ACKERMANN, BIS A GUILIN. MAS VINCE IL GREE TOUR OF GUANGXI 2019

ottobre 23, 2019
Categoria: Copertina, News

A Guilin, nella sesta ed ultima tappa del Gree Tour of Guangxi, Pascal Ackermann (Bora Hansgrohe) vince in volata su Juan Sebastián Molano (UAE Team Emirates) e Timo Roosen (Jumbo Visma). Enric Mas (Team Quick) si impone in classifica e si accomiata nel migliore dei modi dalla squadra belga, visto che nel 2020 approderà al Team Movistar.

Con la classifica generale già definitasi dopo la quarta tappa sul durissimo finale di Noongla – ultimi tre km che non scendevano mai sotto il 10% – la sesta ed ultima tappa del Gree Tour of Guangxi rispecchiava l’andamento più consono alle ruote veloci tipico delle altre frazioni della corsa cinese. Cinque tappe per velocisti su sei totali devono comunque far riflettere gli organizzatori, che magari potrebbero in futuro movimentare di più la corsa, a cui perdoniamo l’ancora giovane età, visto che è giunta soltanto alla terza edizione. La sesta tappa, disegnata in circuito attorno a Guilin per poco più di 168 km, ha visto la pioggia protagonista e si è subito accesa con la fuga di cinque uomini: Meiyin Wang (Bahrain Merida), Frederik Frison (Lotto Soudal), Paul Ourselin (Total Direct Énergie), Jay Thomson (Dimension Data) e Kevin Van Melsen (Wanty-Gobert). Come al solito erano le squadre dei velocisti a dettare il ritmo del gruppo ed a mantenere la fuga nel mirino. Il vantaggio massimo di quest’ultima arrivava a poco più di 4 minuti dopo 60 km. Erano in particolare UAE Team Emirates e Bora Hansgrohe a farsi vedere in testa al gruppo. La fuga veniva ripresa dopo che il primo a staccarsi era stato Ourselin a 30 km dall’arrivo. Nell’ultima curva prima del rettilineo finale alcuni ciclisti cadevano e tra di loro Phil Bauhaus, velocista della Bahrain Merida, vedeva infrante le proprie possibilità di vittoria. Juan Sebastián Molano (UAE Team Emirates) anticipava la volata a circa 200 metri dal traguardo ma Pascal Ackermann (Bora Hansgrohe) non si lasciava sorprendere e riusciva a superare il colombiano battendolo di oltre mezza bicicletta. Al terzo posto chiudeva Timo Roosen (Jumbo Visma) mentre ella top ten si segnalavano il quinto posto di Jakub Mareczko (CCC Team) ed il settimo di Matteo Trentin (Mitchelton Scott). Ackermann conclude al meglio la stagione con la conquista della maglia azzurra della classifica a punti grazie alle due vittorie conseguite nella terza e nella sesta tappa ed a tre secondi posti. Enric Mas (Deceuninck Quick Step) si impone in classifica generale con 5 secondi di vantaggio su Daniel Martínez (EF Education First) e 14 secondi su Diego Rosa (Team INEOS), autore di un finale di stagione a buoni livelli dopo un 2019 tartassato dagli infortuni. Lo spagnolo è il terzo vincitore della giovane corsa cinese, conquistata nel 2017 da Tim Wellens e nel 2018 dall’italiano Gianni Moscon, quest’anno assente. Mas fa sua anche la maglia bianca di miglior giovane mentre Tomasz Marczyński (Lotto Soudal) vince la classifica dei GPM. La stagione ciclistica su strada ad alto livello termina ufficialmente qui e dà appuntamento per il 2020 in Australia, dove si ricomincerà con il Tour Dow Under in programma dal 21 al 26 Gennaio.

Giuseppe Scarfone

Enric Mas vince lultima prova del calendario World Tour 2019 (Getty Images)

Enric Mas vince l'ultima prova del calendario World Tour 2019 (Getty Images)

Commenta la notizia