Clicca qui per tornare alla Home Page...
Clicca qui per tornare alla Home Page...
Ciclismo
on line
GIOVENTU' PREGIATA a cura di Cristina Manzolini
IL GIRO DI CENT'ANNI FA di M. Facoltosi
Diario di talento*
ISCRIVITI
Parole da cercare
In
Tipo di ricerca
Archivio/1



Miloty Suiveurs
Sito realizzato con

Vuoi un sito esportal?
Altri siti Esportal
Canottaggio Vero
Genoasamp
Liguria Sport

Visita Genova
Zenazone
Home:  >  News Istituzioni
IL BEPI A ILCICLISMO.IT
'IO, LA BICICLETTA E IL FALCO SAOLDEL'

Compaesano di Paolo Savoldelli, "Il Bepi" un cantante che si esibisce in dialetto bergamasco calcandone le caratteristiche e laccento. Oggi che il Giro parte dalla sua Rovetta, lautore di "Falco Saoldl" ci racconta, in chiave ironica, il rapporto di odi et amo con le due ruote e l'effetto che fa vivere fianco a fianco con un due vincitore della corsa rosa.

Sar sincero: la bici non proprio stata mai il mio forte. Nella cansone che cho dedicato al Falco Saoldl al dghe snsa problemi. Eppure da picin la ma piaza anche! E mi ricordo bene che mi sono spaccato pure su il muso contro una panchina di plocco andando con la bici! Quali cho avuto? Alra: la prima gialla e rossa (con le rotelle, ma poi, dopo lungo esercissio al Ramello di Nossa, senza! Pota), la seconda rossa, rigida come un cancello e sella lunga e poi una bella Atala da cross, 180 kg de bici, co la sla mbutda e le gomme tassellate. Per farla andare sullo sterrato ci volevano due gambe tipo Ronnie Coleman e m fe na fadga boia anche doma per ri da Cls a Ruta! Poi sono arrivate le muntan baic (che pi storpiavi il nome e pi faceva figo: mauntain, montanads infina a city, bah), ma a me ormai mera gi passata la poesia. La bici da corsa, invece, non ce lho mai avuta: trp dra, spacadedr e picna chla sla! E troppo ricurvo il manubrio per i miei gusti. Ci sar un motivo se ancora oggi catto fuori una custom piuttosto che una supersportiva! Ricordo che una sera ho visto il Savoldelli che arrivava a casa, al freddo, verso sera (e comunque la fosc, co), girava dentro da Via Fantoni per andare in piazza e ho pensato: Ada te di olte l caso: lui va in bici e io gioco a basket. Siam proprio fatti su differenti!. Ma mica andavo a pensare che quello l di l a poco avrebbe vinto due Giri dItalia! E alura, se il ciclismo lo seguo s e no, perch, direte voi, ci faccio il tifo proprio a lui? Ma perch del mio paese, ovvio! E quanti paesi channo uno che ha vinto 2 Giri dItalia? Se pnse che gh de la zt tra de noter che sta l a buttar via energie per parlarci dietro a uno del paese (a lui, ma anche a me, sia chiaro) non riesco a non pensare a quanto marter sa essere luomo! Per, dai, quando c stato da fargli festa il paese cera quasi tutto (p ai rompibale). A dire il vero quello fuori posto ero io perch arrivavo gi dal mio Tirol co la m Moto Gussi e m toccato domandarci al vigile come mai gha tt chl bordl l! Ma come? Non lo sai? Savoldelli la enzt ol Gr! mha risposto. Porco Giudaera mica una notissia da poco eh! Questa qua superava, e anche di tanto, qualunque gravidnsa inattesa della figlia della tale e anche, forse (qui per lasciatemi il beneficio del dubbio), il cambio di prevosto. Distinto m tornata in mente la stessa piassa anni prima, stracolma, ma per una roba triste come il funerale del Giampaolo Marinoni. Staolta i fa fsta tcc ed era unaltra storia, via!
Confesso candidamente daver visto una sola gara di ciclismo in vita mia: la cronoscalata al Monte Pora di 5.000 anni fa. Cera anche Moser (streolt), ma vinse Visentini, nato, se non sbaglio, il 2 giugnoprpe come m.

Il Bepi

  Indietro
Il Diario del nostro Damiano Cunego con cui 'Il Ciclismo.it' nato e cresciuto


La Redazione

Risultati
Tutti i sondaggi
Copyright © Il Ciclismo
Powered by Zenazone snc - Tel. 010 86.05.630