1974 – IL GIRO DI MERCKX V

giugno 28, 2010 by Redazione  
Filed under 1974

Tappe mancanti: 11a (2a semitappa). Della 6a è presente la planimetria

1a


2a


3a


4a


5a


6a_p


7a


8a


9a


10a


11a-1ase


12a


13a


14a


15a


16a


17a


18a


19a


20a


21a


22a

altgen

1972 – IL GIRO DI MERCKX III

giugno 28, 2010 by Redazione  
Filed under 1972

Tappe mancanti: 1a, 7a, 8a, 11a, 12a, 13a, 17a, 19a, 20a, 21a

2a


3a


4a-1a


4a-2a


5a


6a


9a


10a


14a


15a


16a


18a

altgen

1971 – IL GIRO DI PETTERSSON

giugno 28, 2010 by Redazione  
Filed under 1971

Tappe mancanti: prologo, 12a, 16a, 20a, 21a

1a


2a


3a


4a


5a


6a


7a


8a


9a


10a


11a


13a


14a


15a


17a


18a


19a

altgen

1970 – IL GIRO DI MERCKX II

giugno 28, 2010 by Redazione  
Filed under 1970

Tappe mancanti: 5a, 6a, dalla 11a alla 17a.
Presenti le planimetrie delle prime quattro tappe, della 7a, 9a, 10a e 20a tappa.

plan

1a_4a


7a_p


8a


9a_p


10a_p


18a


19a


20a_p

altgen

1969 – IL GIRO DI GIMONDI II

giugno 28, 2010 by Redazione  
Filed under 1969

Tappe mancanti: tutte tranne la 4a, la 7a, l’11a, la 15a e la 16a (di questa è presente la solo planimetria)

4a


7a


11a


12a


15a


16a_p

alt1


altt2


alt3

1968 – IL GIRO DI MERCKX I

giugno 28, 2010 by Redazione  
Filed under 1968

Tappe mancanti:Prologo, 8a e 15a tappa.
Nota: della 2a è presente la planimetria
Alcune altimetrie scompaiono sotto la colonna di destra, per visualizzare interamente cliccare sui singoli grafici

1a


2a_p


3a


4a


5a


6a


7a


9a


10a


11a


12a


13a


14a


16a


17a


18a


19a


20a


21a


22a

altgen

1967 – IL GIRO DI GIMONDI I

giugno 28, 2010 by Redazione  
Filed under 1967

Note:
1) della 1a e della 21a tappa sono presenti le planimetrie
2) la planimetria della 21a tappa presenta tre percorsi: quello originario (via Stelvio), quello alternativo (via Gavia) e quello sul quale si corse (via Aprica) a causa della neve

1a_p


2a


3a


4a


5a


6a


7a


8a


9a


10a


11a


12a


13a


14a


15a


16a


17a


18a


19a


20a


21a_p


22

altgen1


altgen2


altgen3


21a

27-06-2010

giugno 28, 2010 by Redazione  
Filed under Ordini d'arrivo

SETTIMANA TRICOLORE
Disputate a Treviso le prove a cronometro per le categorie U23 uomini, elite donne e elite/open uomini
Per gli U23 si è imposto Matteo Mammini (Mastromarco Chianti), che ha percorso 26,9 Km in 33′14″, alla media di 48,565 Km/h. Ha preceduto di 17″ Gianluca Leonardi (Marchiol-Pasta Montegrapp) e di 21″ Alessandro Stocco (U.C. Trevigiani Dynamon Bott).
Successo nella categoria elite donne per Tatiana Guderzo (G.S. Fiamme Azzurre), che ha percorso 26,9 Km in 36′50″, alla media di 43,819 Km/h. Ha preceduto di 23″ Silvia Valsecchi (Asd G.S. Top Girls) e di 33″ Noemi Cantele (Columbia HTC Women).
La prova più attesa, quella riservata ai professionisti, è stata conquistata da Marco Pinotti (Team HTC-Columbia) che ha percorso 37,3 Km in 44′32″, alla media di 50,254 Km/h. Ha preceduto di 1′00″ Dario Cataldo (Quick Step) e di 1′38″ Adriano Malori (Lampre – Farnese Vini).

CAMPIONATI NAZIONALI STRANIERI
Ecco l’elenco dei corridori che, al pari di Giovanni Visconti, vestiranno nella stagione 2010-2011 la maglia di campione nazionale.

Antille Olandesi: Marc de Maar (United Healthcare)
Austria: Harald Starzengruber ((UNION Raiffeisen Radteam Tirol)
Belgio: Stijn Devolder (Quick Step)
Bielorussia: Aleksandr Kuschynski (Liquigas)
Bulgaria: Danail Petrov (Boavista-Madeinox)
Canada: Will Routley (Jelly Belly cycling p/b Kenda)
Danimarca: Nicki Sorensen (Saxo Bank)
Estonia: Kalle Kriit (Cofidis)
Finlandia: Jussi Veikkanen (Française des Jeux)
Francia: Thomas Voeckler (Bbox Bouygues Telecom)
Germania: Christian Knees (Milram)
Giappone: Takashi Miyazawa (Team Nippo)
Gran Bretagna: Geraint Thomas (Team Sky)
Iran: Mahdi Sohrabi (Tabriz Petrolchimical)
Irlanda: Matthew Brammeier (An Post Sean Kelly)
Israele: Niv Libner
Kazakhstan: Maxim Gourov (Astana)
Lettonia: Aleksejs Saramotins (Team HTC Columbia)
Lituania: Vytautas Kaupas (Differdange)
Lussemburgo: Frank Schleck (Saxo Bank)
Moldavia: Alexandre Pliuschin (Team Katusha)
Norvegia: Thor Hushovd (Cervélo)
Olanda: Niki Terpstra (Milram)
Polonia: Jacek Morajko (Mroz)
Portogallo: Rui Sousa (Barbot)
Repubblica Ceca: Petr Bencik (PSK Whirlpool)
Russia: Alexandr Kolobnev (Katusha)
Slovacchia: Martin Kostelnicak
Slovenia: Gorazd Stangelj (Astana)
Spagna: J. Iván Gutiérrez (Caisse d’Epargne)
Svezia: Michael Stevenson (Sparebaken Vest)
Svizzera: Martin Elmiger (AG2R)
Ucrania: Vitaly Popkov (ISD continental)
Ungheria: Peter Kusztor (Atlas)
Venezuela: Alirio Contreras

CRONOMETRO TRICOLORE, ANCORA PINOTTI

giugno 27, 2010 by Redazione  
Filed under News

Il 34enne del Team HTC domina la prova contro il tempo Open maschile, rifilando 1’ netto a Dario Cataldo, 2°, e 1’38’’ ad Adriano Malori, 3°, e conquista il quinto tricolore a cronometro. Matteo Mammini si impone nella categoria Under 23 davanti a Gianluca Leonardi e Alessandro Stocco, mentre Tatiana Guderzo, precedendo Silvia Valsecchi e Noemi Cantele, fa suo il terzo tricolore contro il tempo in carriera.

Foto copertina: Marco Pinotti impegnato a cronometro in maglia tricolore. Il bergamasco si è riconfermato quest’anno (foto cyclingworld.it)

Si è chiusa nel segno delle prove a cronometro la Settimana Tricolore 2010, manifestazione complessivamente riuscita, che ha certamente vissuto nella bella prova in linea élite maschile di ieri il suo momento migliore. Non altrettanto rosea continua invece ad apparire la situazione della cronometro italiana, con Marco Pinotti, ormai 34enne, e oggettivamente non al livello dei massimi specialisti del tic-tac a livello internazionale, che continua a mostrare una superiorità imbarazzante nei confronti di tutti gli altri azzurri, come ampiamente testimoniato dal minuto netto rifilato a Dario Cataldo, 2° classificato, e non certo noto al grande pubblico per le sue prodezze contro il tempo. Più specialista è sicuramente Adriano Malori, che appare però ancora molto lontano dai livelli cui è atteso in virtù del titolo mondiale a cronometro Under 23 di Varese. 1’38’’ è stato infatti il distacco accusato dall’emiliano, su un tracciato molto scorrevole (50,2 km/h la media oraria di Pinotti) e di non eccessiva lunghezza (37,3 km).
Ulteriore testimonianza del basso livello dei nostri cronomen è il fatto che il misero numero di partecipanti alla prova – trentotto – sia stato sbandierato come uno straordinario successo dall’organizzazione, peraltro parzialmente nel giusto, visto che si tratta in effetti di un record assoluto per la rassegna tricolore. Non a caso, Giovanni Visconti, non certo uno specialista, e sicuramente molto provato dalla splendida ma dispendiosa prestazione di 24 ore fa, è stato in grado di chiudere 6°, con il non esorbitante ritardo di 2’20’’ dal vincitore. Giusto, comunque, rendere onore a Marco Pinotti, che, approfittando della pochezza generale, è giunto a quota cinque successi nella specialità, con la possibilità, visto l’enorme margine nei confronti dei rivali, di allungare la serie nelle prossime edizioni.
Prima della prova più attesa, erano stati di scena i ragazzi della categoria Under 23 e le donne della categoria Elite. Proprio queste ultime erano state le prime a prendere il via, su un tracciato estremamente scorrevole di 26,9 km, analogo a quello più tardi teatro della prova Under 23. A trionfare è stata Tatiana Guderzo, penultima a prendere il via, capace di precedere nettamente Silvia Valsecchi, partita appena prima di lei, staccata alla fine di 23’’, e Noemi Cantele, ultima atleta a lasciare la pedana di partenza, alla fine distanziata di 33’’. Per l’iridata di Mendrisio di tratta del terzo tricolore a cronometro, dopo quelli del 2005 e del 2008, nonché della prima affermazione della stagione.
Curiosamente, la particolarità di vedere le ultime tre atlete a prendere il via occupare alla fine le prime tre posizioni, per di più nel medesimo ordine (primo posto alla penultima a prendere il via, secondo posto alla terzultima, terzo all’ultima), si è ripetuta esattamente un’ora circa più tardi, nella prova riservata agli Under 23. Il titolo è infatti andato a Matteo Mammini, 21enne del team Mastromarco, formazione già grande protagonista all’ultimo GiroBio, con il podio conquistato da Antonio Santoro (3°) e la doppietta ottenuta sul traguardo di Vitolini, grazie a Monsalve e allo stesso Santoro. In una prova dalle elevatissime medie orarie (48,5 km/h quella del vincitore), Mammini ha preceduto Gianluca Leonardi, alfiere Marchiol, e Alessandro Stocco, portacolori della U.C. Trevigiani. Anche in questo caso, si è trattato di un successo perentorio, con Leonardi relegato a 17’’ e Stocco a 21’’, 8’’ davanti al compagno di squadra Massimo Colledan.
Va dunque in archivio, con le tre prove trevigiane, l’edizione 2010 dei Campionati Italiani, manifestazione che ha regalato complessivamente più conferme che sorprese, senza fornire particolari indicazioni in ottica Tour de France. Restano infatti scarse le indicazioni circa lo stato di forma dei nostri (non molti) alfieri in terra francese, che hanno disertato in massa le corse di preparazione alla Grande Boucle del mese di giugno, e non hanno puntato forte (si spera) sulla rassegna tricolore. Già da sabato prossimo arriveranno comunque le prime risposte.

Matteo Novarini

1966 – IL GIRO DI MOTTA

giugno 27, 2010 by Redazione  
Filed under 1966

Tappe mancanti: 8a
Note: della 1a e della 3a tappa è presente la sola planimetria. Della 2a sono presenti sia la planimetria, sia l’altimetria

planprime


3a


4a


5a


6a


7a


9a


10a


11a


12a


13a


14a


15a



17a


18a


19a


20a


21a


22a

altimgen

Pagina successiva »