IL GIRO È DI CARAPAZ, ULTIMO TAPPONE A BILBAO

L’ecuadoriano conserva intatto il vantaggio sul traguardo di Monte Avena e, alla vigilia della cronometro finale di Verona, vede il successo finale. La 20a tappa va allo spagnolo della Astana, che brucia in volata Landa.

Della ventesima tappa del Giro 2019, la frazione dolomitica che ricalcava il tracciato della gran fondo Sportful, restano un dato e un’immagine. Il dato è che Richard Carapaz, salvo sciagure imprevedibili nella cronometro finale di Verona, diventerà domani un eroe nazionale dell’Ecuador. Sarà il primo corridore del suo Paese a vincere il Giro d’Italia, o, in generale, un qualsiasi evento ciclistico di primo piano. Il pantheon sportivo ecuadoriano, che fino a oggi comprendeva Andrés Gomez, il tennista che nel 1990 conquistò il Roland Garros, e Jefferson Perez, marciatore al quale il Paese deve le uniche medaglie olimpiche, è pronto ad accogliere un terzo uomo.
L’immagine è quella che ha avuto per protagonisti Miguel Angel Lopez e un tifoso per il quale ogni epiteto rappresenterebbe un ridicolo eufemismo. A meno di 6 km dall’arrivo, lo spettatore ha provocato la caduta del colombiano in maglia bianca, principale animatore della tappa. La preoccupazione di Lopez, appena ritrovata la posizione eretta, e ben prima di risalire in bicicletta, è stata quella di rifilare al responsabile dell’incidente un paio di cazzotti. Dopo avere pensato per un istante di riguadagnare la sella, Lopez è tornato sui suoi passi per assestare un altro ceffone al tifoso, prima di riprendere finalmente l’ascesa verso Monte Avena e di lasciare agli appassionati il dilemma tra la condanna della violenza e la condanna della stupidità. L’assalto al podio era comunque, a quel punto, già compromesso da tempo. La Astana, nettamente la squadra più aggressiva oggi e in tutto il Giro, ha trovato una meritata consolazione con il successo di tappa di Pello Bilbao.
La tappa, pur non indimenticabile, ha offerto quanto di meglio fosse lecito attendersi alla luce del disegno. La prima salita, Cima di Campo, è stata caratterizzata dalla battaglia per entrare in fuga, che ha coinvolto varie decine di corridori. A uscirne vittoriosi sono stati Andrey Amador (Movistar), Fausto Masnada (Androni), Damiano Caruso (Bahrein-Merida), Dario Cataldo e lo stesso Bilbao (Astana), Tanel Kangert (Education First), Amanuel Ghebreigzabier (Dimension Data), Jai Hindley (Sunweb), Eddie Dunbar (Ineos), Eros Capecchi (Deceuninck), Mikel Nieve (Mitchelton-Scott) e Ilnur Zakarin, unico uomo con vaghe ambizioni di classifica (al via di questa mattina era 12°, con 10 minuti e mezzo di distacco).
Masnada ha allungato in solitaria all’inizio del Passo Manghen, l’ascesa più impegnativa di giornata. Dal gruppo sono usciti invece, a distanza di pochi chilometri l’uno dall’altro, Nicola Conci e Giulio Ciccone, compagni di squadra alla Trek-Segafredo, probabilmente all’interno di un più ampio e del tutto imperscrutabile piano tattico.
Proprio al Manghen, diventato cima Coppi con la cancellazione del Gavia dalla tappa di Ponte di Legno, erano affidate le speranze di assistere a qualcosa di meglio di una lunga processione fino ai piedi dell’ultima salita. Gli auspici dei tifosi sono stati esauditi dalla solita Astana, che nel tratto più selettivo dell’ascesa ha preso il comando del gruppo e ha lanciato lo scatto di Lopez, arrivato a 3 km dalla vetta. Soltanto Carapaz e Mikel Landa hanno saputo replicare; Vincenzo Nibali e Primoz Roglic, ultimi a perdere le ruote del trio, hanno concesso 20 secondi, e sono stati staccati, negli ultimi metri di scalata, anche da Pavel Sivakov.
La lunga discesa ha portato comunque a un ricompattamento generale. Nel lungo tratto pianeggiante per risalire la Val di Fiemme, dopo una breve parentesi di anarchia, la Movistar ha ripreso il controllo della corsa, anche grazie al rientro di Antonio Pedrero ed Hector Carretero. Della nuova quiete tra i favoriti hanno approfittato Bilbao, Dunbar, Kangert, Ghebreigzabier e Nieve, al cui tentativo si sono uniti in un secondo momento Ciccone, Capecchi e Valentin Madouas.
Nulla ha più scosso la tappa fino ai piedi del Croce d’Aune, e in particolare non lo ha fatto il Rolle, la vera salita ammazza-spettacolo nel tracciato di oggi. A 22 km dal traguardo, quando la strada ha ripreso a salire, il vantaggio del drappello di testa si aggirava sui due minuti soltanto. Merito dell’inseguimento di una Movistar determinata a regalare a Landa, se non il podio, almeno una vittoria di tappa.
Il basco si è mosso in effetti a 3 km dalla cima del Croce d’Aune, dopo un altro paio di scatti non troppo incisivi di Lopez. Nessuno è riuscito a replicare, e soltanto il lavoro di Domenico Pozzovivo in supporto a Nibali ha impedito che il vantaggio di Landa diventasse decisivo. Al comando era rimasto intanto il solo Madouas, il cui margine era però ormai misurabile in decine di secondi più che in minuti.
Lo snodo decisivo di giornata, in chiave classifica generale, è arrivato nei pochi chilometri di discesa che separavano il penultimo Gran Premio della Montagna dai piedi della salita di Monte Avena. In quel tratto Nibali ha accelerato per riportarsi su Landa, e ha finito per portare con sé il solo Carapaz. Roglic e Lopez hanno perso qualche decina di metri; le speranze di top five di Rafal Majka si sono invece infrante sull’asfalto di un tornante a destra, dove il polacco è finito a terra.
Il trio Landa-Nibali-Carapaz ha trovato un accordo sufficiente a riassorbire via via tutti i superstiti della fuga. Nel finale i tre non hanno però saputo o voluto salire con il ritmo dei primi chilometri, e hanno così dato modo ad alcuni degli ex attaccanti – Bilbao, Ciccone, Nieve, Madouas e Kangert – di tenere il passo e di arrivare a giocarsi la tappa allo sprint.
È stato proprio uno dei cinque, Bilbao, a impedire alla Movistar di coronare il suo lavoro e a Landa di ottenere la parziale ricompensa per il suo lavoro da gregario di lusso. In volata, lo spagnolo della Astana si è messo dietro il connazionale e un Giulio Ciccone che ha pagato gli attacchi fuori tempo delle prime ore di corsa.
Landa è riuscito per il momento a guadagnare il gradino più basso del podio, ma la sensazione è che il suo terzo posto sia molto provvisorio. Il ritardo del basco da Carapaz è infatti di 2’53’’: appena 23’’ in meno rispetto a Roglic, pur penalizzato di 10 secondi per avere ricevuto una lunga spinta da un tifoso. Lo sloveno ha concluso a 54’’ dal vincitore, in 14esima posizione, preceduto di 6 secondi da un Mollema che sembra ormai certo del quinto posto in generale.
Dovrebbe essere quello tra Landa e Roglic, in ogni caso, il duello più intrigante dell’ultima giornata di Giro. Il primato di Carapaz sembra infatti inattaccabile: Nibali, sempre secondo, resta a 1’54’’. Suppergiù il tempo che il siciliano e Roglic hanno ceduto all’ecuadoriano nei due giorni di sciagurata marcatura a oltranza, a Lago Serrù e Courmayeur.

Matteo Novarini

1 Pello Bilbao (Spa) Astana Pro Team 5:46:02
2 Mikel Landa (Spa) Movistar Team
3 Giulio Ciccone (Ita) Trek-Segafredo 0:00:02
4 Richard Carapaz (Ecu) Movistar Team 0:00:04
5 Vincenzo Nibali (Ita) Bahrain-Merida
6 Tanel Kangert (Est) EF Education First 0:00:15
7 Mikel Nieve (Spa) Mitchelton-Scott
8 Valentin Madouas (Fra) Groupama-FDJ 0:00:25
9 Rafal Majka (Pol) Bora-Hansgrohe 0:00:44
10 Domenico Pozzovivo (Ita) Bahrain-Merida
11 Pavel Sivakov (Rus) Team Ineos 0:00:48
12 Simon Yates (GBr) Mitchelton-Scott
13 Bauke Mollema (Ned) Trek-Segafredo
14 Primoz Roglic (Slo) Team Jumbo-Visma 0:00:54
15 Hugh John Carthy (GBr) EF Education First 0:01:10
16 Lucas Hamilton (Aus) Mitchelton-Scott 0:01:19
17 Amanuel Ghebreigzabhier (Eri) Dimension Data
18 Miguel Angel Lopez (Col) Astana Pro Team 0:01:49
19 Edward Dunbar (Irl) Team Ineos 0:01:59
20 Ilnur Zakarin (Rus) Katusha-Alpecin 0:02:18
21 Joe Dombrowski (USA) EF Education First 0:03:25
22 Jan Hirt (Cze) Astana Pro Team 0:05:16
23 Sebastian Henao (Col) Team Ineos 0:05:40
24 Jai Hindley (Aus) Team Sunweb 0:06:04
25 Damiano Caruso (Ita) Bahrain-Merida
26 Nicola Conci (Ita) Trek-Segafredo 0:06:20
27 Nathan Brown (USA) EF Education First 0:06:31
28 Fausto Masnada (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec 0:09:32
29 Antonio Pedrero (Spa) Movistar Team 0:11:36
30 Victor De La Parte (Spa) CCC Team 0:12:48
31 Alexis Vuillermoz (Fra) AG2R La Mondiale
32 Hubert Dupont (Fra) AG2R La Mondiale 0:12:50
33 Davide Formolo (Ita) Bora-Hansgrohe
34 Jan Polanc (Slo) UAE Team Emirates
35 Andrey Zeits (Kaz) Astana Pro Team
36 François Bidard (Fra) AG2R La Mondiale 0:12:58
37 Miguel Eduardo Florez Lopez (Col) Androni Giocattoli-Sidermec 0:13:05
38 Larry Warbasse (USA) AG2R La Mondiale
39 Christopher Hamilton (Aus) Team Sunweb
40 Dario Cataldo (Ita) Astana Pro Team 0:13:25
41 Eros Capecchi (Ita) Deceuninck-QuickStep
42 Ben O’Connor (Aus) Dimension Data 0:13:33
43 Ion Izagirre Insausti (Spa) Astana Pro Team
44 Mattia Cattaneo (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec 0:13:56
45 Jay Mc Carthy (Aus) Bora-Hansgrohe
46 Diego Ulissi (Ita) UAE Team Emirates 0:14:57
47 Koen Bouwman (Ned) Team Jumbo-Visma 0:15:35
48 Enrico Battaglin (Ita) Katusha-Alpecin 0:15:55
49 Manuel Senni (Ita) Bardiani CSF 0:16:37
50 Jonnathan Narvaez (Ecu) Team Ineos 0:17:39
51 Paul Martens (Ger) Team Jumbo-Visma 0:18:51
52 Thomas De Gendt (Bel) Lotto Soudal 0:21:49
53 Andrey Amador (CRc) Movistar Team 0:23:40
54 José Rojas (Spa) Movistar Team 0:24:20
55 Ben Gastauer (Lux) AG2R La Mondiale 0:24:38
56 Bob Jungels (Lux) Deceuninck-QuickStep
57 Antonio Nibali (Ita) Bahrain-Merida
58 Gianluca Brambilla (Ita) Trek-Segafredo
59 Sepp Kuss (USA) Team Jumbo-Visma
60 Esteban Chaves (Col) Mitchelton-Scott
61 Hector Carretero (Spa) Movistar Team 0:28:21
62 Pieter Serry (Bel) Deceuninck-QuickStep 0:32:03
63 Amaro Antunes (Por) CCC Team 0:32:07
64 Cesare Benedetti (Ita) Bora-Hansgrohe
65 Jack Bauer (NZl) Mitchelton-Scott
66 Luke Durbridge (Aus) Mitchelton-Scott
67 Salvatore Puccio (Ita) Team Ineos
68 Jan Bakelants (Bel) Team Sunweb
69 Ivan Sosa (Col) Team Ineos
70 Ruben Plaza (Spa) Israel Cycling Academy
71 Giovanni Carboni (Ita) Bardiani CSF 0:32:15
72 Fabio Sabatini (Ita) Deceuninck-QuickStep 0:38:04
73 Valerio Agnoli (Ita) Bahrain-Merida
74 Francisco Ventoso (Spa) CCC Team
75 Francesco Gavazzi (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec
76 Grega Bole (Slo) Bahrain-Merida
77 Lukasz Owsian (Pol) CCC Team
78 Mikkel Frølich Honoré (Den) Deceuninck-QuickStep
79 Kristian Sbaragli (Ita) Israel Cycling Academy
80 Reto Hollenstein (Swi) Katusha-Alpecin
81 Marco Frapporti (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec
82 Guillaume Boivin (Can) Israel Cycling Academy
83 Krists Neilands (Lat) Israel Cycling Academy
84 Luca Covili (Ita) Bardiani CSF
85 Nans Peters (Fra) AG2R La Mondiale
86 Kamil Gradek (Pol) CCC Team
87 Christian Knees (Ger) Team Ineos
88 Danilo Wyss (Swi) Dimension Data
89 Jenthe Biermans (Bel) Katusha-Alpecin
90 Tobias Ludvigsson (Swe) Groupama-FDJ
91 Tosh Van Der Sande (Bel) Lotto Soudal
92 Jos van Emden (Ned) Team Jumbo-Visma
93 Matteo Montaguti (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec 0:38:08
94 Luis Mas Bonet (Spa) Movistar Team
95 Christopher Juul Jensen (Den) Mitchelton-Scott
96 Ivan Santaromita (Ita) Nippo-Vini Fantini-Faizane
97 Lorenzo Rota (Ita) Bardiani CSF
98 Antwan Tolhoek (Ned) Team Jumbo-Visma
99 Davide Villella (Ita) Astana Pro Team
100 Marco Canola (Ita) Nippo-Vini Fantini-Faizane
101 Juan Jose Lobato Del Valle (Spa) Nippo-Vini Fantini-Faizane 0:38:14
102 Manuele Boaro (Ita) Astana Pro Team 0:38:36
103 Victor Campenaerts (Bel) Lotto Soudal 0:40:16
104 Adam Hansen (Aus) Lotto Soudal
105 Enrico Gasparotto (Ita) Dimension Data 0:40:46
106 Markel Irizar (Spa) Trek-Segafredo
107 Scott Davies (GBr) Dimension Data
108 Manuel Belletti (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec
109 Ryan Gibbons (RSA) Dimension Data
110 Jasha Sütterlin (Ger) Movistar Team
111 Marco Marcato (Ita) UAE Team Emirates
112 Paolo Simion (Ita) Bardiani CSF
113 Damiano Cima (Ita) Nippo-Vini Fantini-Faizane
114 Awet Andemeskel (Eri) Israel Cycling Academy
115 Mirco Maestri (Ita) Bardiani CSF
116 Jonathan Caicedo (Ecu) EF Education First
117 Nico Denz (Ger) AG2R La Mondiale
118 Andrea Garosio (Ita) Bahrain-Merida
119 Ramon Sinkeldam (Ned) Groupama-FDJ
120 Arnaud Demare (Fra) Groupama-FDJ
121 Guy Niv (Isr) Israel Cycling Academy
122 Tom Bohli (Swi) UAE Team Emirates
123 Chad Haga (USA) Team Sunweb
124 Miles Scotson (Aus) Groupama-FDJ
125 Will Clarke (Aus) Trek-Segafredo
126 Josef Cerny (Cze) CCC Team
127 Olivier Le Gac (Fra) Groupama-FDJ
128 Andrea Vendrame (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec
129 Thomas Leezer (Ned) Team Jumbo-Visma
130 Davide Cimolai (Ita) Israel Cycling Academy
131 Conor Dunne (Irl) Israel Cycling Academy 0:40:55
132 Simone Consonni (Ita) UAE Team Emirates 0:41:02
133 Pascal Ackermann (Ger) Bora-Hansgrohe 0:42:21
134 Pawel Poljanski (Pol) Bora-Hansgrohe
135 Rüdiger Selig (Ger) Bora-Hansgrohe
136 Michael Schwarzmann (Ger) Bora-Hansgrohe
137 Michael Gogl (Aut) Trek-Segafredo 0:42:23
138 Sho Hatsuyama (Jpn) Nippo-Vini Fantini-Faizane 0:42:25
139 Sean Bennett (USA) EF Education First 0:42:37
140 Dmitrii Strakhov (Rus) Katusha-Alpecin 0:42:42

CLASSIFICA GENERALE

1 Richard Carapaz (Ecu) Movistar Team 89:38:28
2 Vincenzo Nibali (Ita) Bahrain-Merida 0:01:54
3 Mikel Landa (Spa) Movistar Team 0:02:53
4 Primoz Roglic (Slo) Team Jumbo-Visma 0:03:16
5 Bauke Mollema (Ned) Trek-Segafredo 0:05:51
6 Miguel Angel Lopez (Col) Astana Pro Team 0:07:18
7 Rafal Majka (Pol) Bora-Hansgrohe 0:07:28
8 Simon Yates (GBr) Mitchelton-Scott 0:08:01
9 Pavel Sivakov (Rus) Team Ineos 0:09:11
10 Ilnur Zakarin (Rus) Katusha-Alpecin 0:12:50
11 Hugh John Carthy (GBr) EF Education First 0:15:57
12 Joe Dombrowski (USA) EF Education First 0:20:12
13 Valentin Madouas (Fra) Groupama-FDJ 0:21:13
14 Davide Formolo (Ita) Bora-Hansgrohe 0:22:52
15 Jan Polanc (Slo) UAE Team Emirates 0:23:13
16 Giulio Ciccone (Ita) Trek-Segafredo 0:26:20
17 Mikel Nieve (Spa) Mitchelton-Scott 0:27:22
18 Tanel Kangert (Est) EF Education First 0:30:00
19 Domenico Pozzovivo (Ita) Bahrain-Merida 0:33:22
20 Fausto Masnada (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec 0:34:18
21 Edward Dunbar (Irl) Team Ineos 0:39:18
22 Victor De La Parte (Spa) CCC Team 0:39:56
23 Damiano Caruso (Ita) Bahrain-Merida 0:50:09
24 Sebastian Henao (Col) Team Ineos 0:57:35
25 Jan Hirt (Cze) Astana Pro Team 1:04:18
26 Lucas Hamilton (Aus) Mitchelton-Scott 1:04:33
27 Andrey Zeits (Kaz) Astana Pro Team 1:05:10
28 Mattia Cattaneo (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec 1:10:03
29 Alexis Vuillermoz (Fra) AG2R La Mondiale 1:11:47
30 François Bidard (Fra) AG2R La Mondiale 1:15:44
31 Ben O’Connor (Aus) Dimension Data 1:17:39
32 Pello Bilbao (Spa) Astana Pro Team 1:18:36
33 Bob Jungels (Lux) Deceuninck-QuickStep 1:23:25
34 Christopher Hamilton (Aus) Team Sunweb 1:23:31
35 Jai Hindley (Aus) Team Sunweb 1:28:03
36 Ion Izagirre Insausti (Spa) Astana Pro Team 1:28:10
37 Eros Capecchi (Ita) Deceuninck-QuickStep 1:31:26
38 Esteban Chaves (Col) Mitchelton-Scott 1:31:53
39 Pieter Serry (Bel) Deceuninck-QuickStep 1:32:16
40 Andrey Amador (CRc) Movistar Team 1:33:19
41 Koen Bouwman (Ned) Team Jumbo-Visma 1:36:49
42 Diego Ulissi (Ita) UAE Team Emirates 1:38:40
43 Jan Bakelants (Bel) Team Sunweb 1:49:04
44 Ivan Sosa (Col) Team Ineos 1:51:24
45 Antonio Pedrero (Spa) Movistar Team 1:53:57
46 Amanuel Ghebreigzabhier (Eri) Dimension Data 1:54:08
47 Hubert Dupont (Fra) AG2R La Mondiale 1:55:35
48 Dario Cataldo (Ita) Astana Pro Team 1:57:53
49 Gianluca Brambilla (Ita) Trek-Segafredo 1:58:03
50 José Rojas (Spa) Movistar Team 2:02:10
51 Larry Warbasse (USA) AG2R La Mondiale 2:06:13
52 Matteo Montaguti (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec 2:06:27
53 Thomas De Gendt (Bel) Lotto Soudal 2:07:32
54 Amaro Antunes (Por) CCC Team 2:09:53
55 Andrea Vendrame (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec 2:11:52
56 Sepp Kuss (USA) Team Jumbo-Visma 2:13:36
57 Giovanni Carboni (Ita) Bardiani CSF 2:17:52
58 Manuel Senni (Ita) Bardiani CSF 2:18:22
59 Francesco Gavazzi (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec 2:22:31
60 Davide Villella (Ita) Astana Pro Team 2:26:06
61 Nans Peters (Fra) AG2R La Mondiale 2:30:35
62 Jay Mc Carthy (Aus) Bora-Hansgrohe 2:40:07
63 Tosh Van Der Sande (Bel) Lotto Soudal 2:40:20
64 Nicola Conci (Ita) Trek-Segafredo 2:40:23
65 Antwan Tolhoek (Ned) Team Jumbo-Visma 2:41:34
66 Enrico Battaglin (Ita) Katusha-Alpecin 2:42:43
67 Nathan Brown (USA) EF Education First 2:42:47
68 Adam Hansen (Aus) Lotto Soudal 2:44:54
69 Enrico Gasparotto (Ita) Dimension Data 2:49:25
70 Christopher Juul Jensen (Den) Mitchelton-Scott 2:50:06
71 Ruben Plaza (Spa) Israel Cycling Academy 2:54:48
72 Miguel Eduardo Florez Lopez (Col) Androni Giocattoli-Sidermec 2:54:50
73 Lukasz Owsian (Pol) CCC Team 2:59:21
74 Paul Martens (Ger) Team Jumbo-Visma 3:01:17
75 Cesare Benedetti (Ita) Bora-Hansgrohe 3:01:42
76 Antonio Nibali (Ita) Bahrain-Merida 3:02:21
77 Kristian Sbaragli (Ita) Israel Cycling Academy 3:04:45
78 Jonnathan Narvaez (Ecu) Team Ineos 3:08:35
79 Ben Gastauer (Lux) AG2R La Mondiale
80 Luke Durbridge (Aus) Mitchelton-Scott 3:10:09
81 Marco Frapporti (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec 3:12:39
82 Tobias Ludvigsson (Swe) Groupama-FDJ 3:16:58
83 Danilo Wyss (Swi) Dimension Data 3:17:07
84 Luca Covili (Ita) Bardiani CSF 3:19:11
85 Lorenzo Rota (Ita) Bardiani CSF 3:23:08
86 Salvatore Puccio (Ita) Team Ineos 3:24:21
87 Francisco Ventoso (Spa) CCC Team 3:27:56
88 Hector Carretero (Spa) Movistar Team 3:32:14
89 Pawel Poljanski (Pol) Bora-Hansgrohe 3:34:19
90 Manuele Boaro (Ita) Astana Pro Team 3:35:04
91 Ryan Gibbons (RSA) Dimension Data 3:38:25
92 Fabio Sabatini (Ita) Deceuninck-QuickStep 3:43:24
93 Valerio Agnoli (Ita) Bahrain-Merida 3:51:25
94 Reto Hollenstein (Swi) Katusha-Alpecin 3:52:24
95 Jack Bauer (NZl) Mitchelton-Scott 3:53:30
96 Christian Knees (Ger) Team Ineos 3:53:31
97 Michael Gogl (Aut) Trek-Segafredo 3:58:21
98 Andrea Garosio (Ita) Bahrain-Merida 3:58:39
99 Marco Marcato (Ita) UAE Team Emirates 4:05:41
100 Krists Neilands (Lat) Israel Cycling Academy 4:06:21
101 Ivan Santaromita (Ita) Nippo-Vini Fantini-Faizane 4:06:55
102 Mikkel Frølich Honoré (Den) Deceuninck-QuickStep 4:07:33
103 Mirco Maestri (Ita) Bardiani CSF 4:10:35
104 Jos van Emden (Ned) Team Jumbo-Visma 4:14:04
105 Chad Haga (USA) Team Sunweb 4:14:58
106 Sean Bennett (USA) EF Education First 4:16:33
107 Marco Canola (Ita) Nippo-Vini Fantini-Faizane 4:17:20
108 Jonathan Caicedo (Ecu) EF Education First 4:17:22
109 Manuel Belletti (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec 4:18:35
110 Grega Bole (Slo) Bahrain-Merida 4:20:57
111 Olivier Le Gac (Fra) Groupama-FDJ 4:25:24
112 Victor Campenaerts (Bel) Lotto Soudal 4:26:11
113 Guy Niv (Isr) Israel Cycling Academy 4:26:50
114 Michael Schwarzmann (Ger) Bora-Hansgrohe 4:28:56
115 Josef Cerny (Cze) CCC Team 4:32:49
116 Jenthe Biermans (Bel) Katusha-Alpecin 4:34:12
117 Scott Davies (GBr) Dimension Data 4:44:34
118 Thomas Leezer (Ned) Team Jumbo-Visma 4:49:02
119 Jasha Sütterlin (Ger) Movistar Team 4:53:17
120 Pascal Ackermann (Ger) Bora-Hansgrohe 4:54:58
121 Dmitrii Strakhov (Rus) Katusha-Alpecin 4:55:32
122 Guillaume Boivin (Can) Israel Cycling Academy 4:56:39
123 Nico Denz (Ger) AG2R La Mondiale 4:56:57
124 Arnaud Demare (Fra) Groupama-FDJ 4:57:01
125 Luis Mas Bonet (Spa) Movistar Team 5:00:47
126 Rüdiger Selig (Ger) Bora-Hansgrohe 5:01:27
127 Awet Andemeskel (Eri) Israel Cycling Academy 5:04:11
128 Kamil Gradek (Pol) CCC Team 5:07:18
129 Davide Cimolai (Ita) Israel Cycling Academy 5:07:43
130 Simone Consonni (Ita) UAE Team Emirates 5:08:09
131 Ramon Sinkeldam (Ned) Groupama-FDJ 5:19:49
132 Juan Jose Lobato Del Valle (Spa) Nippo-Vini Fantini-Faizane 5:24:09
133 Conor Dunne (Irl) Israel Cycling Academy 5:24:57
134 Markel Irizar (Spa) Trek-Segafredo 5:27:22
135 Damiano Cima (Ita) Nippo-Vini Fantini-Faizane 5:27:23
136 Miles Scotson (Aus) Groupama-FDJ 5:33:42
137 Paolo Simion (Ita) Bardiani CSF 5:33:44
138 Tom Bohli (Swi) UAE Team Emirates 5:35:28
139 Will Clarke (Aus) Trek-Segafredo 5:59:28
140 Sho Hatsuyama (Jpn) Nippo-Vini Fantini-Faizane 6:03:31

Pello Bilbao bissa il successo dellAquila facendo suo il tappone del Manghen (foto Tim de Waele/Getty Images)

Pello Bilbao bissa il successo dell'Aquila facendo suo il tappone del Manghen (foto Tim de Waele/Getty Images)

Commenta la notizia