LA CARICA DEL 101° A PRAIA A MARE

Ecco il tradizionale contenitore made ne ilciclismo.it che da diverse stagioni accompagna le cronache prima del Giro e poi del Tour. All’interno ritroverete le rubriche riservate alla rassegna stampa internazionale, alla colonna sonora del giorno, alle previsioni del tempo per la tappa successiva, alle “perle” dei telecronisti, al Giro d’Italia rivisto alla “rovescia” al ricordo di un Giro passato (quest’anno rivisiteremo l’edizione del 1974, partita da un’altra terra “santa”, quella della Città del Vaticano).

GIRO D’ITALIA, GIRO DEL MONDO

Italia

Bennett brucia Viviani! Che volata a Praia a Mare – Liberazione Bennett: “Finalmente la volata giusta” – Aru: “Mi sento meglio, si avvicina il momento di attaccare…” – Froome: “Salite meno dure? Più sorprese in arrivo…” (Gazzetta dello Sport)

Giro d’Italia, vince Bennett: in volata brucia Viviani. Yates resta in maglia rosa (Corriere della Sera)

Gran Bretagna

Simon Yates stays in pink after Sam Bennett breaks Ireland’s long drought (The Daily Telegraph)

Bennett takes stage seven of Giro as Yates retains pink jersey (The Independent)

Irlanda

Ireland’s Sam Bennett becomes first Irishman to win a stage at the Giro in 31 years after frantic sprint finish (Irish Independent)

Francia

Bennett s’offre une première – S. Bennett: «Mon rêve devient réalité» – Viviani : «Je ne suis pas content» (L’Equipe)

Sam Bennett devance Elia Viviani au sprint (Le Figaro)

Spagna

Bennett derrota a Viviani en vísperas de Montevergine – Carapaz: la revelación del Giro escala para el Movistar – Froome: odisea para cruzar de Sicilia a la Península Itálica – Los españoles en el Giro: Irizar, protagonista de una larga fuga – Visconti chocó con un coche: “Es milagroso seguir con vida” (AS)

Sorpresa en el Giro: Bennett se impone a Viviani (Marca)

Bennett arrebata la gloria a Viviani en el Giro al sprint – Jornada de descanso para los favoritos ante el examen del sábado – Las dificultades de Chris Froome para pasar el control antidopaje en el Giro (El Mundo Deportivo)

Belgio

Ier Sam Bennett houdt Quick Stepper Viviani van derde zege in Giro (Het Nieuwsblad)

Sam Bennett le plus rapide de la 7e étape, Simon Yates toujours en rose (La Dernière Heure/Les Sports)

Paesi Bassi

Bennett verrast Viviani in massasprint Giro (De Telegraaf)

Bennett voorkomt hattrick Viviani, Van Poppel vijfde – Niet Yates, maar Dumoulin topfavoriet bij de bookmakers Giro (Algemeen Dagblad)

Germania

Bennet überrascht – Etappensieg für Bora-hansgrohe (Berliner Zeitung)

Svizzera

Sam Bennett sprintet in Praia a Mare zum Sieg (Neue Zürcher Zeitung)

Sam Bennett le plus rapide lors de la 7e étape (24 Heures)

Stati Uniti

Bennett Pips Viviani to Giro Stage Win (The New York Times)

Colombia

Sam Bennett ganó la séptima etapa del Giro de Italia – ‘Todavía necesito sacar algo de tiempo con Tom Dumoulin’: Yates (El Tiempo)

Sam Bennett ganó la séptima etapa del Giro de Italia – El resurgir de Esteban Chaves (El Espectador)

Australia

Dennis in sixth after seventh stage of Giro (The Sydney Morning Herald)

DISCOGIRO: la colonna sonora della tappa del Giro scelta per voi da ilciclismo.it

Dedicata a Viviani, oggi “spiaggiatosi” a Praia a Mare

“La balena” (Orietta Berti)

a cura di DJ Jorgens

METEO GIRO

Le previsioni si riferiscono agli orari di partenza, passaggio e arrivo della tappa del giorno dopo

Praia a Mare: cielo coperto con possibilità di deboli e isolate precipitazioni, 21.2°C, vento debole da W (7-8 Km/h), umidità al 80%
Policastro Bussentino (Km 41.8): nubi sparse con possibilità di deboli e isolate precipitazioni, 21.6°C, vento debole da W (9 Km/h), umidità al 81%
Agropoli (Traguardo Volante – Km 110.1): nubi sparse, 19.6°C, vento moderato da WSW (14 Km/h), umidità al 77%
Salerno (Traguardo Volante – Km 154.6) : cielo coperto, 19.5°C, vento moderato da WSW (15 Km/h), umidità al 77%
Montevergine di Mercogliano : poco nuvoloso con possibilità di deboli e isolate precipitazioni, 12°C, vento debole da WSW (7-8 Km/h), umidità al 78%

L’ANGOLO DI SILVIOLO E PANCANOLO

Gli strafalcioni dei giornalisti al seguito della corsa rosa

Garzelli: “L’unica difficoltà sarà quella che a 5 Km dall’arrivo si lascerà la statale”
Martinello: “Il massaggio è un momento per sciogliere le tossine”
Martinello: “I meccanici dormono poco perchè le biciclette mangiano tardi la sera”
Garzelli: “Tranchissime vittorie”
Betto: “Quando il manto stradale è molto largo e lungo”
Fabretti: “Motocronache” (motocronaca)
De Luca: “Meritebbe il numero uno”
De Stefano: “Richard Carapaz, primo corridore ecuadoriano” (wikipedia ne segnala una ventina)
Pancani: “A Tel Aviv Eilat i successi di Viviani”
Cassani: “È riuscito a restare nella ruota di Viviani”
Televideo: “La settima tappa va a Bennett davanti e Viviani e Bonifazio”
Televideo: “Fin dall’inizio sono Ballerini, Belkov e Irizar a fare l’andatura” (a dire il vero sono andati in fuga)
Televideo: “Quickstep” (Quick-Step)
Televideo: “Doumulin” (Dumoulin)

e se vi stesse chiedendo il perchè del titolo…

dalla telecronaca della tappa dell’Alpe di Siusi (Giro 2016)

Pancani: “Silviolo”
Martinello: “Dimmi Pancanolo”

IL GIRO DI GOMEZ
In questa rubrica vi faremo rileggere i piani alti della classica, come li avrebbe visti Gomez Addams nelle sue letture del giornale in “verticale”… vale a dire le classifiche giornaliere viste al contrario, dal punto di vista della maglia nera!

Ordine d’arrivo della settima tappa, Pizzo – Praia a Mare

1° Domen Novak
2° Giuseppe Fonzi s.t.
3° Rémi Cavagna s.t.
4° Hugh Carthy a 6′02″
5° Maxim Belkov a 6′46″

Classifica generale

1° Giuseppe Fonzi
2° Alex Turrin a 14′49″
3° Eugert Zhupa a 15′13″
4° Marco Coledan a 15′43″
5° Liam Bertazzo a 15′56″

1974: QUANDO LA CORSA ROSA PARTÌ DAL VATICANO
Ricordiamo quest’anno, attraverso i titoli del quotidiano “La Stampa”, il Giro del 1974 la cui partenza dalla Città del Vaticano quasi rivaleggia in “peso” con quella da Gerusalemme

23 MAGGIO 1974 – 7a TAPPA: FOGGIA – CHIETI (257 Km)

LA BEFFA DI COLOMBO A FUENTE
Il “decano” del Giro (34 anni) vincitore solitario a Chieti – Dalle pagnotte alle borracce
È andato in fuga quasi chiedendo il permesso alla maglia rosa – De Vlaeminck, secondo, vince la volata del gruppo – Immutata la classifica

Si monta il palcoscenico del traguardo sul lungomare di Praia (foto Antonio Scarfone)

Si monta il "palcoscenico" del traguardo sul lungomare di Praia (foto Antonio Scarfone)

ARCHIVIO

Cliccare sul nome della tappa per visualizzare l’articolo

Raduno di partenza Gerusalemme
1a tappa: Gerusalemme (cronometro indivuduale)
2a tappa: Haifa – Tel Aviv
3a tappa: Be’er Sheva – Eilat
4a tappa: Catania – Caltagirone
5a tappa: Agringento – Santa Ninfa (Valle del Belice)
6a tappa: Caltanissetta – Etna (Osservatorio Astronomico)

VIVIANI SI “SPIAGGIA” A PRAIA E NE APPROFITTA BENNETT

L’annunciata volata di Praia a Mare premia un brillantissimo Sam Bennett (Bora Hansgrohe) che supera proprio sulla linea del traguardo Elia Viviani (Quick Step), un po’ appannato dopo due vittorie senza storia in Israele. Terzo un buon Niccolò Bonifazio (Bahrain Merida). Simon Yates (Mitchelton Scott) rimane in maglia rosa alla vigilia dell’ottava tappa che prevede il secondo arrivo in quota del Giro 2018 al santuario di Montevergine.

La settima tappa del Giro 2018 è la prima che rientra, per così dire, nel continente europeo dopo le prime sei tappe disputate per metà in Israele e per l’altra metà in Sicilia. Dopo la prima vera battaglia tra i big sull’Etna, che ha mostrato la forza della Mitchelton-Scott con la coppia Chaves – Yates all’attacco nel finale, oggi si è disputata una tappa di trasferimento che ha visto la volata di gruppo sul traguardo di Praia a Mare, località già toccata due anni fa ma con un finale più impegnativo, che presentava nel finale una ripida collinetta amichevolmente ribattezzata Praienberg e che aveva visto la vittoria di Diego Ulissi. Oggi l’assenza lungo il percorso di salite e GPM non poteva che dare sfogo alla lotta tra le ruote veloci, nonostante la fiera opposizione dei tre fuggitivi di giornata che rispondevano al nome di Maxim Belkov (Katusha Alpecin), Davide Ballerini (Androni Giocattoli) e Markel Irizar (Trek Segafredo). Il gruppo ha sempre tenuto nel mirino la fuga, alternandosi in testa con Bora Hansgrohe, Quick Step, Bahrain Merida, Wilier Triestina, EF Education First-Drapac e Lotto NL-Jumbo, ovvero le squadre che contano tra le loro fila i velocisti più quotati. In questo modo il vantaggio della fuga non ha mai superato i 3 minuti e mezzo e le note di cronaca nei 159 km da percorrere tra Pizzo e Praia a Mare hanno interessato soltanto i due passaggi ai traguardi intermedi. Il primo, posto a Guardia Piemontese Marina dopo 96.2 Km, se l’è aggiudicato Ballerini, mentre al secondo, situato a Santa Maria del Cedro dopo 133.3 km, è transitato per primo Belkov. Proprio negli ultimi 25 km la corsa si è animata, con il gruppo che recuperava metri su metri ai tre fuggitivi. Ballerini era l’ultimo ad essere ripreso, a circa 15 km dall’arrivo. Una foratura rallentava Niccolò Bonifazio (Bahrain Merida), ma con l’aiuto di alcuni compagni il ciclista piemontese riusciva a rientrare in gruppo. La volata veniva affrontata in modo abbastanza disordinato, senza una squadra che avesse la supremazia e, soprattutto, la forza di posizionare al meglio il proprio velocista di riferimento. La stessa Quick-Step, che cercava oggi la terza vittoria di tappa con Elia Viviani, si disuniva negli ultimi 3 km e proprio il velocista veneto era costretto a risalire il gruppo. Il campione olimpico di Rio aveva comunque la forza di sprintare ma Sam Bennett (Bora Hansgrohe), che gli si era piazzato a ruota da un po’, riusciva a superarlo e batterlo proprio a poche decine di metri dalla linea d’arrivo, conquistando così la prima vittoria stagionale. Chiudeva il podio di giornata un ottimo Niccolò Bonifazio, abile a superare il problema descritto in precedenza. La classifica generale resta invariata rispetto a ieri nelle prime posizioni, con Simon Yates (Mitchelton-Scott) sempre primo. A 16 secondi troviamo Tom Dumoulin (Sunweb), mentre Johan Esteban Chaves (Mitchelton-Scott) è terzo a 26 secondi. Domani si ritorna a salire con l’ottava tappa da Praia a Mare a Montevergine di Mercogliano. Dalla Calabria si va in Campania per una tappa che misura 209 km e che vedrà di nuovo protagonisti i big della classifica generale su un arrivo abbastanza gettonato negli ultimi anni al Giro. Da non escludere anche l’arrivo di una fuga. Sicuramente domani ci aspettiamo maggior spettacolo rispetto alla tappa di oggi, che si è animata soltanto negli ultimissimi chilometri.

Giuseppe Scarfone

ORDINE D’ARRIVO

1 Sam Bennett (Irl) Bora-Hansgrohe 3:45:27
2 Elia Viviani (Ita) Quick-Step Floors
3 Niccolo Bonifazio (Ita) Bahrain-Merida
4 Sacha Modolo (Ita) EF Education First-Drapac p/b Cannondale
5 Danny van Poppel (Ned) LottoNL-Jumbo
6 Jakub Mareczko (Ita) Wilier Triestina-Selle Italia
7 Clement Venturini (Fra) AG2R La Mondiale
8 Mads Pedersen (Den) Trek-Segafredo
9 Jurgen Roelandts (Bel) BMC Racing Team
10 Jens Debusschere (Bel) Lotto Fix All
11 Enrico Barbin (Ita) Bardiani CSF
12 Paolo Simion (Ita) Bardiani CSF
13 Viacheslav Kuznetsov (Rus) Katusha-Alpecin
14 Ryan Gibbons (RSA) Dimension Data
15 Manuel Belletti (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec
16 Kristian Sbaragli (Ita) Israel Cycling Academy
17 Pello Bilbao (Spa) Astana Pro Team
18 Baptiste Planckaert (Bel) Katusha-Alpecin
19 Patrick Konrad (Aut) Bora-Hansgrohe
20 Georg Preidler (Aut) Groupama-FDJ
21 Michael Mørkøv (Den) Quick-Step Floors
22 Matej Mohoric (Slo) Bahrain-Merida
23 José Gonçalves (Por) Katusha-Alpecin
24 Simon Yates (GBr) Mitchelton-Scott
25 Chris Froome (GBr) Team Sky
26 Christoph Pfingsten (Ger) Bora-Hansgrohe
27 Tom Van Asbroeck (Bel) EF Education First-Drapac p/b Cannondale
28 Roy Curvers (Ned) Team Sunweb
29 Manuele Boaro (Ita) Bahrain-Merida
30 George Bennett (NZl) LottoNL-Jumbo
31 Tom Dumoulin (Ned) Team Sunweb
32 Sam Oomen (Ned) Team Sunweb
33 Michael Woods (Can) EF Education First-Drapac p/b Cannondale
34 Domenico Pozzovivo (Ita) Bahrain-Merida
35 Quentin Jauregui (Fra) AG2R La Mondiale
36 Guillaume Boivin (Can) Israel Cycling Academy
37 Esteban Chaves (Col) Mitchelton-Scott
38 Sergio Henao (Col) Team Sky
39 Mikael Cherel (Fra) AG2R La Mondiale
40 Matthieu Ladagnous (Fra) Groupama-FDJ
41 Gijs Van Hoecke (Bel) LottoNL-Jumbo
42 Anthony Roux (Fra) Groupama-FDJ
43 Fabio Aru (Ita) UAE Team Emirates
44 Diego Ulissi (Ita) UAE Team Emirates
45 Marco Marcato (Ita) UAE Team Emirates
46 Dayer Quintana (Col) Movistar Team
47 Richard Carapaz (Ecu) Movistar Team
48 Matteo Montaguti (Ita) AG2R La Mondiale
49 Andreas Schillinger (Ger) Bora-Hansgrohe
50 Felix Grossschartner (Aut) Bora-Hansgrohe
51 Sam Bewley (NZl) Mitchelton-Scott
52 Thibaut Pinot (Fra) Groupama-FDJ
53 Alexandre Geniez (Fra) AG2R La Mondiale
54 Jan Polanc (Slo) UAE Team Emirates
55 Tanel Kangert (Est) Astana Pro Team
56 Benjamin King (USA) Dimension Data
57 Valerio Conti (Ita) UAE Team Emirates
58 Ryan Mullen (Irl) Trek-Segafredo
59 Davide Formolo (Ita) Bora-Hansgrohe
60 Jack Haig (Aus) Mitchelton-Scott
61 Gianluca Brambilla (Ita) Trek-Segafredo
62 Maurits Lammertink (Ned) Katusha-Alpecin
63 Roman Kreuziger (Cze) Mitchelton-Scott
64 Francisco Ventoso (Spa) BMC Racing Team
65 Luis León Sanchez (Spa) Astana Pro Team
66 Rafael Valls Ferri (Spa) Movistar Team
67 Maximilian Schachmann (Ger) Quick-Step Floors
68 Fabio Sabatini (Ita) Quick-Step Floors
69 Jarlinson Pantano (Col) Trek-Segafredo
70 Lars Bak (Den) Lotto Fix All
71 Louis Meintjes (RSA) Dimension Data
72 Miguel Angel Lopez (Col) Astana Pro Team
73 Ben O’Connor (Aus) Dimension Data
74 Wout Poels (Ned) Team Sky
75 Nico Denz (Ger) AG2R La Mondiale
76 Rohan Dennis (Aus) BMC Racing Team
77 Andrey Zeits (Kaz) Astana Pro Team
78 Nicolas Roche (Irl) BMC Racing Team
79 Tim Wellens (Bel) Lotto Fix All
80 Victor De La Parte (Spa) Movistar Team
81 Eduardo Sepulveda (Arg) Movistar Team
82 Carlos Betancur (Col) Movistar Team 0:00:23
83 Rodolfo Torres (Col) Androni Giocattoli-Sidermec
84 Jaco Venter (RSA) Dimension Data 0:00:25
85 Tom Scully (NZl) EF Education First-Drapac p/b Cannondale 0:00:27
86 Jos van Emden (Ned) LottoNL-Jumbo
87 Florian Senechal (Fra) Quick-Step Floors 0:00:32
88 Christian Knees (Ger) Team Sky 0:00:38
89 Loïc Vliegen (Bel) BMC Racing Team
90 Laurent Didier (Lux) Trek-Segafredo
91 Eros Capecchi (Ita) Quick-Step Floors
92 Tosh Van Der Sande (Bel) Lotto Fix All
93 François Bidard (Fra) AG2R La Mondiale
94 Zdenek Stybar (Cze) Quick-Step Floors
95 Zakkari Dempster (Aus) Israel Cycling Academy 0:00:43
96 Mattia Cattaneo (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec 0:00:49
97 William Bonnet (Fra) Groupama-FDJ
98 Mirco Maestri (Ita) Bardiani CSF 0:00:51
99 Boy van Poppel (Ned) Trek-Segafredo 0:00:52
100 Manuel Senni (Ita) Bardiani CSF 0:01:08
101 Ruben Fernandez (Spa) Movistar Team
102 Salvatore Puccio (Ita) Team Sky
103 Manuele Mori (Ita) UAE Team Emirates 0:01:15
104 Adam Hansen (Aus) Lotto Fix All
105 Mitchell Docker (Aus) EF Education First-Drapac p/b Cannondale 0:01:19
106 Liam Bertazzo (Ita) Wilier Triestina-Selle Italia
107 Davide Ballerini (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec 0:01:22
108 Nathan Brown (USA) EF Education First-Drapac p/b Cannondale 0:01:31
109 Sander Armee (Bel) Lotto Fix All
110 Frederik Frison (Bel) Lotto Fix All
111 Darwin Atapuma (Col) UAE Team Emirates
112 Kilian Frankiny (Swi) BMC Racing Team
113 Natnael Berhane (Eri) Dimension Data
114 Igor Anton (Spa) Dimension Data
115 Niklas Eg (Den) Trek-Segafredo
116 Mikel Nieve (Spa) Mitchelton-Scott
117 Jacques Janse Van Rensburg (RSA) Dimension Data
118 Simone Andreetta (Ita) Bardiani CSF
119 Francesco Gavazzi (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec
120 Marco Frapporti (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec
121 Fausto Masnada (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec
122 Vegard Stake Laengen (Nor) UAE Team Emirates
123 Davide Villella (Ita) Astana Pro Team
124 Alex Dowsett (GBr) Katusha-Alpecin
125 Tony Martin (Ger) Katusha-Alpecin
126 Giovanni Visconti (Ita) Bahrain-Merida
127 Chad Haga (USA) Team Sunweb
128 Jean-Pierre Drucker (Lux) BMC Racing Team
129 Ben Hermans (Bel) Israel Cycling Academy
130 Guy Sagiv (Isr) Israel Cycling Academy
131 Alex Turrin (Ita) Wilier Triestina-Selle Italia
132 Krists Neilands (Lat) Israel Cycling Academy
133 Alexey Lutsenko (Kaz) Astana Pro Team
134 Cesare Benedetti (Ita) Bora-Hansgrohe
135 Antonio Pedrero (Spa) Movistar Team
136 Giulio Ciccone (Ita) Bardiani CSF
137 Alessandro Tonelli (Ita) Bardiani CSF
138 Enrico Battaglin (Ita) LottoNL-Jumbo
139 Ruben Plaza (Spa) Israel Cycling Academy
140 Louis Vervaeke (Bel) Team Sunweb
141 Christopher Hamilton (Aus) Team Sunweb
142 Laurens ten Dam (Ned) Team Sunweb
143 Jan Hirt (Cze) Astana Pro Team
144 Andrea Vendrame (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec
145 Hubert Dupont (Fra) AG2R La Mondiale 0:01:40
146 Svein Tuft (Can) Mitchelton-Scott
147 Bert-Jan Lindeman (Ned) LottoNL-Jumbo
148 Lennard Hofstede (Ned) Team Sunweb
149 Jérémy Roy (Fra) Groupama-FDJ
150 Steve Morabito (Swi) Groupama-FDJ
151 Vasil Kiryienka (Blr) Team Sky
152 Sébastien Reichenbach (Swi) Groupama-FDJ
153 Christopher Juul Jensen (Den) Mitchelton-Scott
154 Antonio Nibali (Ita) Bahrain-Merida
155 Robert Gesink (Ned) LottoNL-Jumbo 0:02:12
156 Alessandro De Marchi (Ita) BMC Racing Team 0:02:13
157 Eugert Zhupa (Alb) Wilier Triestina-Selle Italia 0:02:24
158 Marco Coledan (Ita) Wilier Triestina-Selle Italia 0:02:30
159 Kenny Elissonde (Fra) Team Sky 0:02:35
160 David De La Cruz (Spa) Team Sky
161 Joe Dombrowski (USA) EF Education First-Drapac p/b Cannondale
162 Victor Campenaerts (Bel) Lotto Fix All
163 Mads Würtz Schmidt (Den) Katusha-Alpecin 0:02:59
164 Markel Irizar (Spa) Trek-Segafredo 0:03:19
165 Jacopo Mosca (Ita) Wilier Triestina-Selle Italia
166 Koen Bouwmam (Ned) LottoNL-Jumbo 0:03:37
167 Maxim Belkov (Rus) Katusha-Alpecin
168 Hugh Carthy (GBr) EF Education First-Drapac p/b Cannondale 0:04:21
169 Rémi Cavagna (Fra) Quick-Step Floors 0:10:23
170 Giuseppe Fonzi (Ita) Wilier Triestina-Selle Italia
171 Domen Novak (Slo) Bahrain-Merida

CLASSIFICA GENERALE

1 Simon Yates (GBr) Mitchelton-Scott 26:31:30
2 Tom Dumoulin (Ned) Team Sunweb 0:00:16
3 Esteban Chaves (Col) Mitchelton-Scott 0:00:26
4 Domenico Pozzovivo (Ita) Bahrain-Merida 0:00:43
5 Thibaut Pinot (Fra) Groupama-FDJ 0:00:45
6 Rohan Dennis (Aus) BMC Racing Team 0:00:53
7 Pello Bilbao (Spa) Astana Pro Team 0:01:03
8 Chris Froome (GBr) Team Sky 0:01:10
9 George Bennett (NZl) LottoNL-Jumbo 0:01:11
10 Fabio Aru (Ita) UAE Team Emirates 0:01:12
11 Richard Carapaz (Ecu) Movistar Team 0:01:23
12 Ben O’Connor (Aus) Dimension Data 0:01:39
13 Michael Woods (Can) EF Education First-Drapac p/b Cannondale
14 Sam Oomen (Ned) Team Sunweb 0:01:42
15 Carlos Betancur (Col) Movistar Team 0:01:44
16 Patrick Konrad (Aut) Bora-Hansgrohe 0:01:46
17 Sergio Henao (Col) Team Sky 0:01:47
18 Tanel Kangert (Est) Astana Pro Team 0:02:01
19 Maximilian Schachmann (Ger) Quick-Step Floors 0:02:02
20 José Gonçalves (Por) Katusha-Alpecin 0:02:06
21 Rafael Valls Ferri (Spa) Movistar Team 0:02:07
22 Miguel Angel Lopez (Col) Astana Pro Team 0:02:12
23 Diego Ulissi (Ita) UAE Team Emirates 0:02:42
24 Alexandre Geniez (Fra) AG2R La Mondiale 0:03:00
25 Mikel Nieve (Spa) Mitchelton-Scott 0:03:57
26 Louis Meintjes (RSA) Dimension Data 0:04:34
27 Georg Preidler (Aut) Groupama-FDJ 0:04:43
28 Valerio Conti (Ita) UAE Team Emirates 0:04:44
29 Luis León Sanchez (Spa) Astana Pro Team
30 Wout Poels (Ned) Team Sky
31 Davide Formolo (Ita) Bora-Hansgrohe 0:05:35
32 Roman Kreuziger (Cze) Mitchelton-Scott 0:05:54
33 Tim Wellens (Bel) Lotto Fix All 0:06:03
34 Gianluca Brambilla (Ita) Trek-Segafredo 0:06:40
35 Nicolas Roche (Irl) BMC Racing Team 0:07:16
36 Maurits Lammertink (Ned) Katusha-Alpecin 0:07:22
37 Jan Polanc (Slo) UAE Team Emirates 0:08:16
38 Fausto Masnada (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec 0:08:36
39 Sébastien Reichenbach (Swi) Groupama-FDJ 0:09:21
40 Victor De La Parte (Spa) Movistar Team 0:10:07
41 Mikael Cherel (Fra) AG2R La Mondiale 0:10:26
42 Nathan Brown (USA) EF Education First-Drapac p/b Cannondale 0:11:10
43 Joe Dombrowski (USA) EF Education First-Drapac p/b Cannondale 0:12:41
44 Matteo Montaguti (Ita) AG2R La Mondiale 0:12:57
45 Ben Hermans (Bel) Israel Cycling Academy 0:13:00
46 Ruben Plaza (Spa) Israel Cycling Academy 0:14:03
47 Robert Gesink (Ned) LottoNL-Jumbo 0:14:13
48 Enrico Battaglin (Ita) LottoNL-Jumbo 0:14:52
49 Jarlinson Pantano (Col) Trek-Segafredo 0:15:29
50 Francesco Gavazzi (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec 0:15:50
51 Eros Capecchi (Ita) Quick-Step Floors 0:15:55
52 Giulio Ciccone (Ita) Bardiani CSF 0:16:08
53 Darwin Atapuma (Col) UAE Team Emirates 0:16:12
54 Rodolfo Torres (Col) Androni Giocattoli-Sidermec 0:16:20
55 Matej Mohoric (Slo) Bahrain-Merida 0:16:21
56 Jack Haig (Aus) Mitchelton-Scott 0:16:26
57 Kenny Elissonde (Fra) Team Sky 0:17:15
58 Laurens ten Dam (Ned) Team Sunweb 0:17:35
59 Felix Grossschartner (Aut) Bora-Hansgrohe 0:18:16
60 Dayer Quintana (Col) Movistar Team 0:18:28
61 Manuele Boaro (Ita) Bahrain-Merida 0:18:33
62 Mattia Cattaneo (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec 0:18:34
63 Hubert Dupont (Fra) AG2R La Mondiale 0:18:50
64 Koen Bouwmam (Ned) LottoNL-Jumbo 0:19:08
65 Manuel Senni (Ita) Bardiani CSF 0:19:39
66 Jacques Janse Van Rensburg (RSA) Dimension Data 0:20:45
67 Chad Haga (USA) Team Sunweb 0:21:06
68 Tosh Van Der Sande (Bel) Lotto Fix All 0:22:09
69 Benjamin King (USA) Dimension Data 0:22:24
70 Lars Bak (Den) Lotto Fix All 0:22:34
71 Adam Hansen (Aus) Lotto Fix All 0:22:48
72 Ryan Gibbons (RSA) Dimension Data 0:23:13
73 Anthony Roux (Fra) Groupama-FDJ 0:23:19
74 Hugh Carthy (GBr) EF Education First-Drapac p/b Cannondale 0:23:26
75 Manuele Mori (Ita) UAE Team Emirates 0:23:45
76 Nico Denz (Ger) AG2R La Mondiale 0:24:07
77 Zdenek Stybar (Cze) Quick-Step Floors 0:24:10
78 Natnael Berhane (Eri) Dimension Data 0:24:44
79 Giovanni Visconti (Ita) Bahrain-Merida 0:25:02
80 Salvatore Puccio (Ita) Team Sky 0:25:06
81 Mads Würtz Schmidt (Den) Katusha-Alpecin 0:25:36
82 Matthieu Ladagnous (Fra) Groupama-FDJ 0:26:00
83 Guillaume Boivin (Can) Israel Cycling Academy 0:26:03
84 Sander Armee (Bel) Lotto Fix All 0:26:13
85 Louis Vervaeke (Bel) Team Sunweb 0:26:22
86 Igor Anton (Spa) Dimension Data 0:27:12
87 Alessandro De Marchi (Ita) BMC Racing Team 0:27:15
88 Andrey Zeits (Kaz) Astana Pro Team 0:27:51
89 Alex Dowsett (GBr) Katusha-Alpecin 0:28:19
90 Jérémy Roy (Fra) Groupama-FDJ 0:28:21
91 Christoph Pfingsten (Ger) Bora-Hansgrohe 0:28:28
92 Davide Ballerini (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec 0:30:16
93 Alessandro Tonelli (Ita) Bardiani CSF 0:30:21
94 Christopher Juul Jensen (Den) Mitchelton-Scott 0:30:25
95 Quentin Jauregui (Fra) AG2R La Mondiale 0:30:26
96 Jan Hirt (Cze) Astana Pro Team 0:31:07
97 Sam Bewley (NZl) Mitchelton-Scott 0:32:06
98 Marco Marcato (Ita) UAE Team Emirates 0:32:12
99 Clement Venturini (Fra) AG2R La Mondiale 0:32:29
100 Cesare Benedetti (Ita) Bora-Hansgrohe 0:32:38
101 David De La Cruz (Spa) Team Sky 0:32:39
102 Laurent Didier (Lux) Trek-Segafredo 0:32:52
103 Kilian Frankiny (Swi) BMC Racing Team 0:32:59
104 Michael Mørkøv (Den) Quick-Step Floors 0:33:03
105 Manuel Belletti (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec
106 Loïc Vliegen (Bel) BMC Racing Team 0:33:07
107 Niklas Eg (Den) Trek-Segafredo 0:33:16
108 Steve Morabito (Swi) Groupama-FDJ 0:34:49
109 Sacha Modolo (Ita) EF Education First-Drapac p/b Cannondale 0:34:57
110 Vegard Stake Laengen (Nor) UAE Team Emirates 0:35:08
111 Gijs Van Hoecke (Bel) LottoNL-Jumbo 0:35:13
112 Bert-Jan Lindeman (Ned) LottoNL-Jumbo 0:35:25
113 Zakkari Dempster (Aus) Israel Cycling Academy 0:35:46
114 Eduardo Sepulveda (Arg) Movistar Team
115 Sam Bennett (Irl) Bora-Hansgrohe 0:35:58
116 François Bidard (Fra) AG2R La Mondiale 0:35:59
117 Marco Frapporti (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec 0:36:32
118 Tony Martin (Ger) Katusha-Alpecin 0:36:33
119 Andrea Vendrame (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec 0:36:39
120 Francisco Ventoso (Spa) BMC Racing Team 0:37:39
121 Kristian Sbaragli (Ita) Israel Cycling Academy 0:37:44
122 Viacheslav Kuznetsov (Rus) Katusha-Alpecin 0:37:48
123 Jos van Emden (Ned) LottoNL-Jumbo 0:37:49
124 Christian Knees (Ger) Team Sky 0:38:27
125 Guy Sagiv (Isr) Israel Cycling Academy 0:38:40
126 Krists Neilands (Lat) Israel Cycling Academy 0:38:41
127 Mitchell Docker (Aus) EF Education First-Drapac p/b Cannondale 0:38:43
128 Baptiste Planckaert (Bel) Katusha-Alpecin 0:38:52
129 Markel Irizar (Spa) Trek-Segafredo 0:39:16
130 Niccolo Bonifazio (Ita) Bahrain-Merida 0:39:54
131 William Bonnet (Fra) Groupama-FDJ 0:40:47
132 Antonio Nibali (Ita) Bahrain-Merida 0:40:48
133 Florian Senechal (Fra) Quick-Step Floors 0:40:54
134 Jurgen Roelandts (Bel) BMC Racing Team 0:40:56
135 Elia Viviani (Ita) Quick-Step Floors 0:41:01
136 Simone Andreetta (Ita) Bardiani CSF 0:41:41
137 Tom Scully (NZl) EF Education First-Drapac p/b Cannondale 0:41:50
138 Ryan Mullen (Irl) Trek-Segafredo
139 Mirco Maestri (Ita) Bardiani CSF 0:41:56
140 Vasil Kiryienka (Blr) Team Sky 0:43:13
141 Tom Van Asbroeck (Bel) EF Education First-Drapac p/b Cannondale 0:43:38
142 Danny van Poppel (Ned) LottoNL-Jumbo 0:44:04
143 Rémi Cavagna (Fra) Quick-Step Floors 0:44:09
144 Jens Debusschere (Bel) Lotto Fix All 0:44:39
145 Fabio Sabatini (Ita) Quick-Step Floors 0:44:47
146 Jaco Venter (RSA) Dimension Data 0:45:01
147 Ruben Fernandez (Spa) Movistar Team 0:45:07
148 Domen Novak (Slo) Bahrain-Merida 0:45:40
149 Antonio Pedrero (Spa) Movistar Team 0:45:45
150 Enrico Barbin (Ita) Bardiani CSF 0:46:12
151 Jean-Pierre Drucker (Lux) BMC Racing Team 0:46:32
152 Maxim Belkov (Rus) Katusha-Alpecin 0:46:57
153 Alexey Lutsenko (Kaz) Astana Pro Team 0:47:19
154 Mads Pedersen (Den) Trek-Segafredo 0:47:30
155 Andreas Schillinger (Ger) Bora-Hansgrohe 0:47:33
156 Davide Villella (Ita) Astana Pro Team 0:47:55
157 Frederik Frison (Bel) Lotto Fix All 0:48:37
158 Victor Campenaerts (Bel) Lotto Fix All 0:48:44
159 Svein Tuft (Can) Mitchelton-Scott 0:49:09
160 Jacopo Mosca (Ita) Wilier Triestina-Selle Italia 0:50:15
161 Roy Curvers (Ned) Team Sunweb 0:50:27
162 Boy van Poppel (Ned) Trek-Segafredo 0:51:39
163 Paolo Simion (Ita) Bardiani CSF 0:52:49
164 Lennard Hofstede (Ned) Team Sunweb 0:53:08
165 Jakub Mareczko (Ita) Wilier Triestina-Selle Italia 0:53:59
166 Christopher Hamilton (Aus) Team Sunweb 0:54:57
167 Liam Bertazzo (Ita) Wilier Triestina-Selle Italia 0:55:51
168 Marco Coledan (Ita) Wilier Triestina-Selle Italia 0:56:04
169 Eugert Zhupa (Alb) Wilier Triestina-Selle Italia 0:56:34
170 Alex Turrin (Ita) Wilier Triestina-Selle Italia 0:56:58
171 Giuseppe Fonzi (Ita) Wilier Triestina-Selle Italia 1:11:47

La Quick-Step non brilla a Praia e Viviani con lei: è Bennett ad approfittarne e ad andare a segno nella settima tappa del Giro 2018 (foto Bettini)

La Quick-Step non brilla a Praia e Viviani con lei: è Bennett ad approfittarne e ad andare a segno nella settima tappa del Giro 2018 (foto Bettini)

PIZZO – PRAIA A MARE: VAMOS A LA PRAIA

È la più facile tappa della 101a edizione del Giro la prima che la corsa rosa effettuerà in “continente”. Nel disegnarla Mauro Vegni ha tolto tutto quello che poteva risultar d’impiccio ai velocisti, conservando solo l’unica difficoltà che non si poteva levare, la facile salitella di San Nicola Arcella che al massimo romperà le uova nel paniere a un paio di sprinter. Dalla volata oggi non si scappa, al termine d’una tappa che gli squadroni potranno controllare abbastanza facilmente, sempre che il vento che spira dal mare non si metta a fare i capricci.

Di tutte queste sarà la più tappa facile, forse ancor più della passerella finale disegnata sulle strade di Roma tormentate dai sampietrini. Oggi le difficoltà saranno quasi pari a zero e ci voleva una giornata simile dopo le nervose frazioni siciliane e il trasferimento attraverso lo Stretto in direzione della Calabria, altra probante trasferta dopo quella da Israele verdo l’Italia. Si arriverà a Praia a Mare, la località balneare che ci ricorda la bella impresa di Diego Ulissi al Giro del 2016, una pagina di sport che però non rivivremmo sul far della sera dell’11 maggio. Pur arrivando dalla medesima direzione, per i motivi sopra citati Mauro Vegni s’è, infatti, vestito dei panni del falegname e ha “piallato” il percorso, togliendo sia la salita del Fortino, sulla quale scaturì il tentativo del corridore toscano, sia il tratto tortuoso sulla vecchia statale che si percorse subito prima e che si sarebbe potuto effettuare anche in quest’occasione, perché affrontato da solo avrebbe al massimo sortito una lieve scrematura al gruppo, lanciato verso un’inevitabile volata. Sprint sarà, ma a gruppo decisamente compatto, sempre che il vento non ci metta lo zampino perché questa sarà la reale difficoltà di un tracciato che si snoderà costantemente lungo il litorale tirrenico senza mai proporre apprezzabili dislivelli.
Sede di partenza della prima tappa continentale sarà Pizzo, il centro della provincia di Vibo Valentia che è noto con il soprannome di “Città del Gelato” per la produzione di un particolare tipo di tartufo che è realizzato modellandolo nel palmo della mano. Deliziatosi il palato con questa prelibatezza il Giro si metterà in marcia per risalire la punta dello stivale italico, che a nord di Pizzo si allarga nella Piana di Sant’Eufemia, la terza pianura per estensione della regione, terra di coltivazione delle clementine di Calabria DOP, l’agrume comunemente noto col nome di mandarancio. Filando via liscia sulla Statale 18 – i primi 70 Km si svolgeranno nella pianura più totale – la carovana rosa entrerà in provincia di Cosenza, sulle cui strade si svolgerà gran parte del tracciato, poco prima di giungere nella località balneare di Amantea, che si chiamava Nepetia in epoca bizantina prima di diventare Al-Mantiah durante la dominazione araba: il castello che la sovrasta fu costruito dopo l’885, l’anno della riconquista bizantina per opera del condottiero Niceforo Foca, nel luogo presso il quale successivamente s’installerà una comunità di religiosi basiliani di rito greco. A un’ottantina di chilometri dalla conclusione il tracciato solleverà per un attimo la testa, elevandosi sino a 133 metri di quota al momento del passaggio da Paola, una delle più celebri località del litorale tirrenico calabrese, resa tale dal suo figlio più illustre, Francesco Martolilla (1416-1507), nome alla nascita di San Francesco da Paola, il religioso che fondò l’ordine religioso dei Minimi e che è venerato presso il locale santuario, costruito accanto alle anguste grotte dove il santo visse eremita con i suoi confratelli.
Superata questa modesta salitella il tracciato tornerà a farsi scorrevole per una quindicina scarsa di chilometri, tratto a cavallo del quale è previsto il passaggio dalla marina di Guardia Piemontese, comune che ha questo nome per gli usi, i costumi, le tradizioni e il dialetto qui ancora parlato che vi furono importati nel XII secolo da un gruppo di esuli piemontesi, costretti a lasciare la loro terra d’origine a causa delle persecuzioni che subirono poiché “eretici”, praticando essi la fede valdese. Sono paesaggi, quelli che si stanno attraversando fin qui, che una parte dei partecipanti al Giro ha già avuto modo di gustare lo scorso anno perché si tratta delle stesse strade che si percorsero in occasione della tappa terminata presso le vicine Terme Luigiane, vinta dall’elvetico Silvan Dillier. Stavolta la frequentata località curativa cosentina – che prese questo nome in onore del Principe Luigi Carlo di Borbone, che ne fu “sponsor” – rimarrà a far da spettatrice al passaggio del Giro che tirerà dritto sulla statale sfiorando la bella spiaggia di Intavolata e transitando ai piedi degli spettacolari “Gironi”, nome con il quale è stata battezzata la serie di 7 tornanti sovrapposti che ricordano molto da vicini quelli del Poggio della Milano-Sanremo e che immancabilmente si affrontano in discesa nel finale delle frazioni con approdo alle terme. Ora si dovrà affrontare un tratto morbidamente vallonato che inizierà dopo il passaggio da Cetraro, comune il cui nome è indirettamente il biglietto da visita di un altro prodotto ortofrutticolo particolarmente diffuso in questa regione: era anticamente Cetrarium, con riferimento ai cedri che crescono in particolare lungo l’omonima riviera, palcoscenico della seconda metà di questa frazione che, usciti dal tratto movimentato, tornerà a proporre i binari della pianura per un abbondante tratto di strada. Transitati ai piedi del colle di Belvedere Marittimo, che vanta uno dei meglio conservati castelli della regione, il gruppo giungerà sulle strade della rinomata località balneare che la giornalista napoletana Matilde Serao – che, ricordiamo, fu la prima donna italiana a fondare e dirigere un quotidiano (Il Mattino) – soprannominò “Perla del Tirreno”, nel suo piccolo un involontario “sgarbo” perché una perla è meno preziosa di un diamante e Diamante si chiama questo centro, conosciuto anche per gli oltre 150 murales che ne adornano i vicoli. Proprio all’uscita di questo “scrigno” di colori, forse è più giusto chiamarlo così, inizia uno dei tratti più snelli della tappa, che avrà la forma di un rettilineo pianeggiante quasi ininterrotto di 11 Km che punta dritto verso Scalea, comune il cui toponimo fa riferimento alla disposizione a “gradoni” del centro storico, che risale la collina al cui vertice si trovano i resti del castello costruito nell’XI secolo dai Normanni. Transitati da Scalea si abbandonerà temporaneamente la statale 18 e si andrà incontro al momento più impegnativo di questa frazione, se tale può essere considerata la pedalabile salitella di 2.2 Km al 4,7% che terminerà alle porte di San Nicola Arcella, borgo che si affaccia sul Tirreno da uno strapiombo alto quasi 100 metri e nel quale dimorò, in una torre saracena sul mare, lo scrittore statunitense Francis Marion Crawford, conosciuto soprattutto per i suoi romanzi horror. Nessun brivido, invece, attende i corridori; al massimo qualche velocista potrebbe vivere il suo momento “horror” nell’approcciare la salita poiché i primi 800 metri presentano una pendenza media del 7,7%, buona al massimo per epurare il gruppo di qualche elemento. Subito dopo lo scollinamento la corsa ritroverà la statale proprio alle porte di uno dei suoi tratti più filanti, la variante realizzata in tempi recenti per un più agevole transito delle automobili in uno degli angoli più tortuosi della costa, che il vecchio itinerario “vinceva” affrontando una serie di panoramici tornanti oggi sovrastati dai viadotti della nuova strada, formidabile balcone panoramico sull’incantevole Golfo di Policastro. È questo lo scenario che gli spettatori avranno negli occhi nel vorticoso finale di Praia, successivamente caratterizzato da una velocissima discesa che riporterà a ritrovare la pianura nei chilometri conclusivi disegnati lungo la più settentrionale spiaggia calabrese, nei cui panorami s’inserisce come un piccolo gioiello l’Isola di Dino, autentico paradiso per gli estimatori delle immersioni subacquee.

Mauro Facoltosi

FOTOGALLERY

Il castello aragonese di Pizzo Calabro

Amantea: in primo piano la chiesa gotica di San Bernardino da Siena, sullo sfondo il borgo e in alto i ruderi del castello

Il santuario di San Francesco Da Paola

Il mar Tirreno visto da Guardia Piemontese

Gli spettacolari “Gironi” di Acquappesa visti dal basso

Castello di Belvedere Marittimo

La centralissima Via Libertà di Diamante e uno dei murales che adornano la “Perla del Tirreno”

Scalea vista dalla collina del castello normanno

L’isola di Dino (al centro) e la torre saracena di San Nicola Arcella nella quale visse lo scrittore Francis Marion Crawford

I tornanti della vecchia strada statale visti da un viadotto della nuova strada, alle porte di Praia a Mare

La spiaggia di Praia a Mare e, in trasparenza, l’altimetria della settima tappa del Giro 2018 (Google Street View)

La spiaggia di Praia a Mare e, in trasparenza, l’altimetria della settima tappa del Giro 2018 (Google Street View)