve Morabito (Swi) Groupama-FDJ 0:00:42
24 Carlos Betancur (Col) Movistar Team 0:00:44
25 Romain Sicard (Fra) Direct Energie 0:00:45
26 Michael Valgren Andersen (Den) Dimension Data
27 Sergio Henao (Col) UAE Team Emirates 0:00:47
28 Greg Van Avermaet (Bel) CCC Team 0:00:48
29 Simon Geschke (Ger) CCC Team 0:00:49
30 Simon Spilak (Slo) Katusha-Alpecin
31 Mathias Frank (Swi) AG2R La Mondiale 0:00:50
32 Jan Hirt (Cze) Astana Pro Team 0:00:51
33 Nicola Conci (Ita) Trek-Segafredo
34 Hugh John Carthy (GBr) EF Education First
35 Enric Mas (Spa) Deceuninck-QuickStep 0:00:54
36 Dries Devenyns (Bel) Deceuninck-QuickStep 0:00:56
37 Koen Bouwman (Ned) Team Jumbo-Visma 0:00:57
38 Nathan Brown (USA) EF Education First 0:00:59
39 Roman Kreuziger (Cze) Dimension Data 0:01:00
40 Matteo Fabbro (Ita) Katusha-Alpecin 0:01:03
41 Domenico Pozzovivo (Ita) Bahrain-Merida 0:01:04
42 Ben Swift (GBr) Team Ineos
43 Roland Thalmann (Swi) Switzerland 0:01:06
44 Geoffrey Bouchard (Fra) AG2R La Mondiale 0:01:08
45 Gianluca Brambilla (Ita) Trek-Segafredo 0:01:09
46 Patrick Schelling (Swi) Switzerland 0:01:11
47 Enrico Battaglin (Ita) Katusha-Alpecin 0:01:12
48 Hector Carretero (Spa) Movistar Team 0:01:15
49 Kilian Frankiny (Swi) Groupama-FDJ
50 Aurélien Paret Peintre (Fra) AG2R La Mondiale 0:01:16
51 Michael Schär (Swi) CCC Team 0:01:19
52 Robert Stannard (Aus) Mitchelton-Scott 0:01:22
53 François Bidard (Fra) AG2R La Mondiale 0:01:23
54 Sven Erik Bystrøm (Nor) UAE Team Emirates 0:01:26
55 Marc Hirschi (Swi) Team Sunweb 0:01:27
56 Merhawi Kudus (Eri) Astana Pro Team 0:01:30
57 enny Elissonde (Fra) Team Ineos 0:01:35
58 Lennard Kämna (Ger) Team Sunweb 0:01:36
59 Wilco Kelderman (Ned) Team Sunweb 0:01:39
60 Matteo Badilatti (Swi) Switzerland 0:01:57
61 Michael Albasini (Swi) Mitchelton-Scott 0:02:05
62 Tsgabu Grmay (Eth) Mitchelton-Scott 0:02:12
63 Yves Lampaert (Bel) Deceuninck-QuickStep 0:02:46
64 Nikias Arndt (Ger) Team Sunweb 0:03:40
65 Lilian Calmejane (Fra) Direct Energie 0:04:03
66 Gino Mäder (Swi) Dimension Data 0:04:11
67 Daniel Oss (Ita) Bora-Hansgrohe 0:04:29
68 Carlos Cuesta Barbero (Spa) Movistar Team 0:04:34
69 Søren Kragh Andersen (Den) Team Sunweb 0:05:18
70 Lukas Pöstlberger (Aut) Bora-Hansgrohe 0:05:55
71 Matej Mohoric (Slo) Bahrain-Merida 0:06:19
72 Michael Hepburn (Aus) Mitchelton-Scott 0:06:33
73 Willem Jakobus Smit (RSA) Katusha-Alpecin 0:06:36
74 Benjamin Thomas (Fra) Groupama-FDJ 0:06:40
75 Maxime Monfort (Bel) Lotto Soudal 0:06:45
76 Stan Dewulf (Bel) Lotto Soudal 0:06:49
77 Brandon McNulty (USA) Rally UHC Cycling 0:06:58
78 Patrick Bevin (NZl) CCC Team 0:07:00
79 Marcus Burghardt (Ger) Bora-Hansgrohe 0:07:16
80 Adam Hansen (Aus) Lotto Soudal 0:07:28
81 Sep Vanmarcke (Bel) EF Education First 0:08:40
82 Rodrigo Contreras (Col) Astana Pro Team 0:08:50
83 Rui Alberto Faria da Costa (Por) UAE Team Emirates 0:08:52
84 Pierre-Roger LaTour (Fra) AG2R La Mondiale 0:08:55
85 Andrey Zeits (Kaz) Astana Pro Team 0:09:04
86 Larry Warbasse (USA) AG2R La Mondiale 0:09:07
87 Paul Ourselin (Fra) Direct Energie 0:09:12
88 Simon Pellaud (Swi) Switzerland 0:09:17
89 Yuriy Natarov (Kaz) Astana Pro Team 0:09:21
90 Timo Roosen (Ned) Team Jumbo-Visma 0:09:27
91 Antwan Tolhoek (Ned) Team Jumbo-Visma 0:09:29
92 Tom-Jelte Slagter (Ned) Dimension Data 0:09:52
93 Rob Britton (Can) Rally UHC Cycling 0:10:01
94 Manuele Mori (Ita) UAE Team Emirates 0:10:40
95 Tom Scully (NZl) EF Education First 0:11:52
96 Claudio Imhoff (Swi) Switzerland 0:11:54
97 Tom Bohli (Swi) UAE Team Emirates 0:11:56
98 Owain Doull (GBr) Team Ineos 0:12:00
99 Alexander Edmondson (Aus) Mitchelton-Scott 0:12:02
100 Mitchell Docker (Aus) EF Education First 0:12:06
101 Gian Friesecke (Swi) Switzerland 0:12:09
102 Elia Viviani (Ita) Deceuninck-QuickStep 0:12:13
103 Ivan Garcia (Spa) Bahrain-Merida 0:12:15
104 Jasper Stuyven (Bel) Trek-Segafredo
105 Reto Hollenstein (Swi) Katusha-Alpecin 0:12:19
106 John Degenkolb (Ger) Trek-Segafredo 0:12:23
107 Reinardt Janse Van Rensburg (RSA) Dimension Data
108 Sam Bewley (NZl) Mitchelton-Scott 0:12:25
109 Jay Thomson (RSA) Dimension Data 0:12:28
110 Rick Zabel (Ger) Katusha-Alpecin 0:12:30
111 Szymon Sajnok (Pol) CCC Team 0:12:36
112 Ben King (USA) Dimension Data
113 Robin Carpenter (USA) Rally UHC Cycling 0:12:38
114 Guillaume Van Keirsbulck (Bel) CCC Team
115 Stijn Vandenbergh (Bel) AG2R La Mondiale
116 Maciej Bodnar (Pol) Bora-Hansgrohe 0:12:39
117 Thomas Boudat (Fra) Direct Energie
118 Fabian Lienhard (Swi) Switzerland 0:12:41
119 Colin Joyce (USA) Rally UHC Cycling 0:12:42
120 Valerio Agnoli (Ita) Bahrain-Merida 0:12:43
121 Alexander Kristoff (Nor) UAE Team Emirates 0:12:44
122 Michael Mørkøv (Den) Deceuninck-QuickStep 0:12:48
123 Pim Ligthart (Ned) Direct Energie 0:12:56
124 Fabien Grellier (Fra) Direct Energie 0:12:57
125 Jurgen Roelandts (Bel) Movistar Team
126 Lukasz Wisniowski (Pol) CCC Team 0:12:58
127 Andrea Garosio (Ita) Bahrain-Merida 0:13:00
128 Daniel Hoelgaard (Nor) Groupama-FDJ 0:13:12
129 Maximiliano Richeze (Arg) Deceuninck-QuickStep
130 Gavin Mannion (USA) Rally UHC Cycling 0:13:20
131 Enzo Wouters (Bel) Lotto Soudal 0:13:28
132 Taco van der Hoorn (Ned) Team Jumbo-Visma 0:13:41
133 Svein Tuft (Can) Rally UHC Cycling 0:13:43
134 Tosh Van Der Sande (Bel) Lotto Soudal 0:13:53
135 Jelle Vanendert (Bel) Lotto Soudal 0:14:00
136 Michael Gogl (Aut) Trek-Segafredo 0:14:05
137 Luke Rowe (GBr) Team Ineos 0:14:14
138 Kiel Reijnen (USA) Trek-Segafredo 0:14:15
139 Jérôme Cousin (Fra) Total Direct Energie 0:14:47
140 Andreas Schillinger (Ger) Bora-Hansgrohe 0:15:04
141 Ryan Anderson (Can) Rally UHC Cycling 0:15:05
142 Bert-Jan Lindeman (Ned) Team Jumbo-Visma 0:15:07
143 Antonio Nibali (Ita) Bahrain-Merida 0:15:08
144 Floris De Tier (Bel) Team Jumbo-Visma 0:15:13

Alla terza tappa del Tour de Suisse Peter Sagan ottiene la sua prima vittoria della stagione in Europa, dopo le affermazioni finora conseguite in Australia al Tour Down Under e in America al Giro della California (foto Bettini)

Alla terza tappa del Tour de Suisse Peter Sagan ottiene la sua prima vittoria della stagione in Europa, dopo le affermazioni finora conseguite in Australia al Tour Down Under e in America al Giro della California (foto Bettini)

17-06-2019

giugno 17, 2019 by Redazione  
Filed under Ordini d'arrivo

TOUR DE SUISSE

Lo slovacco Peter Sagan (Bora – Hansgrohe) si è imposto nella terza tappa, Flamatt – Murten, percorrendo 162.3 Km in 3h39′25″ alla media di 44.38 Km/h. Ha preceduto allo sprint l’italiano Elia Viviani (Deceuninck – Quick Step) e il tedesco John Degenkolb. Sagan è il nuovo leader della classifica con 10″ sul danese Kasper Asgreen e 11″ sull’australiano Rohan Dennis Miglior italiano Matteo Trentin (Mitchelton-Scott), 7° a 27″.

GIRO D’ITALIA UNDER 23

Il colombiano Andres Camilo Ardila (nazionale colombiana) si è imposto nella quarta tappa, Buonconvento – Monte Amiata, percorrendo 140.2 Km in 4h05′42″ alla media di 34.24 Km/h. Ha preceduto di 18″ il belga Viktor Verschaeve e di 24″ il connazionale Einer Augusto Rubio Reyes. Miglior italiano Alessandro Covi (Team Colpack), 4° a 35″. Ardila è la nuova maglia rosa con 18″ su Covi e 1′05″ sull’italiano Filippo Conca (Biesse Carrera)

MONT VENTOUX DÉNIVELÉ CHALLENGE

Lo spagnolo Jesús Herrada López (Cofidis, Solutions Crédits) si è imposto nella corsa francese, Vaison-la-Romaine – Mont Ventoux, percorrendo 173 Km in 5h02′05″ alla media di 34.36 Km/h. Ha preceduto di 9″ il francese Romain Bardet e di 1′12″ l’estone Rein Taaramäe. Miglior italiano Pierpaolo Ficara (Amore & Vita – Prodir), 7° a 2′40″.

LES CHALLENGES DE LA MARCHE VERTE – GP SAKIA EL HAMRA

in aggiornamento

LE TOUR DE FILIPINAS

L’australiano Jesse Coyle (Nero Bianchi) si è imposto nella quarta tappa, circuito di Legazpi, percorrendo 176 Km in 4h28′41″ alla media di 39.30 Km/h. Ha preceduto allo sprint il malesiano Muhammad Shaiful Adlan Mohd Shukri e di 32″ il tedesco Mario Vogt. L’olandese Jeroen Meijers (Taiyuan Miogee Cycling Team) è ancora leader della classifica con 45″ sul singaporiano singaporiano Choon Huat Goh e 1′38″ sull’australiano Angus Lyons

IL FENOMENALE EVENEPOEL CONQUISTA IL “SUO” BELGIO

giugno 17, 2019 by Redazione  
Filed under Copertina, News

È iniziata l’era di Remco Evenepoel, che a 19 anni vince la classifica generale del Giro del Belgio, arricchendola di un’importante vittoria di tappa. Sul podio con il baby fenomeno della Deceuninck-Quick Step salgono i connazionali Victor Campenaerts e Tim Wellens, entrambi portacolori della Lotto-Soudal, distanziati rispettivamente di 52” e 2’02”.

Cosa dire quando un ragazzo di diciannove anni si afferma in questa maniera e con questi numeri in una corsa professionistica? Vuol dire innanzitutto che questo corridore è davvero forte ma, anche per la giovane età, ancora tutto da scoprire. Per capire meglio questa vittoria, è giusto ricapitolare come siano andate le cinque tappe di quest’edizione del Giro del Belgio.
La prima frazione presentava un percorso decisamente adatto ai velocisti, totalmente pianeggiante, con l’arrivo posto a Knokke-Heist, località portuale della costa belga del Mare del Nord. I favoriti per la vittoria erano i velocisti ma le cattive condizioni climatiche e i calcoli sbagliati del gruppo hanno permesso a Jan-Wilhelm van Schip (Roompot – Charles) di aggiudicarsi la frazione inaugurale, anticipando di 4” il gruppo regolato allo sprint dal belga Tim Merlier (Corendon – Circus) sull’olandese Fabio Jakobsen (Deceuninck-Quick Step). Venne poi la frazione dei muri in pavé, quella che ricalcava per sommi capi il percorso del Giro delle Fiandre, con il Muur, il Tenbosse e il Berendries, per una difficoltà complessiva abbastanza elevata. È qui che Remco Evenepoel (Deceuninck-Quick Step) ha fatto la differenza, prima inserendosi nella fuga da lontano e poi staccando tutti i compagni di avventura, arrivando da solo al traguardo. Un numero incredibile quello eseguito dal giovane belga, che ha distanziato di 42” il gruppetto inseguitore, stavolta regolato da Jakobsen su Merlier, e che gli vale anche l’insegna del leader della gara. Una maglia di leader che ha difeso senza nemmeno troppo soffrire nella cronometro individuale in programma il terzo giorno di corsa, sulla distanza di 9 chilometri, vinta ai 51 km/h di media da Tim Wellens (Lotto-Soudal), con un secondo di vantaggio sul connazionale Nathan Van Hooydonck (nazionale belga) e con due secondi sul compagno di squadra Victor Campenaerts, mentre Evenepoel giunge quarto a tre secondi confermandosi leader. La quarta tappa è quella che gli esperti definiscono “tappa regina”, quella più impegnativa, che prevedeva le salite della Vallonia, tipiche della Liegi-Bastogne-Liegi come la Redoute e la Roche-aux-Faucons, con partenza ed arrivo fissate in quel di Seraing. In teoria Evenepoel si sarebbe dovuto difendere dagli attacchi di Wellens, ma in pratica la previsione si è avverata solo a metà, perché è vero che Wellens ha attaccato nel finale, ma il contrattacco del leader della corsa ha sorpreso tutti, Wellens compreso che infatti è rimasto attardato. Il contropiede di Evenepoel è stato seguito dal danese Andreas Kron (Riwal Readynez) e da Campenaerts, ed insieme a questi è andato al traguardo: allo sprint ha avuto la meglio Campenaerts, il quale ha preceduto Kron ed Evenepoel, mentre il resto del gruppo è giunto a Seraing con un minuto di ritardo. La situazione di classifica, all’alba dell’ultima facile tappa destinata ai velocisti, favoriva sicuramente Evenepoel, il quale si trovava leader con un vantaggio consistente e tranquillizzante sugli avversari. L’ultima frazione era praticamente un “piattone” di 158 chilometri da Tongeren a Beringen, e che, come naturale che fosse, si è conclusa in volata con il successo del francese Bryan Coquard (Vital Concept – B&B Hotels) sul connazionale Pierre Barbier (Natura4Ever – Roubaix Lille Métropole) e sul lettone Emīls Liepiņš (Wallonie-Bruxelles). Evenepoel ha corso un brivido nel finale essendo stato coinvolto in una caduta sul rettilineo d’arrivo, ma è comunque riuscito a mantenere la leadership senza perdere secondi dai più diretti contendenti. È nato quindi un nuovo fenomeno?

Paolo Terzi

CLASSIFICA GENERALE

1 Remco Evenepoel (Bel) Deceuninck-QuickStep 15:49:17
2 Victor Campenaerts (Bel) Lotto Soudal 0:00:52
3 Tim Wellens (Bel) Lotto Soudal 0:02:22
4 Toon Aerts (Bel) Telenet Fidea Lions 0:02:28
5 Andreas Lorentz Kron (Den) Riwal Readynez Cycling Team 0:02:29
6 Jasper Philipsen (Bel) UAE Team Emirates
7 Bryan Coquard (Fra) Vital Concept-B&B Hotel
8 Loïc Vliegen (Bel) Wanty-Gobert 0:02:38
9 Aimé De Gendt (Bel) Wanty – Gobert Cycling Team 0:02:29
10 Pieter Weening (Ned) Roompot-Charles

Remco Evenepoel al traguardo della decisiva tappa di Zottegem, disputata sui muri del Giro delle Fiandre (Getty Images)

Remco Evenepoel al traguardo della decisiva tappa di Zottegem, disputata sui muri del Giro delle Fiandre (Getty Images)

MAZZUCCO E GLI STERRATI CAMBIANO IL VOLTO AL GIRO

giugno 17, 2019 by Redazione  
Filed under Copertina, News

L’attesa tappa degli sterrati chiantigiani ha rivoluzionato la classifica del Giro d’Italia Under23 con l’uscita di scena dei dominatori britannici delle prime frazioni e l’ingresso in campo di Fabio Mazzucco, il più fortunato e resistente tra i dieci corridori che avevano promosso la fuga di giornata. Ma da domani si cambia nuovamente musica con la prima tappa di montagna

C’è voluto il bianco mangiare degli sterrati del Chianti per spazzar via d’un soffio l’egemonia britannica dal Giro d’Italia Under23. La nazionale proveniente dalla terra d’Albione aveva monopolizzato i piani più alti di ordini d’arrivo e classifica generale nei primi tre giorni di corsa, prima con le vittorie di Ethan Hayter nel cronoprologo di Riccione e nella frazione con arrivo a Santa Sofia, poi con l’affermazione allo sprint di Matthew Walls in quel di Pescia, ottimamente pilotato dallo stesso Hayter. Oggi, invece, nella corsa rosa tutto è cambiato e ben prima di giunger a mettere le ruote sui cinque settori di “strade bianche” che caratterizzavano gli ultimi 45 Km della Sesto Fiorentino – Gaiole in Chianti. La chiave di volta della tappa, dopo una partenza priva di grandi note di cronaca, si aveva con l’approdo della corsa tra i colli del Chianti quando, trascorsi una sessantina di chilometri dal via, prendeva forma una fuga a dieci voci dalla quale sarebbe uscito sull’ultimo tratto di sterrato il vincitore di quest’attesa frazione, che sarebbe andato a prendere anche la maglia rosa. Gli ardimentosi erano Theo Nonnez della Groupama-FDJ Continental, Henri Vandenabeele della Lotto Soudal Under 23, il figlio d’arte Alexander Konychev della Dimension Data for Qhubeka, Davide Casarotto della General Store, Fabio Mazzucco della Sangemini-Trevigiani, Andres Ardila della nazionale colombiana, Filippo Conca della Biesse Carrera, Nicolas Dalla Valle, Markus Wildauer e Georg Zimmermann, questi ultimi affiliati al Tirol KTM Cycling Team. La maglia rosa Ethan Hayter non riusciva a reagire e nemmeno a infilarsi nel nutrito plotone di quaranta corridori che sulla salita di Radda andava a interporsi tra gli uomini di testa e il resto del gruppo e che dopo un centinaio di chilometri dalla partenza viaggiava con 1’15” di ritardo dai fuggitivi, mentre Hayter arrivava ad accusare un passivo superiore ai 4 minuti. Terminata la discesa da Castellina si giungeva sul primo settore di sterrato, percorrendo il quale dal gruppo di testa si staccavano Nonnez e Casarotto; all’attaco del secondo settore, il più impegnativo poiché coincidente con la salita verso Vagliagli (4.2 Km al 5.4%), riusciva a raggiungere la testa della corsa – unico tra i 40 corridori inseguitori – Alessandro Covi (Team Colpack), ma proprio in quel momento si verificava il decisivo attacco di Mazzucco e Zimmermann, che salutavano i compagni di viaggio e insieme percorrevano i successivi settori di strade bianche. La coppia, però, era destinata a “scoppiare” e ciò accadeva nell’affrontare l’ultimo settore di sterrato, a causa di una foratura che attardava il corridore tedesco, mentre Mazzuco non subiva intralci e andava a percorrere in beata solitudine gli ultimi 11 Km, giungendo al traguardo di Gaiole con 1’03” su Wildauer, che nel frattempo aveva ripreso lo sfortunato compagno di squadra Zimmermann, terzo con lo stesso distacco. Gli altri componenti della fuga nata molti chilometri prima erano stati nel frattempo raggiunti dai più immediati inseguitori e con loro giungevano al traguardo, all’interno di un gruppo di 25 corridori che si classificava con 1’11” di ritardo. Bisognerà attendere quasi 4 minuti e mezzo per vedere tagliare la linea d’arrivo Hayter, per ovvie ragioni con la maglia rosa fisicamente sulle spalle, ma che nel dopo tappa sarà costretto a cederla proprio a Mazzucco, nuovo leader del Giro Under23 con un minuto esatto di vantaggio sul compagno d’avventura Zimmermann e 1’04” sul francese Alexys Brunel (Groupama-FDJ Continental), mentre Hayter sprofonda dal primo al ventisettesimo posto della classifica con 4’08” di ritardo. Domani entreranno per la prima volta in scena gli scalatori sul palco del Monte Amiata, che attende la corsa a 1653 metri di quota, al termine di un’ascesa lunga una dozzina di chilometri e caratterizzata da una pendenza media del 6.7%.

Mauro Facoltosi

Fabio Mazzucco vince lattesa tappa degli sterrati chiantigiani (foto IsolaPress)

Fabio Mazzucco vince l'attesa tappa degli sterrati chiantigiani (foto IsolaPress)

VITTORIA DA LEÓN AL TOUR DE SUISSE

giugno 16, 2019 by Redazione  
Filed under Copertina, News

Lo spagnolo dell’Astana Luis León Sánchez attacca in discesa da solo, resiste al ritorno del gruppo in pianura e va a vincere la prima tappa in linea del Giro di Svizzera. Seconda posizione per Peter Sagan (Bora-Hansgrohe), terzo Matteo Trentin (Mitchelton-Scott). Kasper Asgreen (Deceuninck – Quick Step) nuovo leader della generale.

Dopo la cronometro che ha inaugurato ieri la ottantreesima edizione del Giro di Svizzera, oggi si correva una frazione che partiva e terminava nella medesima località del prologo, Langnau im Emmental, 159.6 chilometri caratterizzati da un circuito da ripetere tre volte tra i colli limitrofi della cittadina svizzera. Le due asperità che il gruppo doveva affrontare a ciascuna tornata erano i Gran Premi della Montagna di seconda categoria dello Schallenberg, lungo 8 chilometri col 5,1% di pendenza media, e del Chuderhüsi, lungo 3 chilometri col 9% di pendenza media. Il leader della classifica generale era l’australiano Rohan Dennis (Bahrain-Merida), che per soli 10 centesimi di secondo ieri aveva preceduto Maciej Bodnar (Bora-Hansgrohe). Non prendeva il via Bruno Armirail (Groupama – FDJ), a causa di problemi di salute sopraggiunti nella notte.
Subito la partenza andava all’attacco un gruppetto di ciclisti, tra i quali Guillaume Van Keirsbulck (CCC Team), Fabien Grellier (Total Direct Énergie), Gavin Mannion (Rally UHC Cycling) e il corridore di casa Claudio Imhof (nazionale elvetica), che transitva per primo ai primi due sprint intermedi, entrambi previsti ad Häbern. Lo stesso corridore svizzero, molto attivo oggi, conquistava anche i due GPM collocati nel corso del secondo giro, andando ad ottenere i punti necessari per vestira a sera la maglia a pois, quella destinata al leader della classifica degli scalatori.
Sotto la spinta della Bahrain-Merida prima e della Bora Hansgrohe poi il gruppo raggiungeva e annullava la fuga prima di affrontare per l’ultima volta il circuito disegnato intorno a Langnau im Emmental. Peter Sagan faceva lavorare molto la sua squadra essendo il tre volte camione del mondo dietro di soli 7” rispetto al leader della classifica generale Dennis; con gli abbuoni in palio al traguardo c’era, infatti, la grande opportunità di conquistare tappa e prima posizione in classifica. Una volta che il gruppo si era compattato iniziavano vari attacchi. Il primo a provarci era Omar Fraile (Astana ), che andava a conquistare l’ultimo traguardo volante di Häbern. Dopo cercavano ad evadere Mathias Frank (AG2R La Mondiale) e Kasper Asgreen (Deceuninck – Quick Step), che transitava per primo sul Chuderhüsi, ma un ottimo Domenico Pozzovivo (Bahrain-Merida), che aveva ancora una buona forma fisica dopo il Giro d’Italia, faceva buona guardia annullando i vari attacchi intrapresi contro il proprio capitano Dennis.
Sfruttando le sue note doti atletiche e tecniche in discesa riusciva ad evadere dal controllo del gruppo Luis León Sánchez (Astana), il quale sorprendeva una Bahrain fino a quel momento attentissima e prendeva il largo a quasi venti chilometri dalla linea d’arrivo. La Bora-Hansgrohe di Peter Sagan, che era il favorito sulla carta di oggi, prendeva le prime posizioni del plotone per riprendere l’attaccante spagnolo. Sánchez non cedeva nemmeno un metro e andava a vincere con 6” di vantaggio sugli inseguitori la seconda tappa del Giro di Svizzera, agguantando una vittoria che gli mancava da febbraio, quando si era imposto nella Vuelta a Murcia. Sagan regolava il gruppo con un sprint di forza e potenza e con il rammarico dell’aver sottovalutato l’azione di Sánchez. La terza posizione andava a Matteo Trentin (Mitchtelton-Scott) mentre quarto era Kasper Asgreen (Deceuninck – Quick Step) che, grazie agli abbuoni, diventava il nuovo leader della classifica generale precedendo Peter Sagan per qualche centesimo di secondo e di un solo secondo Dennis. Da segnalare una caduta nell’ultimo giro di Rui Costa (UAE-Team Emirates), vincitore di tre Tour de Suisse consecutivi tra il 2012 e il 2014, che arrivava al traguardo con 8′01”di ritardo dal vincitore e che deciderà nelle prossime ore se continuare la corsa. Appuntamento a domani con la tappa che da Flamatt condurrà i corridori a Murten, frazione sulla carta riservata ai velocisti, con Peter Sagan che avrà un’altra possibilità di prendersi la leadership della classifica generale.

Luigi Giglio

ORDINE D’ARRIVO

1 Luis León Sanchez (Spa) Astana Pro Team 4:01:21
2 Peter Sagan (Svk) Bora-Hansgrohe
3 Matteo Trentin (Ita) Mitchelton-Scott
4 Kasper Asgreen (Den) Deceuninck-QuickStep
5 Greg Van Avermaet (Bel) CCC Team
6 Michael Matthews (Aus) Team Sunweb
7 Omar Fraile (Spa) Astana Pro Team
8 Sven Erik Bystrøm (Nor) UAE Team Emirates
9 Nathan Haas (Aus) Katusha-Alpecin
10 Ben Swift (GBr) Team Ineos
11 Lilian Calmejane (Fra) Direct Energie
12 Stefan Küng (Swi) Groupama-FDJ
13 Michael Valgren Andersen (Den) Dimension Data
14 Gianluca Brambilla (Ita) Trek-Segafredo
15 Roland Thalmann (Sui) Switzerland
16 Aurélien Paret Peintre (Fra) AG2R La Mondiale
17 Egan Bernal (Col) Team Ineos
18 Carlos Betancur (Col) Movistar Team
19 Koen Bouwman (Ned) Team Jumbo-Visma
20 Merhawi Kudus (Eri) Astana Pro Team
21 Nicola Conci (Ita) Trek-Segafredo
22 Kevin Geniets (Lux) Groupama-FDJ
23 Enric Mas (Spa) Deceuninck-QuickStep
24 Patrick Konrad (Aut) Bora-Hansgrohe
25 Nicolas Roche (Irl) Team Sunweb
26 Roman Kreuziger (Cze) Dimension Data
27 Robert Stannard (Aus) Mitchelton-Scott
28 Geraint Thomas (GBr) Team Ineos
29 Tiesj Benoot (Bel) Lotto Soudal
30 François Bidard (Fra) AG2R La Mondiale
31 Hector Carretero (Spa) Movistar Team
32 Rohan Dennis (Aus) Bahrain-Merida
33 Enrico Battaglin (Ita) Katusha-Alpecin
34 Dries Devenyns (Bel) Deceuninck-QuickStep
35 Hugh John Carthy (GBr) EF Education First
36 Nathan Brown (USA) EF Education First
37 Sergio Henao (Col) UAE Team Emirates
38 Mathias Frank (Swi) AG2R La Mondiale
39 Romain Sicard (Fra) Direct Energie
40 Simon Spilak (Slo) Katusha-Alpecin
41 Patrick Schelling (Sui) Switzerland
42 Fabio Aru (Ita) UAE Team Emirates
43 Wilco Kelderman (Ned) Team Sunweb
44 Winner Anacona (Col) Movistar Team
45 Domenico Pozzovivo (Ita) Bahrain-Merida
46 Jan Hirt (Cze) Astana Pro Team
47 Steve Morabito (Swi) Groupama-FDJ
48 Matteo Fabbro (Ita) Katusha-Alpecin
49 Kilian Frankiny (Swi) Groupama-FDJ
50 Fabio Felline (Ita) Trek-Segafredo
51 Kenny Elissonde (Fra) Team Ineos
52 Marc Soler (Spa) Movistar Team
53 Geoffrey Bouchard (Fra) AG2R La Mondiale
54 Luis Mas Bonet (Spa) Movistar Team
55 Lawson Craddock (USA) EF Education First
56 Jonathan Castroviejo (Spa) Team Ineos
57 Matteo Badilatti (Swi) Israel Cycling Academy
58 Yves Lampaert (Bel) Deceuninck-QuickStep
59 Simon Geschke (Ger) CCC Team
60 Michael Albasini (Swi) Mitchelton-Scott 0:00:15
61 Michael Schär (Swi) CCC Team 0:00:34
62 Marc Hirschi (Swi) Team Sunweb 0:00:41
63 Lennard Kämna (Ger) Team Sunweb 0:00:55
64 Tsgabu Grmay (Eth) Mitchelton-Scott 0:01:28
65 Daniel Oss (Ita) Bora-Hansgrohe 0:03:12
66 Willem Jakobus Smit (RSA) Katusha-Alpecin
67 Gino Mäder (Swi) Dimension Data
68 Nikias Arndt (Ger) Team Sunweb
69 Lukas Pöstlberger (Aut) Bora-Hansgrohe
70 Carlos Cuesta Barbero (Spa) Movistar Team
71 Søren Kragh Andersen (Den) Team Sunweb 0:04:08
72 Brandon McNulty (USA) Rally UHC Cycling 0:05:21
73 Matej Mohoric (Slo) Bahrain-Merida
74 Patrick Bevin (NZl) CCC Team
75 Adam Hansen (Aus) Lotto Soudal 0:06:14
76 Stan Dewulf (Bel) Lotto Soudal
77 Maxime Monfort (Bel) Lotto Soudal
78 Michael Hepburn (Aus) Mitchelton-Scott
79 Benjamin Thomas (Fra) Groupama-FDJ
80 Marcus Burghardt (Ger) Bora-Hansgrohe
81 Simon Pellaud (Sui) Switzerland 0:08:10
82 Tom-Jelte Slagter (Ned) Dimension Data
83 Paul Ourselin (Fra) Direct Energie
84 Rui Alberto Faria Da Costa (Por) UAE Team Emirates
85 Rob Britton (Can) Rally UHC Cycling
86 Antwan Tolhoek (Ned) Team Jumbo-Visma
87 Timo Roosen (Ned) Team Jumbo-Visma
88 Yuriy Natarov (Kaz) Astana Pro Team
89 Rodrigo Contreras (Col) Astana Pro Team
90 Manuele Mori (Ita) UAE Team Emirates
91 Sep Vanmarcke (Bel) EF Education First
92 Andrey Zeits (Kaz) Astana Pro Team
93 Larry Warbasse (USA) AG2R La Mondiale
94 Pierre-Roger LaTour (Fra) AG2R La Mondiale
95 Valerio Agnoli (Ita) Bahrain-Merida 0:11:36
96 Claudio Imhoff (Sui) Switzerland
97 Daniel Hoelgaard (Nor) Groupama-FDJ
98 Stijn Vandenbergh (Bel) AG2R La Mondiale
99 Reinardt Janse Van Rensburg (RSA) Dimension Data
100 Gian Friesecke (Sui) Switzerland
101 Mitchell Docker (Aus) EF Education First
102 Ivan Garcia (Spa) Bahrain-Merida
103 Guillaume Van Keirsbulck (Bel) CCC Team
104 Fabien Grellier (Fra) Direct Energie
105 Tosh Van Der Sande (Bel) Lotto Soudal
106 Ben King (USA) Dimension Data
107 Fabian Lienhard (Sui) Switzerland
108 Jay Thomson (RSA) Dimension Data
109 Ryan Anderson (Can) Rally UHC Cycling
110 Floris De Tier (Bel) Team Jumbo-Visma
111 Jérôme Cousin (Fra) Total Direct Energie
112 Szymon Sajnok (Pol) CCC Team
113 Enzo Wouters (Bel) Lotto Soudal
114 Reto Hollenstein (Swi) Katusha-Alpecin
115 Kiel Reijnen (USA) Trek-Segafredo
116 Michael Gogl (Aut) Trek-Segafredo
117 Daniel McLay (GBr) EF Education First
118 Andrea Garosio (Ita) Bahrain-Merida
119 John Degenkolb (Ger) Trek-Segafredo
120 Jasper Stuyven (Bel) Trek-Segafredo
121 Colin Joyce (USA) Rally UHC Cycling
122 Robin Carpenter (USA) Rally UHC Cycling
123 Lukasz Wisniowski (Pol) CCC Team
124 Maciej Bodnar (Pol) Bora-Hansgrohe
125 Alexander Edmondson (Aus) Mitchelton-Scott
126 Rick Zabel (Ger) Katusha-Alpecin
127 Andreas Schillinger (Ger) Bora-Hansgrohe
128 Tom Scully (NZl) EF Education First
129 Antonio Nibali (Ita) Bahrain-Merida
130 Pim Ligthart (Ned) Direct Energie
131 Jelle Vanendert (Bel) Lotto Soudal
132 Svein Tuft (Can) Rally UHC Cycling
133 Sam Bewley (NZl) Mitchelton-Scott
134 Michael Mørkøv (Den) Deceuninck-QuickStep
135 Luke Rowe (GBr) Team Ineos
136 Maximiliano Richeze (Arg) Deceuninck-QuickStep
137 Owain Doull (GBr) Team Ineos
138 Elia Viviani (Ita) Deceuninck-QuickStep
139 Thomas Boudat (Fra) Direct Energie
140 Bert-Jan Lindeman (Ned) Team Jumbo-Visma
141 Tom Bohli (Swi) UAE Team Emirates
142 Jurgen Roelandts (Bel) Movistar Team
143 Gavin Mannion (USA) Rally UHC Cycling
144 Taco van der Hoorn (Ned) Team Jumbo-Visma
145 Alexander Kristoff (Nor) UAE Team Emirates

CLASSIFICA GENERALE

1 Kasper Asgreen (Den) Deceuninck-QuickStep 4:12:16
2 Peter Sagan (Svk) Bora-Hansgrohe
3 Rohan Dennis (Aus) Bahrain-Merida 0:00:01
4 Michael Matthews (Aus) Team Sunweb
5 Lawson Craddock (USA) EF Education First 0:00:06
6 Stefan Küng (Swi) Groupama-FDJ 0:00:10
7 Matteo Trentin (Ita) Mitchelton-Scott 0:00:17
8 Geraint Thomas (GBr) Team Ineos 0:00:18
9 Jonathan Castroviejo (Spa) Team Ineos 0:00:19
10 Yves Lampaert (Bel) Deceuninck-QuickStep
11 Luis León Sanchez (Spa) Astana Pro Team
12 Winner Anacona (Col) Movistar Team
13 Patrick Konrad (Aut) Bora-Hansgrohe 0:00:20
14 Nathan Haas (Aus) Katusha-Alpecin
15 Fabio Felline (Ita) Trek-Segafredo
16 Egan Bernal (Col) Team Ineos 0:00:24
17 Omar Fraile (Spa) Astana Pro Team
18 Kevin Geniets (Lux) Groupama-FDJ 0:00:26
19 Tiesj Benoot (Bel) Lotto Soudal
20 Nicolas Roche (Irl) Team Sunweb 0:00:27
21 Luis Mas Bonet (Spa) Movistar Team 0:00:28
22 Marc Soler (Spa) Movistar Team 0:00:30
23 Fabio Aru (Ita) UAE Team Emirates 0:00:31
24 Steve Morabito (Swi) Groupama-FDJ 0:00:32
25 Carlos Betancur (Col) Movistar Team 0:00:34
26 Romain Sicard (Fra) Direct Energie 0:00:35
27 Michael Valgren Andersen (Den) Dimension Data
28 Sergio Henao (Col) UAE Team Emirates 0:00:37
29 Greg Van Avermaet (Bel) CCC Team 0:00:38
30 Simon Geschke (Ger) CCC Team 0:00:39
31 Simon Spilak (Slo) Katusha-Alpecin
32 Mathias Frank (Swi) AG2R La Mondiale 0:00:40
33 Jan Hirt (Cze) Astana Pro Team 0:00:41
34 Nicola Conci (Ita) Trek-Segafredo
35 Hugh John Carthy (GBr) EF Education First
36 Enric Mas (Spa) Deceuninck-QuickStep 0:00:44
37 Dries Devenyns (Bel) Deceuninck-QuickStep 0:00:46
38 Koen Bouwman (Ned) Team Jumbo-Visma 0:00:47
39 Nathan Brown (USA) EF Education First 0:00:49
40 Roman Kreuziger (Cze) Dimension Data 0:00:50
41 Matteo Fabbro (Ita) Katusha-Alpecin 0:00:53
42 Domenico Pozzovivo (Ita) Bahrain-Merida 0:00:54
43 Ben Swift (GBr) Team Ineos
44 Roland Thalmann (Sui) Switzerland 0:00:56
45 Geoffrey Bouchard (Fra) AG2R La Mondiale 0:00:58
46 Gianluca Brambilla (Ita) Trek-Segafredo 0:00:59
47 Patrick Schelling (Sui) Switzerland 0:01:01
48 Enrico Battaglin (Ita) Katusha-Alpecin 0:01:02
49 Michael Albasini (Swi) Mitchelton-Scott 0:01:04
50 Hector Carretero (Spa) Movistar Team 0:01:05
51 Kilian Frankiny (Swi) Groupama-FDJ
52 Aurélien Paret Peintre (Fra) AG2R La Mondiale 0:01:06
53 Michael Schär (Swi) CCC Team 0:01:09
54 Robert Stannard (Aus) Mitchelton-Scott 0:01:12
55 François Bidard (Fra) AG2R La Mondiale 0:01:13
56 Sven Erik Bystrøm (Nor) UAE Team Emirates 0:01:16
57 Marc Hirschi (Swi) Team Sunweb 0:01:17
58 Merhawi Kudus (Eri) Astana Pro Team 0:01:20
59 Kenny Elissonde (Fra) Team Ineos 0:01:25
60 Lennard Kämna (Ger) Team Sunweb 0:01:26
61 Wilco Kelderman (Ned) Team Sunweb 0:01:29
62 Lilian Calmejane (Fra) Direct Energie 0:01:39
63 Matteo Badilatti (Swi) Israel Cycling Academy 0:01:47
64 Tsgabu Grmay (Eth) Mitchelton-Scott 0:02:02
65 Nikias Arndt (Ger) Team Sunweb 0:03:30
66 Lukas Pöstlberger (Aut) Bora-Hansgrohe 0:03:48
67 Gino Mäder (Swi) Dimension Data 0:04:01
68 Søren Kragh Andersen (Den) Team Sunweb 0:04:05
69 Willem Jakobus Smit (RSA) Katusha-Alpecin 0:04:14
70 Daniel Oss (Ita) Bora-Hansgrohe 0:04:19
71 Carlos Cuesta Barbero (Spa) Movistar Team 0:04:24
72 Patrick Bevin (NZl) CCC Team 0:05:24
73 Brandon McNulty (USA) Rally UHC Cycling 0:05:50
74 Matej Mohoric (Slo) Bahrain-Merida 0:06:09
75 Michael Hepburn (Aus) Mitchelton-Scott 0:06:23
76 Benjamin Thomas (Fra) Groupama-FDJ 0:06:30
77 Maxime Monfort (Bel) Lotto Soudal 0:06:35
78 Stan Dewulf (Bel) Lotto Soudal 0:06:39
79 Marcus Burghardt (Ger) Bora-Hansgrohe 0:07:06
80 Adam Hansen (Aus) Lotto Soudal 0:07:18
81 Sep Vanmarcke (Bel) EF Education First 0:08:30
82 Rodrigo Contreras (Col) Astana Pro Team 0:08:40
83 Rui Alberto Faria Da Costa (Por) UAE Team Emirates 0:08:42
84 Pierre-Roger LaTour (Fra) AG2R La Mondiale 0:08:45
85 Tom-Jelte Slagter (Ned) Dimension Data 0:08:51
86 Rob Britton (Can) Rally UHC Cycling 0:08:53
87 Andrey Zeits (Kaz) Astana Pro Team 0:08:54
88 Larry Warbasse (USA) AG2R La Mondiale 0:08:57
89 Paul Ourselin (Fra) Direct Energie 0:09:02
90 Simon Pellaud (Sui) Switzerland 0:09:10
91 Yuriy Natarov (Kaz) Astana Pro Team 0:09:11
92 Timo Roosen (Ned) Team Jumbo-Visma 0:09:17
93 Antwan Tolhoek (Ned) Team Jumbo-Visma 0:09:19
94 Manuele Mori (Ita) UAE Team Emirates 0:09:39
95 Maciej Bodnar (Pol) Bora-Hansgrohe 0:11:31
96 Tom Scully (NZl) EF Education First 0:11:42
97 Claudio Imhoff (Sui) Switzerland 0:11:44
98 Tom Bohli (Swi) UAE Team Emirates 0:11:46
99 Owain Doull (GBr) Team Ineos 0:11:50
100 Lukasz Wisniowski (Pol) CCC Team 0:11:52
101 Alexander Edmondson (Aus) Mitchelton-Scott
102 Mitchell Docker (Aus) EF Education First 0:11:56
103 Gian Friesecke (Sui) Switzerland 0:11:59
104 Ivan Garcia (Spa) Bahrain-Merida 0:12:05
105 Jasper Stuyven (Bel) Trek-Segafredo
106 Michael Gogl (Aut) Trek-Segafredo 0:12:08
107 Reto Hollenstein (Swi) Katusha-Alpecin 0:12:09
108 Elia Viviani (Ita) Deceuninck-QuickStep
109 Maximiliano Richeze (Arg) Deceuninck-QuickStep 0:12:11
110 Reinardt Janse Van Rensburg (RSA) Dimension Data 0:12:13
111 Sam Bewley (NZl) Mitchelton-Scott 0:12:15
112 John Degenkolb (Ger) Trek-Segafredo 0:12:17
113 Jay Thomson (RSA) Dimension Data 0:12:18
114 Gavin Mannion (USA) Rally UHC Cycling 0:12:19
115 Rick Zabel (Ger) Katusha-Alpecin 0:12:20
116 Jérôme Cousin (Fra) Total Direct Energie 0:12:23
117 Szymon Sajnok (Pol) CCC Team 0:12:26
118 Ben King (USA) Dimension Data
119 Robin Carpenter (USA) Rally UHC Cycling 0:12:28
120 Guillaume Van Keirsbulck (Bel) CCC Team
121 Stijn Vandenbergh (Bel) AG2R La Mondiale
122 Thomas Boudat (Fra) Direct Energie 0:12:29
123 Fabian Lienhard (Sui) Switzerland 0:12:31
124 Colin Joyce (USA) Rally UHC Cycling 0:12:32
125 Valerio Agnoli (Ita) Bahrain-Merida 0:12:33
126 Alexander Kristoff (Nor) UAE Team Emirates 0:12:34
127 Andreas Schillinger (Ger) Bora-Hansgrohe
128 Svein Tuft (Can) Rally UHC Cycling 0:12:35
129 Taco van der Hoorn (Ned) Team Jumbo-Visma
130 Antonio Nibali (Ita) Bahrain-Merida 0:12:38
131 Michael Mørkøv (Den) Deceuninck-QuickStep
132 Ryan Anderson (Can) Rally UHC Cycling 0:12:39
133 Daniel McLay (GBr) EF Education First 0:12:43
134 Bert-Jan Lindeman (Ned) Team Jumbo-Visma 0:12:46
135 Pim Ligthart (Ned) Direct Energie
136 Fabien Grellier (Fra) Direct Energie 0:12:47
137 Jurgen Roelandts (Bel) Movistar Team
138 Andrea Garosio (Ita) Bahrain-Merida 0:12:50
139 Jelle Vanendert (Bel) Lotto Soudal 0:12:52
140 Tosh Van Der Sande (Bel) Lotto Soudal
141 Floris De Tier (Bel) Team Jumbo-Visma 0:12:55
142 Daniel Hoelgaard (Nor) Groupama-FDJ 0:13:02
143 Luke Rowe (GBr) Team Ineos 0:13:06
144 Kiel Reijnen (USA) Trek-Segafredo 0:13:09
145 Enzo Wouters (Bel) Lotto Soudal 0:13:18

Luis León Sánchez vince in solitaria la prima tappa in linea del Giro di Svizzera (foto Bettini)

Luis León Sánchez vince in solitaria la prima tappa in linea del Giro di Svizzera (foto Bettini)

DYLAN VAN BAARLE, FUGA VINCENTE A CHAMPÉRY. FUGLSANG CONQUISTA IL DELFINATO

giugno 16, 2019 by Redazione  
Filed under Copertina, News

Una fuga partita a circa 10 km dalla partenza caratterizza l’ultima tappa del Delfinato. E’ Dylan Van Baarle (Team INEOS) a vincere battendo Jack Haig (Mitchelton Scott) al termine di un attacco decisivo sulla penultima asperità di giornata. Jakob Fuglsang (Astana) controlla la situazione, indossa la maglia gialla di vincitore finale e dà l’appuntamento al Tour de France, dove potrà ben figurare grazie alla forma che dimostra di possedere.

Con i suoi 113.5 km la Cluses – Champery, ultima tappa del Delfinato 2019, è anche quella più corta tra quelle in linea ma presenta ben sette GPM, asperità sulle quali verosimilmente i big di classifica spareranno le ultime cartucce per provare a ribaltare il pronostico della vittoria finale, che vede Jakob Fuglsang (Astana) favorito principale dopo la tappa di ieri. Il danese è in maglia gialla con 8 secondi di vantaggio su Adam Yates (Mitchelton Scott), apparso impreparato nel burrascoso finale di Pipay che lo ha privato del simbolo del primato. Nei primi 22 km erano presenti già tre GPM ed era Julian Alaphilippe (Deceuninck Quick Step) a fare man bassa di punti per la speciale classifica, scollinando sempre in prima posizione e così assicurandosi matematicamente la vittoria della maglia a pois. Il francese era evaso dal gruppo in compagnia di Dylan van Baarle (Team INEOS), Jack Haig (Mitchelton-Scott), Felix Grossschartner (Bora-Hansgrohe), Carlos Verona (Movistar), Sébastien Reichenbach (Groupama-FDJ), Sepp Kuss (Jumbo-Visma), Julien Bernard (Trek-Segafredo), Nils Politt (Katusha-Alpecin), Carl Fredrik Hagen (Lotto-Soudal), Hermann Pernsteiner (Bahrain-Merida), Alessandro De Marchi (CCC Team) e Warren Barguil (Arkéa-Samsic). Dopo 25 km la fuga aveva 2 minuti e 50 secondi sul gruppo, che per il momento lasciava fare anche perchè la minaccia più grande in classifica generale per Fuglsang era Pernsteiner, distanziato di 5 minuti e 49 secondi dal danese. Sul Col du Corbier, quarto GPM in programma posto al km 49, era ancora una volta Alaphilippe a scollinare in prima posizione. Nel frattempo era costreto al ritiro Yates, secondo in classifica generale, a causa di un forte stato influenzale che lo aveva colpito in nottata. In testa al gruppo maglia gialla si erano portati uomini dell’AG2R La Mondiale e dell’UAE Team Emirates per aumentare il ritmo. Kuss si aggiudicava il GPM del Pas de Mongins. All’inizio del penultimo GPM di giorata, la Côte des Rives, la fuga aveva un vantaggio di 2 minuti sul gruppo in forte recupero. Anche il Team INEOS contribuiva a tirare in testa, evidentemente perchè Wout Poels, dopo la bella vittoria di ieri, voleva chiudere in bellezza il suo Delfinato, magari salendo sul podio finale. Haig provava l’attacco solitario ai meno 16. L’australiano scollinava in prima posizione sulla Côte des Rives seguito da Van Baarle. L’australiano si aggiudicava anche la Montèe de Champéry, l’ultimo GPM da superare a un chilometro dall’arrivo, ma poi era Van Baarle ad attaccare imitando le gesta del compagno di squadra e connazionale Poels ieri a Pipay e andando a vincere l’ultima tappa del Criterium del Delfinato. Il gruppo maglia gialla veniva regolato da Alexey Lutsenko (Astana) dopo 1 minuto e 59 secondi, senza che le gerarchie in classifica generale venissero sconvolte più di tanto, se si eccettua il già citato ritiro di Yates. Van Baarle vince così la sua seconda affermazione stagionale dopo che a febbraio si era imposto nella classifica finale dell’Herald Sun Tour in Australia. È, invece, Fuglsang a vincere meritatamente il Delfinato 2019, aggiungendo un’altra perla ad una stagione finora più che positiva, che lo ha visto imporsi anche al Giro di Catalogna e alla Liegi-Bastogne-Liegi. Il danese sarà un uomo da seguire con molta attenzione al prossimo Tour de France. Il podio finale della breve corsa francese è completato da Tejay Van Garderen (EF Education First) e da Emanuel Buchmann (Bora Hansgrohe) rispettivamente staccati di 20 e 21 secondi da Fuglsang. Infine, per quanto riguarda le altre classifiche, Alaphilippe vince quella dei GPM, Bjorg Lambrecht (Lotto Soudal) si aggiudica quella dei giovani, Wout Van Aert (Jumbo Visma) fa sua quella a punti mentre è l’Astana del dominatore Fuglsang la migliore delle 22 squadra in gara al Delfinato precedendo di quasi 13 minuti la corazzata del Team INEOS

Giuseppe Scarfone

ORDINE D’ARRIVO

1 Dylan van Baarle (Ned) Team Ineos 3:05:48
2 Jack Haig (Aus) Mitchelton-Scott
3 Carl Fredrik Hagen (Nor) Lotto Soudal 0:00:50
4 Warren Barguil (Fra) Arkéa Samsic 0:01:12
5 Sepp Kuss (USA) Team Jumbo-Visma
6 Sébastien Reichenbach (Swi) Groupama-FDJ
7 Julian Alaphilippe (Fra) Deceuninck-QuickStep 0:01:16
8 Alexey Lutsenko (Kaz) Astana Pro Team 0:01:59
9 Xandro Meurisse (Bel) Wanty-Gobert
10 Emanuel Buchmann (Ger) Bora-Hansgrohe
11 Nairo Quintana (Col) Movistar Team
12 Bjorg Lambrecht (Bel) Lotto Soudal
13 Romain Bardet (Fra) AG2R La Mondiale
14 Thibaut Pinot (Fra) Groupama-FDJ
15 Wout Poels (Ned) Team Ineos
16 Jakob Fuglsang (Den) Astana Pro Team
17 Daniel Martin (Irl) UAE Team Emirates
18 Tejay Van Garderen (USA) EF Education First
19 Gorka Izagirre Insausti (Spa) Astana Pro Team 0:02:04
20 Richie Porte (Aus) Trek-Segafredo 0:02:05
21 Magnus Cort Nielsen (Den) Astana Pro Team
22 Dylan Teuns (Bel) Bahrain-Merida 0:02:38
23 Neilson Powless (USA) Team Jumbo-Visma
24 David Gaudu (Fra) Groupama-FDJ 0:02:44
25 Alessandro De Marchi (Ita) CCC Team
26 Rudy Molard (Fra) Groupama-FDJ 0:02:56
27 Carlos Verona (Spa) Movistar Team
28 Hermann Pernsteiner (Aut) Bahrain-Merida
29 Hugo Houle (Can) Astana Pro Team 0:03:32
30 Julien Bernard (Fra) Trek-Segafredo
31 Felix Großschartner (Aut) Bora-Hansgrohe 0:03:39
32 Michal Kwiatkowski (Pol) Team Ineos 0:03:45
33 Serge Pauwels (Bel) CCC Team 0:04:08
34 Florian Stork (Ger) Team Sunweb 0:04:34
35 Joseph Rosskopf (USA) CCC Team 0:05:17
36 Maxime Bouet (Fra) Arkéa Samsic
37 Toms Skujins (Lat) Trek-Segafredo
38 Mikael Cherel (Fra) AG2R La Mondiale
39 Nils Politt (Ger) Katusha-Alpecin
40 Cesare Benedetti (Ita) Bora-Hansgrohe 0:07:09
41 Damien Howson (Aus) Mitchelton-Scott
42 Christoph Pfingsten (Ger) Bora-Hansgrohe
43 Quentin Pacher (Fra) Vital Concept-B&B Hotel
44 Oliver Naesen (Bel) AG2R La Mondiale
45 Niklas Eg (Den) Trek-Segafredo
46 Joris Nieuwenhuis (Ned) Team Sunweb
47 Edvald Boasson Hagen (Nor) Dimension Data
48 Jérémy Maison (Fra) Arkéa Samsic
49 Nicolas Edet (Fra) Cofidis, Solutions Credits
50 Marco Minnaard (Ned) Wanty-Gobert
51 Philippe Gilbert (Bel) Deceuninck-QuickStep
52 Daryl Impey (RSA) Mitchelton-Scott
53 Guillaume Martin (Fra) Wanty-Gobert
54 Anthony Delaplace (Fra) Arkéa Samsic
55 Cristian Camilo Muñoz Lancheros (Col) UAE Team Emirates
56 Matthieu Ladagnous (Fra) Groupama-FDJ
57 Zdenek Stybar (Cze) Deceuninck-QuickStep
58 José Gonçalves (Por) Katusha-Alpecin
59 Pawel Bernas (Pol) CCC Team
60 Jesper Hansen (Den) Cofidis, Solutions Credits
61 Eduardo Sepulveda (Arg) Movistar Team
62 Jens Keukeleire (Bel) Lotto Soudal
63 Simone Petilli (Ita) UAE Team Emirates
64 Rémi Cavagna (Fra) Deceuninck-QuickStep
65 Mark Padun (Ukr) Bahrain-Merida
66 Martijn Tusveld (Ned) Team Sunweb
67 Rob Power (Aus) Team Sunweb
68 Tomasz Marczynski (Pol) Lotto Soudal
69 Jonas Koch (Ger) CCC Team
70 Gianni Moscon (Ita) Team Ineos
71 Imanol Erviti (Spa) Movistar Team 0:09:29
72 Rafael Valls (Spa) Movistar Team
73 Ruben Fernandez (Spa) Movistar Team
74 Edward Theuns (Bel) Trek-Segafredo 0:09:43
75 Natnael Berhane (Eri) Cofidis, Solutions Credits
76 Johannes Fröhlinger (Ger) Team Sunweb
77 Anthony Roux (Fra) Groupama-FDJ 0:11:19
78 Logan Owen (USA) EF Education First
79 Laurens ten Dam (Ned) CCC Team 0:14:12
80 Ian Stannard (GBr) Team Ineos 0:15:31
81 Vasil Kiryienka (Blr) Team Ineos
82 Benoit Cosnefroy (Fra) AG2R La Mondiale 0:15:52
83 James Whelan (Aus) EF Education First 0:16:01
84 Pascal Eenkhoorn (Ned) Team Jumbo-Visma
85 Alex Dowsett (GBr) Katusha-Alpecin
86 Rory Sutherland (Aus) UAE Team Emirates
87 Remy Mertz (Bel) Lotto Soudal
88 Wout Van Aert (Bel) Team Jumbo-Visma
89 Sonny Colbrelli (Ita) Bahrain-Merida
90 Florian Vachon (Fra) Arkéa Samsic
91 Peter Stetina (USA) Trek-Segafredo
92 Jan Tratnik (Slo) Bahrain-Merida
93 Luka Pibernik (Slo) Bahrain-Merida
94 Petr Vakoc (Cze) Deceuninck-QuickStep
95 Arnaud Courteille (Fra) Vital Concept-B&B Hotel
96 William Bonnet (Fra) Groupama-FDJ
97 Julius van den Berg (Ned) EF Education First
98 Lennard Hofstede (Ned) Team Jumbo-Visma
99 Jaco Venter (RSA) Dimension Data
100 Koen de Kort (Ned) Trek-Segafredo
101 Kevin Ledanois (Fra) Arkéa Samsic
102 Vegard Stake Laengen (Nor) UAE Team Emirates
103 Sam Bennett (Irl) Bora-Hansgrohe
104 Stefan De Bod (RSA) Dimension Data 0:17:03
105 Hernando Bohorquez (Col) Astana Pro Team
106 Nicholas Schultz (Aus) Mitchelton-Scott 0:18:27

CLASSIFICA GENERALE

1 Jakob Fuglsang (Den) Astana Pro Team 30:44:27
2 Tejay Van Garderen (USA) EF Education First 0:00:20
3 Emanuel Buchmann (Ger) Bora-Hansgrohe 0:00:21
4 Wout Poels (Ned) Team Ineos 0:00:28
5 Thibaut Pinot (Fra) Groupama-FDJ 0:00:33
6 Dylan Teuns (Bel) Bahrain-Merida 0:01:11
7 Alexey Lutsenko (Kaz) Astana Pro Team 0:01:12
8 Daniel Martin (Irl) UAE Team Emirates 0:01:21
9 Nairo Quintana (Col) Movistar Team 0:01:24
10 Romain Bardet (Fra) AG2R La Mondiale 0:01:38
11 Richie Porte (Aus) Trek-Segafredo 0:01:44
12 Bjorg Lambrecht (Bel) Lotto Soudal 0:03:17
13 Warren Barguil (Fra) Arkéa Samsic 0:05:28
14 Xandro Meurisse (Bel) Wanty-Gobert 0:05:29
15 Sébastien Reichenbach (Swi) Groupama-FDJ 0:06:26
16 Hermann Pernsteiner (Aut) Bahrain-Merida 0:06:46
17 Guillaume Martin (Fra) Wanty-Gobert 0:08:23
18 Gorka Izagirre Insausti (Spa) Astana Pro Team 0:08:49
19 Magnus Cort Nielsen (Den) Astana Pro Team 0:09:24
20 Nicolas Edet (Fra) Cofidis, Solutions Credits 0:12:03
21 Rudy Molard (Fra) Groupama-FDJ 0:12:47
22 Simone Petilli (Ita) UAE Team Emirates 0:13:10
23 Mikael Cherel (Fra) AG2R La Mondiale 0:13:34
24 Neilson Powless (USA) Team Jumbo-Visma 0:14:59
25 Joseph Rosskopf (USA) CCC Team 0:15:09
26 Sepp Kuss (USA) Team Jumbo-Visma 0:19:19
27 Jack Haig (Aus) Mitchelton-Scott 0:21:11
28 Philippe Gilbert (Bel) Deceuninck-QuickStep 0:21:22
29 Michal Kwiatkowski (Pol) Team Ineos 0:22:34
30 Damien Howson (Aus) Mitchelton-Scott 0:24:13
31 Carl Fredrik Hagen (Nor) Lotto Soudal 0:26:14
32 Dylan van Baarle (Ned) Team Ineos 0:26:20
33 Nils Politt (Ger) Katusha-Alpecin 0:27:48
34 Gianni Moscon (Ita) Team Ineos 0:27:59
35 Julian Alaphilippe (Fra) Deceuninck-QuickStep 0:28:48
36 Carlos Verona (Spa) Movistar Team 0:29:37
37 Serge Pauwels (Bel) CCC Team 0:29:54
38 Alessandro De Marchi (Ita) CCC Team 0:33:30
39 Ruben Fernandez (Spa) Movistar Team 0:34:01
40 David Gaudu (Fra) Groupama-FDJ 0:36:12
41 Rob Power (Aus) Team Sunweb 0:36:51
42 Toms Skujins (Lat) Trek-Segafredo 0:37:55
43 Edvald Boasson Hagen (Nor) Dimension Data 0:38:57
44 Eduardo Sepulveda (Arg) Movistar Team 0:39:03
45 Jesper Hansen (Den) Cofidis, Solutions Credits 0:40:59
46 Julien Bernard (Fra) Trek-Segafredo 0:43:25
47 Wout Van Aert (Bel) Team Jumbo-Visma 0:45:09
48 Rafael Valls (Spa) Movistar Team 0:47:23
49 Jérémy Maison (Fra) Arkéa Samsic 0:47:46
50 Oliver Naesen (Bel) AG2R La Mondiale 0:48:36
51 Maxime Bouet (Fra) Arkéa Samsic 0:48:58
52 Matthieu Ladagnous (Fra) Groupama-FDJ 0:49:46
53 Felix Großschartner (Aut) Bora-Hansgrohe 0:50:03
54 Pawel Bernas (Pol) CCC Team 0:50:18
55 Lennard Hofstede (Ned) Team Jumbo-Visma 0:50:34
56 Jonas Koch (Ger) CCC Team 0:51:09
57 José Gonçalves (Por) Katusha-Alpecin 0:52:04
58 Cristian Camilo Muñoz Lancheros (Col) UAE Team Emirates 0:52:55
59 Nicholas Schultz (Aus) Mitchelton-Scott 0:52:56
60 Niklas Eg (Den) Trek-Segafredo 0:53:07
61 Florian Stork (Ger) Team Sunweb 0:53:34
62 Marco Minnaard (Ned) Wanty-Gobert 0:54:25
63 Jan Tratnik (Slo) Bahrain-Merida 0:56:07
64 Mark Padun (Ukr) Bahrain-Merida 0:56:24
65 Hugo Houle (Can) Astana Pro Team 0:56:37
66 Quentin Pacher (Fra) Vital Concept-B&B Hotel 0:57:16
67 Hernando Bohorquez (Col) Astana Pro Team 0:58:51
68 Sonny Colbrelli (Ita) Bahrain-Merida 0:58:56
69 Anthony Delaplace (Fra) Arkéa Samsic 0:59:38
70 Zdenek Stybar (Cze) Deceuninck-QuickStep 0:59:51
71 Daryl Impey (RSA) Mitchelton-Scott 1:01:08
72 Jens Keukeleire (Bel) Lotto Soudal 1:03:07
73 Logan Owen (USA) EF Education First 1:04:02
74 Rémi Cavagna (Fra) Deceuninck-QuickStep 1:04:19
75 Anthony Roux (Fra) Groupama-FDJ 1:05:00
76 Petr Vakoc (Cze) Deceuninck-QuickStep 1:05:34
77 Joris Nieuwenhuis (Ned) Team Sunweb 1:08:12
78 Stefan De Bod (RSA) Dimension Data 1:08:29
79 Christoph Pfingsten (Ger) Bora-Hansgrohe 1:09:22
80 Benoit Cosnefroy (Fra) AG2R La Mondiale 1:10:51
81 Natnael Berhane (Eri) Cofidis, Solutions Credits 1:11:47
82 Remy Mertz (Bel) Lotto Soudal 1:11:51
83 Martijn Tusveld (Ned) Team Sunweb 1:12:03
84 Vegard Stake Laengen (Nor) UAE Team Emirates 1:13:30
85 Kevin Ledanois (Fra) Arkéa Samsic 1:14:21
86 Laurens ten Dam (Ned) CCC Team 1:14:24
87 Tomasz Marczynski (Pol) Lotto Soudal 1:16:30
88 Cesare Benedetti (Ita) Bora-Hansgrohe 1:16:54
89 Imanol Erviti (Spa) Movistar Team 1:19:50
90 Edward Theuns (Bel) Trek-Segafredo 1:20:19
91 Pascal Eenkhoorn (Ned) Team Jumbo-Visma 1:20:31
92 Koen de Kort (Ned) Trek-Segafredo 1:21:08
93 Johannes Fröhlinger (Ger) Team Sunweb 1:21:45
94 Alex Dowsett (GBr) Katusha-Alpecin 1:23:40
95 Peter Stetina (USA) Trek-Segafredo 1:25:23
96 Ian Stannard (GBr) Team Ineos 1:25:50
97 Rory Sutherland (Aus) UAE Team Emirates 1:27:50
98 Luka Pibernik (Slo) Bahrain-Merida 1:29:19
99 Florian Vachon (Fra) Arkéa Samsic 1:29:30
100 James Whelan (Aus) EF Education First 1:30:27
101 Vasil Kiryienka (Blr) Team Ineos 1:32:25
102 Sam Bennett (Irl) Bora-Hansgrohe 1:32:57
103 Jaco Venter (RSA) Dimension Data 1:34:55
104 Arnaud Courteille (Fra) Vital Concept-B&B Hotel 1:35:14
105 William Bonnet (Fra) Groupama-FDJ 1:36:30
106 Julius van den Berg (Ned) EF Education First 1:37:10

Il podio del Criterium del Delfinato 2019 (Getty Images)

Il podio del Criterium del Delfinato 2019 (Getty Images)

16-06-2019

giugno 16, 2019 by Redazione  
Filed under Ordini d'arrivo

CRITÉRIUM DU DAUPHINÉ

L’olandese Dylan van Baarle (Team INEOS) si è imposto nell’ottava ed ultima tappa, Cluses – Champéry, percorrendo 113.5 Km in 3h05′48″ alla media di 36.65 Km/h. Ha preceduto allo sprint l’australiano Jack Haig e di 50″ il norvegese Carl Fredrik Hagen. Miglior italiano Alessandro De Marchi ( CCC Team), 25° a 2′44″. Il danese Jakob Fuglsang (Astana Pro Team) si impone in classifica con 20″ sullo statunitense Tejay Van Garderen e 21″ sul tedesco Emanuel Buchmann. Miglior italiano Simone Petilli (UAE-Team Emirates), 22° a 13′10″

TOUR DE SUISSE

Lo spagnolo Luis León Sánchez Gil (Astana Pro Team) si è imposto nella seconda tappa, circuito di Langnau im Emmental, percorrendo 159.6 Km in 4h01′21″ alla media di 39.68 Km/h. Ha preceduto di 6″ secondi lo slovacco Peter Sagan e l’italiano Matteo Trentin (Mitchelton-Scott). Il danese Kasper Asgreen (Deceuninck – Quick Step) è il nuovo leader della classifica con lo stesso tempo di Sagan e 1″ sull’australiano Rohan Dennis. Miglior italiano Trentin, 7° a 17″.

BALOISE BELGIUM TOUR

Il francese Bryan Coquard (Vital Concept – B&B Hotels) si è imposto nella quinta ed ultima tappa, Tongeren – Beringen, percorrendo 158.4 Km in 3h17′15″ alla media di 48.18 Km/h. Ha preceduto allo sprint il francese Pierre Barbier e il lettone Emīls Liepiņš. Miglior italiano Davide Martinelli (Deceuninck – Quick Step), 9°. Il belga Remco Evenepoel (Deceuninck – Quick Step) si impone in classifica con 52″ sul connazionale Victor Campenaerts e 2′02″ sul connazionale Tim Wellens Miglior italiano Martinelli, 63° a 20′53″.

GIRO D’ITALIA UNDER 23

L’italiano Fabio Mazzucco (Sangemini – Trevigiani – MG.Kvis) si è imposto nella terza tappa, Sesto Fiorentino – Gaiole in Chianti, percorrendo 145.5 Km in 3h35′42″ alla media di 40.47 Km/h. Ha preceduto di 1′03″ l’austriaco Markus Wildauer e il tedesco Georg Zimmermann. Mazzucco è la nuova maglia rosa con 1′00″ su Zimmermann e 1′04″ sul francese Alexys Brunel.

RONDE DE L’OISE

Il francese Bryan Alaphilippe* (Team Peltrax-CS Dammarie-lès-Lys) si è imposto nella quarta ed ultima tappa, Laigneville – Pont-Sainte-Maxence, percorrendo 170.3 Km in 3h47′16″ alla media di 44.96 Km/h. Ha preceduto allo sprint il belga Jonas Castrique e l’italiano Riccardo Stacchiotti (Giotti Victoria – Palomar). Il francese Anthony Maldonado (St Michel – Auber93) si impone in classifica con 6″ sul connazionale Marlon Gaillard e 10″ sul norvegese Bjørn Tore Hoem. Miglior italiano Emanuele Onesti (Giotti Victoria-Palomar), 13° a 22″

*fratello minore di Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step)

MIDDEN-BRABANT POORT OMLOOP

L’olandese Arvid De Kleijn (Uno-X Norwegian Development Team) si è imposto nella corsa olandese, circuito di Gilze, percorrendo 197.2 Km in 4h29′55″ alla media di 43.84 Km/h. Ha preceduto allo sprint il tedesco Alexander Krieger e il connazionale Yoeri Havik. Due italiani in gara: Alberto Dainese (SEG Racing Academy) 36°, Eugenio Alafaci (EvoPro Racing) ritirato

OBERÖSTERREICHRUNDFAHRT (Austria)

Il norvegese Anders Skaarseth (Uno-X Norwegian Development Team) si è imposto nella terza ed ultima tappa, Traun – Ternber, percorrendo 147.2 Km in 3h39′25″ alla media di 40.25 Km/h. Ha preceduto allo sprint lo sloveno Andi Bajc e l’italiano Jacopo Mosca (D’Amico – UM Tools). Il tedesco Jannik Steimle (Team Vorarlberg Santic) si impone in classifica con 13″ sull’austriaco Stephan Rabitsch e 18″ sul norvegese Markus Hoelgaard. Miglior italiano Mosca, 9° a 3′28″.

TOUR DE HONGRIE (Ungheria)

L’olandese Wouter Wippert (EvoPro Racing) si è imposto nella quinta ed ultima tappa, Kecskemét – Székesfehérvár, percorrendo 168.3 Km in 3h53′47″ alla media di 43.19 Km/h. Ha preceduto allo sprint il francese Hugo Hofstetter e l’estone Mihkel Räim. Miglior italiano Manuel Belletti (Androni Giocattoli – Sidermec), 4°. Il lettone Krists Neilands (Israel Cycling Academy) si impone in classifica con 1′22″ sull’ungherese Márton Dina e 1′26″ sull’ungherese Attila Valter. Miglior Edoardo Zardini (Neri Sottoli – Selle Italia – KTM), 4° a 1′45″

TOUR OF MAŁOPOLSKA (Polonia)

Il polacco Adam Stachowiak (Voster ATS Team) si è imposto nella terza ed ultima tappa, Chochołowskie Termy – Stary Sącz (Przehyba), percorrendo 136 Km in 3h36′24″ alla media di 37.71 Km/h. Ha preceduto di 5″ il connazionale Artur Sowinski e di 8″ il connazionale Leszek Pluciński. Miglior italiano Andrea Di Renzo (VPM Porto Sant’Elpidio), 4° a 9″. Stachowiak si impone in classifica con 23″ sull’ucraino Anatoliy Budyak e 44″ su Di Renzo

TOUR DE KOREA

L’estone Martin Laas (Team Illuminate) si è imposto anche nella quinta ed ultima tappa, circuito di Seul, percorrendo 65 Km in 1h21′28″ alla media di 47.87 km/h. Ha preceduto allo sprint l’olandese Raymond Kreder e il sudcoreano Kyoung Ho Park. Miglior italiano Riccardo Minali (Israel Cycling Academy), 5°. L’italiano Filippo Zaccanti (Nippo Vini Fantini Faizanè) si impone in classifica con 41″ sul canadese Ben Perry e 1′02″ su Kreder.

LE TOUR DE FILIPINAS

L’australiano Samuel Hill (Nero Bianchi) si è imposto nella terza tappa, Daet – Legazpi, percorrendo 183.7 Km in 4h33′12″ alla media di 40.34 Km/h. Ha preceduto di 51″ il filippino Dominic Perez e di 54″ il filippino Mark John Lexer Galedo. L’olandese Jeroen Meijers (Taiyuan Miogee Cycling Team) è ancora leader della classifica con 45″ sul singaporiano singaporiano Choon Huat Goh e 1′38″ sull’australiano Angus Lyons

GRAND PRIX CYCLISTE DE SAGUENAY (Canada)

Il canadese Pier-André Coté (nazionale canadese) si è imposto anche nella quarta ed ultima tappa, circuito di Chicoutimi, percorrendo 95.4 Km in 2h11′56″ alla media di 43.38 Km/h. Ha preceduto allo sprint lo statunitense Matthew Zimmer e lo sloveno Jure Rupnik. Il canadese Nicolas Zukowsky (Floyd’s Pro Cycling) si impone in classifica con 5″ su Zimmer e 10″ sul dominicano Diego Milán Jiménez

LA GRAN BRETAGNA DOMINA IL GIRO U23

giugno 15, 2019 by Redazione  
Filed under Copertina, News

Terza tappa e terza vittoria. Questa volta non è Ethan Hayter, ma il compagno britannico Matthew Walls ad aggiudicarsi la frazione più lunga del Giro U23, 173 km da Bagno di Romagna a Pescia, superando le salite dei passi dei Mandrioli, della Croce a Mori e delle Croci di Calenzano, tutte troppo lontane dal traguardo per poter scongiurare la volata.

Protagonisti di giornata prima del gran finale allo sprint sono stati prima Veljko Stojnic (Team Franco Ballerini) e Federico Rosati (G.S.Mastromarco-Sensi-FC Nibali) con una lunga fuga, poi nel finale Alessandro Covi (Team Colpack) e Inigo Elosegui (Lizarte), campione nazionale spagnolo di categoria. Per loro nessuna fortuna perchè il gruppo che è rientrato in tempo per la volata. Il resto è storia con Matthew Walls (nazionale britannica) che è andato aggiudicarsi la corsa grazie anche all’aiuto del compagno di squadra e maglia rosa Ethan Hayter, che lo ha guidato nel tratto conclusivo. Alle sue spalle si sono piazzati Gregorio Ferri (Zalf Euromobil Désirée Fior) e Kaden Groves (SEG Racing Academy), mentre Hayter ha conservato la testa della classifica generale con 14″ su Alexys Brunel (Equipe continentale Groupama-FDJ) e 20″ sullo stesso Walls.
Domani è prevista una tappa complicata che porterà la corsa da Sesto Fiorentino a Gaiole in Chianti percorrendo 145.5 km infarciti da cinque tratti di sterrato nell’ultimo terzo di gara.

Andrea Mastrangelo

Corridori della nazionale britannica ancora protagonisti al Giro dItalia U23: dopo le due affermazione di Ethan Hayter ora è arrivato il turno di Matthew Walls, primo allo sprint in quel di Pescia (foto IsolaPress)

Corridori della nazionale britannica ancora protagonisti al Giro d'Italia U23: dopo le due affermazione di Ethan Hayter ora è arrivato il turno di Matthew Walls, primo allo sprint in quel di Pescia (foto IsolaPress)

SVIZZERA, LA PRIMA E’ QUESTIONE DI CENTESIMI

giugno 15, 2019 by Redazione  
Filed under Copertina, News

Nella terra dell’Emmental Rohan Dennis vince una cronometro di apertura il cui percorso che sorrideva agli specialisti, 9,5 Km di rettifili in andata e ritorno con il giro di boa all’intertempo. Maciej Bodnar ha, però, dato filo da torcere al vincitore, mancando la vittoria per soli 10 centesimi ed anche Michael Matthews si è inserito nella lotta, giungendo ad un solo secondo dal successo. Geraint Thomas non ha brillato, perdendo 17 secondi, mentre Fabio Aru, appena tornato alle gare dopo la convalescenza, ha accusato un distacco di 30 secondi.

Molti opinionisti hanno considerato buona la prova di Fabio Aru (UAE-Team Emirates) nella cronometro inaugurale del Giro di Svizzera ma, a parere di chi scrive, la prestazione del sardo va considerata in chiaroscuro.
Vero è che il Cavaliere dei Quattro Mori è appena tornato alle corse dopo un travagliato periodo, segnato da un’intervento chirurgico, e che la corsa di oggi non era esattamente tra quelle preferite dal corridore sardo, tuttavia un distacco superiore ai 3 secondi al chilometro è ancora troppo per un corridore che punta a vincere i grandi giri.
Tale duplicità emerge anche se si confronta il tempo di Aru con quello di Geraint Thomas ed Egan Bernal, i due alfieri del Team INEOS che saranno agguerriti Sulle strade della Grande Boucle, anche se le gerarchie che verranno stabilite potrebbero cambiare le carte in tavola.
La prova di Aru risulta positiva, infatti, se confrontata con quella di Thomas, che è sempre stato un ottimo elemento nelle prove contro il tempo. Oggi il britannico ha chiuso con un distacco di 17 secondi da Dennis, solo 13 secondi meglio di Aru. Da questo punto di vista, dunque, il sardo può rallegrarsi di aver accusato relativamente poco da Thomas. Se però si rapporta il tempo di Aru con quello di Bernal, ecco che le cose cambiano. Sette secondi da uno scalatore puro come il colombiano significa quasi un secondo al chilometro, cosa che rapportata ai chilometri a cronometro complessivi di un grande giro ha un certo peso; si deve anche pensare al fatto che Bernal è un uomo che, come Aru, ha il proprio terreno preferito nelle tappe di montagna.
Anche in relazione al percorso di quest’anno del Giro di Svizzera, non va sottovalutato il fatto che è in programma un’altra cronometro, pure per specialisti, lunga quasi 20 Km e che potrebbe quindi fare differenze più incisive.
Questa corsa, comunque, negli ultimi anni ha via via perso il grande prestigio avuto nel passato. Anche sotto il profilo della preparazione al Tour de France il fatto che il Delfinato proponga spesso tappe che percorrono in parte le strade che saranno teatro del Tour de France ha spinto gli aspiranti vincitori della corsa a tappe di luglio a preferire la gara transalpina.
Quest’anno, però, la presenza di due assi come Bernal e Thomas potrebbe rappresentare un buon banco di prova per Fabio Aru, dal quale si aspettano risposte nelle tre tappe di montagna, quelle del Flumserberg e del San Gottardo e il tappone conclusivo con i passi Furka, Susten e Grimsel.
Per quel che riguarda la frazione odierna è tutta altra storia. Nessuno di quelli che si sono giocati la vittoria parziale possiede le caratteristiche per puntare alla classifica generale. Rohan Dennis (Bahrain Merida), Maciej Bodnar (Bora – Hansgrohe) e Michael Matthews (Team Sunweb) sono risultati riuniti in un fazzoletto di un solo secondo, con i primi due divisi addirittura da soli 10 centesimi. Soprende in negativo la prova di Stefan Küng (Groupama – FDJ), che era insieme a Dennis il favorito numero uno ed invece ha accusato 9 secondi di ritardo, facendo peggio di Peter Sagan (Bora – Hansgrohe), che ne ha presi solo 7.
Domani si resterà nelle stesse zone con una tappa in circuito che presenta due salite di seconda categoria da ripetere tre volte. L’ultimo scollinamento sarà a 18 Km dalla conclusione, al termine di uno strappo di quasi 3 Km al 9,7%. I velocisti quindi avranno più di un problema a tenere chiusa la corsa, anche se molto dipenderà dalla condotta dei big che potrebbero anche non volersi dannare l’anima alla prima tappa in linea.

Benedetto Ciccarone

ORDINE D’ARRIVO E PRIMA CLASSIFICA GENERALE

1 Rohan Dennis (Aus) Bahrain-Merida 0:10:50
2 Maciej Bodnar (Pol) Bora-Hansgrohe 0:00:00
3 Michael Matthews (Aus) Team Sunweb 0:00:02
4 Søren Kragh Andersen (Den) Team Sunweb 0:00:02
5 Kasper Asgreen (Den) Deceuninck-QuickStep 0:00:03
6 Lawson Craddock (USA) EF Education First 0:00:05
7 Peter Sagan (Svk) Bora-Hansgrohe 0:00:08
8 Patrick Bevin (NZl) CCC Team 0:00:09
9 Stefan Küng (Swi) Groupama-FDJ 0:00:09
10 Tom Scully (NZl) EF Education First 0:00:11
11 Michael Hepburn (Aus) Mitchelton-Scott 0:00:14
12 Tom Bohli (Swi) UAE Team Emirates 0:00:15
13 Geraint Thomas (GBr) Team Ineos 0:00:17
14 Jonathan Castroviejo (Spa) Team Ineos 0:00:18
15 Yves Lampaert (Bel) Deceuninck-QuickStep 0:00:18
16 Winner Anacona (Col) Movistar Team 0:00:19
17 Patrick Konrad (Aut) Bora-Hansgrohe 0:00:19
18 Owain Doull (GBr) Team Ineos 0:00:19
19 Nathan Haas (Aus) Katusha-Alpecin 0:00:19
20 Claudio Imhoff (Sui) Switzerland 0:00:19
21 Fabio Felline (Ita) Trek-Segafredo 0:00:20
22 Matteo Trentin (Ita) Mitchelton-Scott 0:00:20
23 Lukasz Wisniowski (Pol) CCC Team 0:00:21
24 Alexander Edmondson (Aus) Mitchelton-Scott 0:00:21
25 Benjamin Thomas (Fra) Groupama-FDJ 0:00:22
26 Egan Bernal (Col) Team Ineos 0:00:23
27 Nikias Arndt (Ger) Team Sunweb 0:00:23
28 Mitchell Docker (Aus) EF Education First 0:00:25
29 Sep Vanmarcke (Bel) EF Education First
30 Kevin Geniets (Lux) Groupama-FDJ 0:00:25
31 Omar Fraile (Spa) Astana Pro Team 0:00:25
32 Tiesj Benoot (Bel) Lotto Soudal 0:00:25
33 Maxime Monfort (Bel) Lotto Soudal 0:00:26
34 Nicolas Roche (Irl) Team Sunweb 0:00:27
35 Luis Mas Bonet (Spa) Movistar Team 0:00:28
36 Gian Friesecke (Sui) Switzerland 0:00:28
37 Marc Soler (Spa) Movistar Team 0:00:30
38 Stan Dewulf (Bel) Lotto Soudal 0:00:30
39 Fabio Aru (Ita) UAE Team Emirates 0:00:30
40 Steve Morabito (Swi) Groupama-FDJ 0:00:31
41 Carlos Betancur (Col) Movistar Team 0:00:33
42 Ivan Garcia (Spa) Bahrain-Merida 0:00:34
43 Romain Sicard (Fra) Direct Energie 0:00:34
44 Jasper Stuyven (Bel) Trek-Segafredo 0:00:34
45 Luis León Sanchez (Spa) Astana Pro Team 0:00:35
46 Brandon McNulty (USA) Rally UHC Cycling 0:00:35
47 Michael Valgren Andersen (Den) Dimension Data 0:00:35
48 Rodrigo Contreras (Col) Astana Pro Team 0:00:36
49 Sergio Henao (Col) UAE Team Emirates 0:00:36
50 Danny van Poppel (Ned) Team Jumbo-Visma 0:00:36
51 Lennard Kämna (Ger) Team Sunweb 0:00:37
52 Michael Gogl (Aut) Trek-Segafredo 0:00:37
53 Greg Van Avermaet (Bel) CCC Team 0:00:37
54 Rui Alberto Faria Da Costa (Por) UAE Team Emirates 0:00:37
55 Simon Geschke (Ger) CCC Team 0:00:38
56 Reto Hollenstein (Swi) Katusha-Alpecin 0:00:38
57 Elia Viviani (Ita) Deceuninck-QuickStep 0:00:38
58 Simon Spilak (Slo) Katusha-Alpecin 0:00:39
59 Tsgabu Grmay (Eth) Mitchelton-Scott 0:00:39
60 Mathias Frank (Swi) AG2R La Mondiale 0:00:40
61 Michael Schär (Swi) CCC Team 0:00:40
62 Jan Hirt (Cze) Astana Pro Team 0:00:40
63 Pierre-Roger LaTour (Fra) AG2R La Mondiale 0:00:40
64 Nicola Conci (Ita) Trek-Segafredo 0:00:40
65 Hugh John Carthy (GBr) EF Education First 0:00:40
66 Maximiliano Richeze (Arg) Deceuninck-QuickStep 0:00:41
67 Marc Hirschi (Swi) Team Sunweb 0:00:41
68 Lukas Pöstlberger (Aut) Bora-Hansgrohe 0:00:41
69 Reinardt Janse Van Rensburg (RSA) Dimension Data 0:00:43
70 Enric Mas (Spa) Deceuninck-QuickStep 0:00:44
71 Sam Bewley (NZl) Mitchelton-Scott 0:00:44
72 Dries Devenyns (Bel) Deceuninck-QuickStep 0:00:45
73 John Degenkolb (Ger) Trek-Segafredo 0:00:46
74 Tom-Jelte Slagter (Ned) Dimension Data 0:00:46
75 Koen Bouwman (Ned) Team Jumbo-Visma 0:00:47
76 Jay Thomson (RSA) Dimension Data 0:00:48
77 Nathan Brown (USA) EF Education First 0:00:48
78 Rob Britton (Can) Rally UHC Cycling 0:00:49
79 Andrey Zeits (Kaz) Astana Pro Team 0:00:49
80 Gavin Mannion (USA) Rally UHC Cycling 0:00:49
81 Rick Zabel (Ger) Katusha-Alpecin 0:00:49
82 Roman Kreuziger (Cze) Dimension Data 0:00:50
83 Jérôme Cousin (Fra) Total Direct Energie 0:00:52
84 Daniel McLay (GBr) EF Education First 0:00:52
85 Larry Warbasse (USA) AG2R La Mondiale 0:00:52
86 Matteo Fabbro (Ita) Katusha-Alpecin 0:00:52
87 Domenico Pozzovivo (Ita) Bahrain-Merida 0:00:53
88 Ben Swift (GBr) Team Ineos 0:00:53
89 Matej Mohoric (Slo) Bahrain-Merida 0:00:54
90 Michael Albasini (Swi) Mitchelton-Scott 0:00:54
91 Gino Mäder (Swi) Dimension Data 0:00:55
92 Szymon Sajnok (Pol) CCC Team 0:00:55
93 Ben King (USA) Dimension Data 0:00:56
94 Roland Thalmann (Sui) Switzerland 0:00:57
95 Bruno Armirail (Fra) Groupama-FDJ 0:00:57
96 Geoffrey Bouchard (Fra) AG2R La Mondiale 0:00:57
97 Robin Carpenter (USA) Rally UHC Cycling 0:00:57
98 Stijn Vandenbergh (Bel) AG2R La Mondiale 0:00:58
99 Marcus Burghardt (Ger) Bora-Hansgrohe 0:00:58
100 Paul Ourselin (Fra) Direct Energie
101 Thomas Boudat (Fra) Direct Energie 0:00:58
102 Gianluca Brambilla (Ita) Trek-Segafredo 0:00:59
103 Guillaume Van Keirsbulck (Bel) CCC Team 0:00:59
104 Patrick Schelling (Sui) Switzerland 0:01:00
105 Fabian Lienhard (Sui) Switzerland 0:01:01
106 Colin Joyce (USA) Rally UHC Cycling 0:01:01
107 Enrico Battaglin (Ita) Katusha-Alpecin 0:01:02
108 Valerio Agnoli (Ita) Bahrain-Merida 0:01:02
109 Alexander Kristoff (Nor) UAE Team Emirates 0:01:03
110 Andreas Schillinger (Ger) Bora-Hansgrohe 0:01:03
111 Hector Carretero (Spa) Movistar Team 0:01:04
112 Svein Tuft (Can) Rally UHC Cycling 0:01:04
113 Taco van der Hoorn (Ned) Team Jumbo-Visma 0:01:05
114 Kilian Frankiny (Swi) Groupama-FDJ 0:01:05
115 Aurélien Paret Peintre (Fra) AG2R La Mondiale 0:01:05
116 Simon Pellaud (Sui) Switzerland 0:01:05
117 Yuriy Natarov (Kaz) Astana Pro Team 0:01:07
118 Antonio Nibali (Ita) Bahrain-Merida 0:01:07
119 Willem Jakobus Smit (RSA) Katusha-Alpecin 0:01:08
120 Michael Mørkøv (Den) Deceuninck-QuickStep 0:01:08
121 Ryan Anderson (Can) Rally UHC Cycling 0:01:08
122 Adam Hansen (Aus) Lotto Soudal 0:01:09
123 Robert Stannard (Aus) Mitchelton-Scott 0:01:11
124 François Bidard (Fra) AG2R La Mondiale 0:01:12
125 Timo Roosen (Ned) Team Jumbo-Visma 0:01:12
126 Daniel Oss (Ita) Bora-Hansgrohe 0:01:13
127 Antwan Tolhoek (Ned) Team Jumbo-Visma 0:01:14
128 Bert-Jan Lindeman (Ned) Team Jumbo-Visma 0:01:15
129 Pim Ligthart (Ned) Direct Energie 0:01:15
130 Sven Erik Bystrøm (Nor) UAE Team Emirates 0:01:16
131 Fabien Grellier (Fra) Direct Energie 0:01:16
132 Jurgen Roelandts (Bel) Movistar Team 0:01:17
133 Carlos Cuesta Barbero (Spa) Movistar Team 0:01:17
134 Merhawi Kudus (Eri) Astana Pro Team 0:01:19
135 Andrea Garosio (Ita) Bahrain-Merida 0:01:20
136 Jelle Vanendert (Bel) Lotto Soudal 0:01:21
137 Tosh Van Der Sande (Bel) Lotto Soudal 0:01:21
138 Kenny Elissonde (Fra) Team Ineos 0:01:25
139 Floris De Tier (Bel) Team Jumbo-Visma 0:01:25
140 Enzo Wouters (Bel) Lotto Soudal 0:01:27
141 Wilco Kelderman (Ned) Team Sunweb 0:01:28
142 Daniel Hoelgaard (Nor) Groupama-FDJ 0:01:31
143 Manuele Mori (Ita) UAE Team Emirates 0:01:34
144 Luke Rowe (GBr) Team Ineos 0:01:35
145 Kiel Reijnen (USA) Trek-Segafredo 0:01:38
146 Lilian Calmejane (Fra) Direct Energie 0:01:39
147 Matteo Badilatti (Swi) Israel Cycling Academy 0:01:46

Rohan Dennis lanciato verso una risicata vittoria nella prima tappa del Tour de Suisse (foto Bettini)

Rohan Dennis lanciato verso una risicata vittoria nella prima tappa del Tour de Suisse (foto Bettini)

Pagina successiva »