SUL PASSO MANIVA SPETTACOLO COLOMBIANO

giugno 12, 2018
Categoria: Copertina, News

Una quarta tappa nel segno della nazionale colombiana. Alejandro Osorio vince in cima al Passo Maniva ed è la nuova maglia Rosa. Subito dietro il connazionale Daniel Muñoz.

Il feeling che unisce le tappe alpine, dolomitiche o pirenaiche, per restare alle più famose salite del ciclismo, aii corridori colombiani ha trovato oggi nella quarta tappa del Giro Ciclistico d’Italia Under23 l’ennesima conferma.
Ad imporsi sul Passo Maniva, sede d’arrivo ella quarta tappa, è stato il rappresentante della nazionale sudamericana Alejandro Osorio (GW – Shimano), arrivato di poco davanti al connazionale Daniel Muñoz (EPM), doppietta firmata Colombia al termine di una delle tappe decisive di questo Giro Under23. Terza piazza per lo svizzero Gino Mäder (IAM Excelsior), arrivato 5” dopo la coppia colombiana. Il primo italiano è Samuele Zoccarato (General Store Bottoli), 7° a 17”. Più indietro Alessandro Covi (Team Colpack), 9° a 28”, che è anche il primo italiano in classifica generale, 6° a 21”.
Con il successo odierno Alejandro Osorio è anche la nuova maglia Rosa del Giro d’Italia Giovani Under 23: “Dedico questa vittoria alla mia famiglia, ai miei due fratelli, a mia sorella e ai miei genitori. Spero di tenere la maglia fino alla fine. Non sono uno specialista delle cronometro, ma la nostra squadra è molto forte e speriamo di tenere alto il nome del nostro Paese come hanno già saputo fare Nairo Quintana e Miguel Ángel López al Giro d’Italia dei professionisti”.
Dopo il via da Mornico al Serio il primo tentativo porta la firma di Gerben Thijssen (Lotto-Soudal U23) e Rasmus Byriel Iversen (General Store Bottoli), subito ripresi dal gruppo. Al km 18 si forma un drappello di 9 uomini con Mark Downey (Team Wiggins), Samuele Battistella (Zalf Euromobil Désirée Fior), Moreno Marchetti (Petroli Firenze Hopplà Maserati), Zoccarato, Stefano Moro (Biesse Carrera Gavardo), Massimo Orlandi (CTFriuli), Mäder, Deins Yeinson (Ciclistica Malmantile) e Diego Pablo Sevilla (Polartec-Kometa). Il loro vantaggio salirà fino a sfiorare i 9 minuti al km 88.
Al traguardo volante Intergiro di Iseo passano nell’ordine Marchetti, Moro, Zoccarato e Battistella, mentre lungo l’ascesa al Passo Tre Termini restano al comando Battistella, Orlandi, Zoccarato, Sevilla, Mädere Downey, scollinati in quest’ordine mentre il gruppo transita dopo a 6′48”.
Ai meno 20 km attacca Orlandi, che guadagna 1’38” e sembra destinato alla vittoria, ma improvvisamente la sua azione si appesantisce; così il corridore del team friuliano viene ripreso e staccato a 4 km dal traguardo da Zoccarato e Mäder. Non è tutto però, perchè dal gruppo parte il Muñoz (Nazionale Colombia) seguito prontamente dal compagno di squadra Osorio . All’ultimo chilometro Zoccarato cerca di staccare il corridore elvetico, ma i due corridori sudamericani, nettamente più veloci, i superano i due attaccanti involandosi presso una prestigiosa doppietta. Il successo è triplo per Osorio, perchè oltre alla vittoria di tappa, sfila all’austriaco Markus Wildauer (Tirol Cycling Team), sia quella bianca di miglior giovane.
Oggi si disputerà la 5a tappa da Darfo Boario Terme alla Malga di Dimaro, sopra Folgarida. Lunga 127,8 km, si tratta di una tappa molto impegnativa con tre GPM e un notevole dislivello complessivo. Dopo il GPM di Corteno Golgi (3a categoria, 932m), e il traguardo volante di Ponte di Legno (km 77) si affrontando le ascese di 1a categoria che conducono ai 1883 metri del Passo del Tonale e al traguardo della Malga di Dimaro, con i 12 Km finali al 7,4% di pendenza media. Si tratta, insomma, di un’altra tappa decisiva il Giro d’Italia dedicato agli Under 23

Mario Prato

Doppietta colombiana in vetta al Passo del Maniva (foto Isolapress)

Doppietta colombiana in vetta al Passo del Maniva (foto Isolapress)

Commenta la notizia