LA ETAPA DEL DÍA: SEQUEROS – ALTO DE LA COVATILLA

novembre 7, 2020
Categoria: Approfondimenti, Copertina

Gran finale della Vuelta sull’impegnativa (ma non troppo) ascesa della Covatilla. Saranno i 12 Km conclusivi tutti all’insù a decidere le sorti della 75a edizione della corsa iberica alla vigilia del consueto epilogo madrileno

Ci si si gioca la vittoria nella 75a edizione della Vuelta a ventiquattrore dalla conclusiva frazione della corsa iberica, che terminerà domani a Madrid con una tappa destinata ai velocisti che nessun cambiamento potrà portare in classifica. Il palcoscenico dei decisivi atti sarà rappresentato dalla salita di circa 12 Km che condurrà fino ai quasi 2000 metri della Covatilla, impegnativa ma non troppo per via della sua pendenza media che si ferma poco sotto il 7%. Qui si vedrà chi ha ancora energie in corpo al termine di una Vuelta disputata agli sgoccioli di una stagione breve ma intesa a causa della pandemia, iniziata ai primi di agosto e che ha “bruciato” i suoi principali appuntamenti nel volgere di 3 mesi e mezzo. Per fare un paragone, sarebbe come iniziare la stagione a marzo con la Sanremo e terminarla a metà luglio dove aver concentrato in quella fase le principali classiche e i tre grandi giri. Al tutto bisogne aggiungere lo stress causato dal timore dei contagi e dalle limitazioni prescritte dalle “bolle”. Tornando al percorso della penultima tappa, nonostante la salita finale rappresenti il momento “clou” del tracciato – e, probabilmente, solo lì vedremo i big in azione – il resto della frazione non sarà certamente una passeggiata e così al momento di affrontare la Covatilla potrebbero rimanere nelle gambe le salite superate in precedenza, tra le quali spicca il Portillo de las Batuecas di 1a categoria che dovrà essere scavalcato ad una cinquantina di chilometri dal “via” da Sequeros.

METEO

Sequeros : nubi sparse con possibilità di deboli e isolate precipitazioni, 10.8°C (percepiti 4°C), vento moderato da SSW (23-27 Km/h), umidità al 88%
La Alberca (52.7 Km): pioggia modesta (0.4 mm), 10.5°C (percepiti 2°C), vento moderato da SSW (25-28 Km/h), umidità al 93%
Montemayor del Rio (traguardo volante – 129.5 Km): poco nuvoloso, 12.4°C (percepiti 6°C), vento moderato da SW (20-27 Km/h), umidità al 65%
Navacarros (inizio salita finale – 165.6 Km): poco nuvoloso, 11.7°C (percepiti 6°C), vento moderato da SSW (19-26 Km/h), umidità al 70%
Alto de La Covatilla : previsioni non disponibili

GLI ORARI DELLA VUELTA

Segnaliamo che la corsa non sarà seguita dalla RAI

12.00: inizio diretta su Eurosport 1 (10 minuti prima della partenza)
12.10: partenza da Sequeros
13.30-13.40: scollinamento Puerto del Portillo de las Batuecas
14.30-14.50: scollinamento Alto de San Miguel de Valero
14.55-15.20: scollinamento Alto de Cristóbal
15.40-16.05: traguardo volante di Montemayor del Rio
15.50-16.15: scollinamento Alto de Peñacaballera
16.15-16.45: scollinamento Alto de la Garganta
16.40-17.15: inizio salita finale
17.00-17.35: arrivo alla Covatilla

UN PO’ DI STORIA

Situata nel comune di La Hoya, la stazione di sport invernali della Covatilla è stata creata nel 2001 e ha immediatamente individuato nella Vuelta un’importante finestra per farsi conoscere al mondo. Risale all’anno successivo, infatti, il primo approdo della corsa spagnola lassù, timbrato dallo spagnolo Santiago Blanco mentre a vestire la maglia gialla era ancora Roberto Heras, che due giorni più tardi perderà definitivamente le insegne del primato a favore di Aitor González nella conclusiva crono di Madrid. Successivamente questa salita sarà riproposta altre quattro volte, occasioni nelle quali coglieranno il successo il colombiano Félix Cárdenas nel 2004, l’italiano Danilo Di Luca nel 2006, l’irlandese Daniel Martin nel 2011 e lo statunitense Benjamin King nel 2018.

I campi da sci della Covatilla e, in trasparenza, laltimetria della diciassettesima tappa (wikipedia)

I campi da sci della Covatilla e, in trasparenza, l'altimetria della diciassettesima tappa (wikipedia)

Commenta la notizia