A SAN LUIS SI COMPIE LA VENDETTA DI CAVENDISH

gennaio 26, 2015
Categoria: News

In una giornata torrida, con il termometro che ha superato i 40 gradi, Mark Cavendish si è riscattato delle due sconfitte rimediate da Gaviria nella prima e nella terza tappa del Tour de San Luis, andando così a salvare una corsa a tappe che poteva rivelarsi per lui fallimentare. Stavolta la sua proverbiale bravura negli sprint gli ha permesso di mettere la ruota proprio davanti a quella di Gaviria. Subito alle spalle dei due mattatori degli sprint gli italiani Jakub Mareczko e Sacha Modolo.

Mark Cavendish è tornato, dopo due brucianti sconfitte per mano dell’ottimo sprinter colombiano Gaviria, che ora tutti aspettano di vedere all’opera nelle grandi occasioni. Il mannese è riuscito a conquistare una vittoria di tappa al Tour de San Luis in “zona Cesarini” (tanto per usare una metafora calcistica). Il successo è arrivato, infatti, nell’ultima tappa. La squadra del vincitore di giornata, in realtà, non ha lavorato affatto durante lo svolgimento della frazione, lasciando ad altri l’ingrato compito di chiudere sui nove fuggitivi – Thomas Voeckler (Europcar), Michal Golas (Etixx-QuickStep), Josué Moyano (San Luis Somos Todos), Ben Gastauer (Ag2r La Mondiale), Przemyslaw Niemiec (Lampre-Merida), Benjamin King (Cannondale) e gli italiani Adriano Malori (Movistar), Marco Bandiera (Androni Giocattoli-Venezuela) e Mauro Finetto (Selezione Italia) – che si erano involati subito dopo aver completato la prima delle tre tornate del circuito sul quale si svolgeva il tracciato della tappa. Questi uomini, che avevano raggiunto un vantaggio massimo di 3 minuti, sono stati, infatti, inseguiti dal Team Colombia che voleva evidentemente portare Gaviria allo sprint e dalla Nippo Fantini che non aveva uomini in fuga. Quest’ultima ha iniziato il lavoro per il ricongiungimento in particolar modo quando alcuni dei fuggitivi (Finetto, Golas e Moyano), visto l’assottigliarsi del vantaggio, tentavano di rilanciare l’azione, senza peraltro riuscire a guadagnare il tempo necessario per andare all’arrivo.
Nella parte finale dell’ultimo giro, invece, sono entrati in azione gli uomini di Cavendish che questa volta sono stati attentissimi ed hanno organizzato un treno perfetto per portare il loro uomo di punta nella posizione migliore.
La tappa, dal chilometraggio assai limitato, è stata resa dura dalle temperature veramente torride che hanno portato la colonnina di mercurio sopra quota 40. In questa corsa, in verità, spesso i corridori sono costretti a correre con temperature che difficilmente si incontrano nelle corse europee (salvo qualche volta al Tour de France), e questo fattore, come proprio la Grande Boucle ci ha insegnato, può provocare anche crisi in conseguenza delle quali si possono accusare minuti di ritardo nella tappe più dure.
Come ormai già deciso ieri sull’ultimo arrivo in salita, l’argentino Daniel Diaz ha conquistato la classifica generale con un vantaggio di 1′05″ su Torres ed 1′34″ su Quintana, vincitore di questa corsa lo scorso anno. Diaz non ha avuto rivali nelle salite, sulle prime due ha attaccato a viso aperto, staccando tutti nettamente, mentre nella cronometro, che in teoria non è il suo esercizio preferito, è riuscito a guadagnare, seppur poco, sui suoi diretti avversari, mentre ha preferito difendersi e lasciare la vittoria al compagno di squadra nella tappa di ieri. Il team del leader fa, quindi, man bassa conquistando 3 delle sette tappe in programma.
Le altre classifiche vedono Rodolfo Torres davanti a Diaz nella classifica degli scalatori con Da Silva al terzo posto, mentre la speciale classifica dei traguardi volanti se la aggiudica il colombiano Arango in forza al Team Colombia, che dal canto suo conquista la classifica generale a squadre. Sempre un uomo del Team Colombia, Contreras, si aggiudica la classifica dei giovani mettendo in fila altri due colombiani, Diaz e Chavez.
Questa panoramica non fa che confermare quanto già notato sinora e cioè lo strapotere dei sudamericani in questa corsa e la particolare volontà dei colombiani, che hanno di fatto monopolizzato tutte le classifiche secondarie mentre nella generale hanno piazzato tre uomini nei primi cinque.

Benedetto Ciccarone

ORDINE D’ARRIVO

1 Mark Cavendish (GBr) Etixx – Quick-Step 2:33:29
2 Fernando Gaviria (Col) Colombian National Team
3 Jakub Mareczko (Ita) Italy
4 Sacha Modolo (Ita) Lampre-Merida
5 Yauheni Hutarovich (Blr) Bretagne-SÈchÈ Environnement
6 Ken Hanson (USA) UnitedHealthcare Pro Cycling
7 Nicolas Marini (Ita) Nippo – Vini Fantini
8 Francisco Paiva (Arg) Funvic-Sao Jose dos Campos
9 Julian Gaday (Arg) Buenos Aires
10 Daniel Mclay (GBr) Bretagne-SÈchÈ Environnement
11 Eduard Michael Grosu (Rom) Nippo – Vini Fantini
12 Davide Ballerini (Ita) Italy
13 Joaquin Sobrino (Spa) Inteja-MMR
14 Felix Nodarse (Cub) Cuba
15 Martijn Verschoor (Ned) Team Novo Nordisk
16 Carlos Alzate (Col) UnitedHealthcare Pro Cycling
17 Riccardo Stacchiotti (Ita) Nippo – Vini Fantini
18 Fabio Sabatini (Ita) Etixx – Quick-Step
19 Diego Milan (Dom) Inteja-MMR
20 Ariel Sivori (Arg) Buenos Aires
21 Andrea Peron (Ita) Team Novo Nordisk
22 Miguel Angel Rubiano (Col) Colombia
23 German Tivani (Arg) Argentina
24 Jasha S¸tterlin (Ger) Movistar Team
25 Leonardo Duque (Col) Colombia
26 Daniel Turek (Cze) Cycling Academy Team
27 Edward King (USA) Cannondale-Garmin Pro Cycling Team
28 Pavel Kochetkov (Rus) Team Katusha
29 Alexis Vuillermoz (Fra) AG2R La Mondiale
30 Adrian Alvarado (Chi) Chile
31 Ilnur Zakarin (Rus) Team Katusha
32 Michal Kwiatkowski (Pol) Etixx – Quick-Step
33 Daniel Jaramillo (Col) Jamis-Hagens Berman
34 Lubos Malovec (Svk) Cycling Academy Team
35 Joseph Dombrowski (USA) Cannondale-Garmin Pro Cycling Team
36 Maximiliano Richeze (Arg) Lampre-Merida
37 Daniel Moreno Fernandez (Spa) Team Katusha
38 Kristoffer Skjerping (Nor) Cannondale-Garmin Pro Cycling Team
39 Lucas Sebastian Haedo (Arg) Jamis-Hagens Berman
40 Juan Pablo Valencia (Col) Colombia
41 Rodolfo Torres (Col) Colombia
42 Hugo Houle (Can) AG2R La Mondiale
43 Stephen Leece (USA) Jamis-Hagens Berman
44 Israel NuÒo (Spa) Inteja-MMR
45 Marc Soler (Spa) Movistar Team
46 Dayer Quintana (Col) Movistar Team
47 Luca Paolini (Ita) Team Katusha
48 Nairo Quintana (Col) Movistar Team
49 Luka Pibernik (Slo) Lampre-Merida
50 Lian Bertazzo (Ita) Italy

CLASSIFICA GENERALE

1 Daniel Diaz (Arg) Funvic-Sao Jose dos Campos 22:37:07
2 Rodolfo Torres (Col) Colombia 0:01:05
3 Nairo Quintana (Col) Movistar Team 0:01:34
4 Eduardo Sepulveda (Arg) Bretagne-SÈchÈ Environnement 0:02:02
5 Rodrigo Contreras (Col) Colombian National Team 0:03:16
6 Daniel Moreno Fernandez (Spa) Team Katusha 0:03:26
7 Joseph Dombrowski (USA) Cannondale-Garmin Pro Cycling Team 0:05:29
8 Daniel Jaramillo (Col) Jamis-Hagens Berman 0:05:35
9 Leandro Messineo (Arg) San Luis Somos Todos 0:05:39
10 Ilnur Zakarin (Rus) Team Katusha
11 Alexis Vuillermoz (Fra) AG2R La Mondiale 0:06:25
12 Miguel Angel Rubiano (Col) Colombia
13 Przemyslaw Niemiec (Pol) Lampre-Merida 0:07:27
14 Janez Brajkovic (Slo) UnitedHealthcare Pro Cycling 0:07:50
15 Enzo Moyano (Arg) San Luis Somos Todos 0:07:54
16 Edward Diaz (Col) Colombia 0:08:34
17 Igor Anton (Spa) Movistar Team 0:08:42
18 German Chavez (Col) Colombian National Team 0:08:58
19 Alberto Losada Alguacil (Spa) Team Katusha 0:09:46
20 Weimar Roldan (Col) Colombian National Team 0:09:49
21 Alfredo Lucero (Arg) San Luis Somos Todos 0:10:34
22 Dayer Quintana (Col) Movistar Team 0:11:41
23 Kleber Ramos (Bra) Funvic-Sao Jose dos Campos 0:12:03
24 Gaston Javier (Arg) Team SEP San Juan 0:12:52
25 Ariel Sivori (Arg) Buenos Aires 0:13:47
26 Pavel Kochetkov (Rus) Team Katusha 0:16:15
27 Benjamin King (USA) Cannondale-Garmin Pro Cycling Team 0:16:29
28 Gregory Brenes (CRc) Jamis-Hagens Berman 0:16:37
29 Thomas Danielson (USA) Cannondale-Garmin Pro Cycling Team 0:17:03
30 Gianfranco Zilioli (Ita) Androni Giocattoli 0:18:09
31 Simone Stortoni (Ita) Androni Giocattoli 0:18:12
32 Carlos Oyarzun (Chi) Chile 0:18:30
33 Ben Gastauer (Lux) AG2R La Mondiale 0:18:46
34 Guillaume Bonnafond (Fra) AG2R La Mondiale 0:18:54
35 Nathan Brown (USA) Cannondale-Garmin Pro Cycling Team 0:19:04
36 Gabriel Juarez (Arg) San Luis Somos Todos 0:19:11
37 Mattia Cattaneo (Ita) Lampre-Merida 0:19:15
38 Filippo Pozzato (Ita) Lampre-Merida 0:19:44
39 Emanuel Piaskowy (Pol) Cycling Academy Team 0:19:50
40 Juan Arango (Col) Colombian National Team 0:20:51
41 Lucas Gaday (Arg) Argentina 0:20:54
42 Brice Feillu (Fra) Bretagne-SÈchÈ Environnement 0:21:14
43 Gonzalo Garrido (Chi) Chile 0:21:15
44 Matthieu Boulo (Fra) Bretagne-SÈchÈ Environnement 0:21:19
45 Thomas Voeckler (Fra) Team Europcar 0:21:37
46 Simone Petilli (Ita) Italy 0:21:54
47 Romain Guillemois (Fra) Team Europcar 0:21:57
48 Fabrice Jeandesboz (Fra) Team Europcar 0:22:20
49 Mauro Finetto (Ita) Italy 0:22:35
50 Luis Laverde (Col) Colombian National Team

Cavendish esulta sul traguardo finale del Tour de San Luis (foto Bettini)

Cavendish esulta sul traguardo finale del Tour de San Luis (foto Bettini)

Commenta la notizia