100 E ANCOR PIÙ 100: OBIETTIVO CAGLIARI

Ne abbiamo modificato il titolo in occasione della centesima edizione del Giro, trasformando in una frase beneaugurante il tenebroso adagio medioevale “mille e non più mille”, ma i contenuti della rubrica saranno quelli soliti dell’Almanacco del dopo tappa made in ilciclismo.it che aveva accompagnato le cronache delle scorse edizione. All’interno ritroverete la rassegna stampa internazionale, il punto di vista dei tifosi, la colonna sonora del giorno (quest’anno raddoppiata), le previsioni del tempo per la tappa successiva, le “perle” dei telecronisti in una rubrica dal titolo rinnovato, il Giro d’Italia rivisto alla “rovescia” e il ricordo di un Giro passato (nell’anno del centesimo Giro abbiamo scelto di riportarvi indietro nel tempo fino al 1967, l’anno della 50a edizione).

GIRO D’ITALIA, GIRO DEL MONDO

Italia

Gaviria trionfa nel vento! Tappa e nuova maglia rosa – Nibali, gelo con Quintana: “Non ci si guarda in faccia” – “Quick-Step monumentale, capolavoro di squadra” – Gaviria, emozioni rosa: “Stanotte dormirò con questa maglia” Nonnine in nero con bastone e cellulare: la Sardegna saluta il Giro (Gazzetta dello Sport)

Giro d’Italia 2017, Gaviria si impone nella terza tappa ed è la nuova maglia rosa (Corriere della Sera)

Colombia

Paso a paso: Así Fernando Gaviria llegó al liderato del Giro – Gaviria ¡ya hizo la tarea!… – ‘¡Me acostaré con la ‘maglia’, no voy a dormir!’: Gaviria – Etapas ganadas por Colombia en el Giro De Italia – Fernando Gaviria, de la finca al podio del Giro – Reviva el momento en el que Gaviria llega a la meta del Giro de Italia – Las mejores imágenes de la victoria de Fernando Gaviria – Análisis de la victoria de Fernando Gaviria (El Tiempo)

Fernando Gaviria se quedó con la tercera etapa y es líder del Giro de Italia – Fernando Gaviria, un escarabajo evolucionado (El Espectador)

Svizzera

Gaviria remporte la 3e étape du Giro (24 Heures)

Gaviria nach Sieg in Rosa (Neue Zürcher Zeitung)

Austria

Pöstlberger nach 3. Giro- Teilstück Gesamt- Dritter (Kronen Zeitung)

Gran Bretagna

Giro d’Italia: Fernando Gaviria makes history for Colombia on the flat (The Daily Telegraph)

Francia

Gaviria impose sa griffe – Gaviria: «Je me sentais mal» – «C’era una volta… il Giro», épisode 3 – Le superbe coup de bordure de Quick-Step – Gaviria «Nous voulions une victoire!» (L’Equipe)

Giro: Gaviria surprend les sprinteurs à Cagliari (Le Figaro)

Spagna

El colombiano Gaviria reina al sprint entre abanicos y es líder – Gaviria: cuarto colombiano en vestir la maglia rosa – Una modelo Playboy a punto de provocar un accidente en el Giro (AS)

QuickStep lanza su primer ‘Misil’ Gaviria (Marca)

Victoria histórica de el colombiano Gaviria en el Giro – Gaviria: “Me acostaré con la maglia rosa” – ¿Quién me iba a decir que vería un colombiano ganar al sprint en el Giro? (El Mundo Deportivo)

Belgio

Quick Step pleegt putch in Giro, ritzege en roze trui voor Gaviria – Hugo Coorevits: “De Giro100 hangt als een
(Het Nieuwsblad)

Giro: Gaviria fait coup double dans la 3e étape (La Dernière Heure/Les Sports)

Paesi Bassi

Gaviria wint in Giro na meesterzet (De Telegraaf)

Teruglezen: Quick Step imponeert in wind, Gaviria rondt werk af (Algemeen Dagblad)

De riskante kunst van de lead-out, waar ‘misschien een beetje’ doodsverachting bij hoort(de Volkskrant)

Lussemburgo

Le coup de force de Jungels propulse Gaviria (Luxemburger Wort)

Kolumbianer Fernando Gaviria siegt (Tageblatt)

Germania

Giro d’Italia: Greipels Feier in Rosa zu Ende (Berliner Zeitung)

Russia

Колумбиец Гавирия выиграл третий этап «Джиро д’Италия», Кузнецов – 12-й (Sovetsky Sport)

Stati Uniti

Gaviria Take Giro Stage Three and Pink Jersey (The New York Times)

Costa Rica

Andrey Amador escaló 11 puestos en el Giro tras una guerra contra el viento (La Nación)

Australia

Playboy model almost ruins cycling race (The Advertiser)

BOX POPULI

Ogni giorno qui troverete i commenti degli appassionati di ciclismo, gente che le corse non le segue solo davanti alla tv, ma le vive sia andando ad applaudire i campioni lungo le strade, sia ricalcando le stesse rotte e sudando in sella ad una bici.

Mauro Facoltosi: La Quick-Step apre un ventaglio nel finale grazie al vento, che provoca anche la caduta di Rohan Dennis, e porta via un gruppetto regolato allo sprint da Gaviria, che prende anche la maglia rosa. Commenti?

Nebe1980: Quella che doveva essere la tappa più semplice grazie al vento è divenuta molto interessante. Il ventagli della Quick step è stato perfetto e Jungels impressionante. Oltretutto Jungels è un uomo di classifica ed ha guadagnato 10 secondi sugli altri big. Chiaramente nn sono quelli che cambiano ma la brillantezza che ha dimostrato potrebbe essergli utile nella cronometro per guadagnare e sulle salite per difendersi

DISCOGIRO: la colonna sonora della tappa del Giro scelta per voi da ilciclismo.it

“Controvento” (Arisa)

DISCOGIRO 100

In occasione del 100° Giro abbiamo selezionato alcune canzoni da abbinare a momenti storici della Corsa Rosa

1924: al Giro prende parte per la prima ed unica volta una donna, Alfonsina Strada

“Ma dove vai bellezza in bicicletta”

a cura di DJ Jorgens

METEO GIRO
Le previsioni si riferiscono agli orari di partenza, passaggio e arrivo della tappa del giorno dopo

Cefalù : nubi sparse, 22.8°C, vento moderato da NW (17-19 Km/h), umidità al 54%
Santo Stefano di Camastra (31.5 Km): nubi sparse, 19.7°C, vento moderato da WNW (20-23 Km/h), umidità al 65%
San Fratello (71 Km): cielo sereno, 19.6°C, vento moderato da NW (22-27 Km/h), umidità al 46%
Bronte (TV – 124.2 Km): cielo sereno, 20.2°C, vento moderato da NW (21-27 Km/h), umidità al 37%
Biancavilla (TV – 143.5 Km): cielo sereno, 22.7°C, vento moderato da NW (19-26 Km/h), umidità al 32%
Etna: previsioni non disponibili

L’ANGOLO DI SILVIOLO E PANCANOLO

Gli strafalcioni dei giornalisti al seguito della corsa rosa

Martinello (parlando del rettilineo d’arrivo in porfido): “Bisognerà creare qualche difficoltà” (come spaccare a martellate qualche mattonella?)
Pancani: “Ha collezionato 163 km di fughe”
Saligari: “Se scorcio alla mia sinistra vedo un panorama mozzafiato”
Saligari: “Ha causato nell’ultima uscita di strada l’uscita”
Martinello: “Siamo in pianura, c’è pendenza”
Televideo: “Passo Boi” (Capo Boi)
Garzelli: “Pendenzi costanti”
Cesara Buonamici (TG5): “Nìzzolo”

e se vi stesse chiedendo il perchè del titolo…

dalla telecronaca della tappa dell’Alpe di Siusi (Giro 2016)

Pancani: “Silviolo”
Martinello: “Dimmi Pancanolo”

IL GIRO DI GOMEZ
In questa rubrica vi faremo rileggere i piani alti della classica, come li avrebbe visti Gomez Addams nelle sue letture del giornale in “verticale”… vale a dire le classifiche giornaliere viste al contrario, dal punto di vista della maglia nera!

Ordine d’arrivo della terza tappa, Tortolì – Cagliari

1° Matteo Busato
2° Lorenzo Rota a 1′13″
3° Evgeny Shalunov a 1′23″
4° Nicola Boem s.t.
5° Simone Andreetta s.t.

Classifica generale

1° Manuel Senni
2° Alexandre Geniez a 6′43″
3° Marcin Bialoblocki a 6′59″
4° Ilia Koshevoy a 7′01″
5° Sam Bennett a 7′52″

IL GIRO DI MEZZA ETÀ
Quest’anno la corsa rosa taglia il traguardo della centesima edizione, in un clima di festa certamente non secondo a quello con il quale nel 1967 si celebreva il 50° Giro d’Italia con la prima delle tre vittorie di Felice Gimondi. Noi di ilciclismo.it ricorderemo quell’edizione tutti i giorni, proponendovi la rassegna stampa dell’epoca, con i titoli del quotidiano “La Stampa”

22 MAGGIO 1967 – 3° TAPPA: LA SPEZIA – PRATO (205 Km)

DANCELLI SI AFFERMA IN VOLATA A PRATO – GOMEZ DEL MORAL SEMPRE MAGLIA ROSA
Nella terza tappa del Giro Dancelli ha battuto allo sprint Perez Frances, Taccone e Moser – Il gruppo, con tutti i migliori, è giunto a 1’ e 13 secondi – Per soli 16 secondi lo spagnolo ha conservato il primato in classifica – Oggi arrivo a Chianciano

Il ricordo di Michele Scarponi alberga pedalata dopo pedalata nei cuori dei partecipanti al Giro dItalia (foto Tim de Waele/TDWSport.com)

Il ricordo di Michele Scarponi alberga pedalata dopo pedalata nei cuori dei partecipanti al Giro d'Italia (foto Tim de Waele/TDWSport.com)

ARCHIVIO
Cliccare sul nome della tappa per visualizzare l’articolo

Raduno di partenza Alghero
1a tappa: Alghero – Olbia
2a tappa: Olbia – Tortolì

IL VENTO DICE GAVIRIA. A CAGLIARI TAPPA E MAGLIA PER IL COLOMBIANO

Nella terza tappa del Giro 2017, ultima in Sardegna, Fernando Gaviria (Quick-Step) batte in una volata ristretta Rüdiger Selig (Bora-Hansgrohe) e Giacomo Nizzolo (Trek-Segafredo) dopo un finale caratterizzato dai ventagli che hanno spezzettato il gruppo in numerosi tronconi. Il colombiano è la nuova maglia rosa, prima in carriera. Domani riposo e martedì si riparte dalla Sicilia.

La terza e ultima tappa in Sardegna del Giro 2017 è anche la più corta, con i suoi 148 km da Tortolì a Cagliari. Si costeggia la costa sarda nel sud est dell’isola, prima di svoltare bruscamente a destra per gli ultimi 40 km verso il capoluogo dell’isola. Il vento sarà grande protagonista, spirando prima lateralmente e poi, nella parte finale, in senso contrario alla marcia dei ciclisti. Gli sprinter hanno una nuova possibilità per mettersi all’opera, dopo le prime due tappe adatte a loro, anche se nella prima tappa l’austriaco Postlberger (Bora-Hansgrohe) ha sorpreso tutti. Andrè Greipel (Lotto Soudal) parte in maglia rosa, dopo la bella vittoria di ieri, ma sono molti i velocisti a cui prestare attenzione, tra i quali citiamo Fernando Gaviria (Quick-Step), Caleb Ewan (Orica-Scott), Sacha Modolo (Team UAE Emirates) e Giacomo Nizzolo (Trek-Segafredo). Dopo la partenza da Tortolì si formava immediatamente la fuga di giornata composta da quattro ciclisti, Eugert Zhupa (Wilier Triestina), Kristian Sbaragli (Dimension Data), Jan Tratnik (CCC Sprandi) ed Ivan Rovny (Gazprom Rusvelo). Il vantaggio della fuga sul gruppo si attestava sui 3 minuti. Sbaragli vinceva il primo sprint intermedio di Ponte Su Santu al km 34, dopodichè si lasciava sfilare e la fuga restava di tre ciclisti. A metà tappa il vantaggio della fuga si era dimezzato, con le squadre dei velocisti a imprimere un ritmo stabile in testa al gruppo. La corsa andava avanti e le uniche note di cronaca erano le forature in cui si imbattevano alcuni ciclisti. L’unico GPM di Capo Boi, a 41 km dall’arrivo, era appannaggio di Tratnik. Ai meno 32 anche Ilnur Zakarin (Katusha) era costretto a fermarsi a causa di una foratura, ma rientrava in gruppo scortato dai suoi compagni di squadra. Ai meno 30 dall’arrivo il vantaggio dei tre fuggitivi era di sceso a 1 minuto e 10 secondi. Tratnik, ultimo ciclista della fuga, veniva infine ripreso ai meno 26. Ai meno 11, dopo una curva verso destra, il vento diventava il grande protagonista della tappa. Una decina di ciclisti, in gran parte formati da atleti della Quick-Step e trainati da un maiuscolo Bob Jungels, riusciva ad avvantaggiarsi sul resto del gruppo. Del piccolo drappello di uomini faceva parte Fernando Gaviria, abile a restare davanti. Anche Giacomo Nizzolo riusciva a mantenere la testa della corsa. Alle spalle del gruppetto di testa il gruppo più numeroso, in cui era presente la maggior parte dei big, provava a raggiungere i contrattaccanti, ma senza riuscirci. Sul traguardo in lastricato di Cagliari era Fernando Gaviria a battere Rüdiger Selig (Bora-Hansgrohe) e Nizzolo. Gaviria ottiene la quinta vittoria stagionale dopo le affermazioni alla Vuelta a San Juan (2 vittorie), alla Volta ao Algarve e alla Tirreno-Adriatico, ma soprattutto indossa la prima maglia rosa della sua carriera. In classifica generale Gaviria è, infatti, primo con 9 secondi di vantaggio su Andrè Greipel e 13 secondi su Lukas Postlberger. Domani è in programma il primo giorno di riposo. Il Giro lascia la Sardegna per approdare in Sicilia, da dove martedì si ripartirà con l’attesa tappa che termina sull’Etna. Sarà il primo arrivo in salita sul quale i veri aspiranti alla maglia rosa usciranno allo scoperto.

Giuseppe Scarfone

ORDINE D’ARRIVO

1 Fernando Gaviria (Col) Quick-Step Floors 3:26:33
2 Rüdiger Selig (Ger) Bora-Hansgrohe
3 Giacomo Nizzolo (Ita) Trek-Segafredo
4 Nathan Haas (Aus) Dimension Data
5 Maximiliano Richeze (Arg) Quick-Step Floors
6 Kanstantsin Siutsou (Blr) Bahrain-Merida 0:00:03
7 Bob Jungels (Lux) Quick-Step Floors
8 Caleb Ewan (Aus) Orica-Scott 0:00:13
9 Sacha Modolo (Ita) UAE Team Emirates
10 André Greipel (Ger) Lotto Soudal
11 Phil Bauhaus (Ger) Team Sunweb
12 Viacheslav Kuznetsov (Rus) Katusha-Alpecin
13 Roberto Ferrari (Ita) UAE Team Emirates
14 Ryan Gibbons (RSA) Dimension Data
15 Patrick Konrad (Aut) Bora-Hansgrohe
16 Lukas Pöstlberger (Aut) Bora-Hansgrohe
17 Enrico Battaglin (Ita) Team LottoNl-Jumbo
18 Ivan Savitckii (Rus) Gazprom – Rusvelo
19 Adam Yates (GBr) Orica-Scott
20 Eugert Zhupa (Alb) Wilier Triestina
21 Mirco Maestri (Ita) Bardiani CSF
22 Steven Kruijswijk (Ned) Team LottoNl-Jumbo
23 Manuele Boaro (Ita) Bahrain-Merida
24 Kristijan Koren (Slo) Cannondale-Drapac
25 Geraint Thomas (GBr) Team Sky
26 Domenico Pozzovivo (Ita) AG2R La Mondiale
27 Tom-Jelte Slagter (Ned) Cannondale-Drapac
28 Vincenzo Nibali (Ita) Bahrain-Merida
29 Bauke Mollema (Ned) Trek-Segafredo
30 Diego Rosa (Ita) Team Sky
31 Mikel Landa (Spa) Team Sky
32 Andrey Amador (CRc) Movistar Team
33 Tom Dumoulin (Ned) Team Sunweb
34 Thibaut Pinot (Fra) FDJ
35 Nairo Quintana (Col) Movistar Team
36 Luis León Sanchez (Spa) Astana Pro Team
37 Ilnur Zakarin (Rus) Katusha-Alpecin
38 Victor Campenaerts (Bel) Team LottoNl-Jumbo
39 Wilco Kelderman (Ned) Team Sunweb
40 Bram Tankink (Ned) Team LottoNl-Jumbo
41 Gregor Mühlberger (Aut) Bora-Hansgrohe
42 Matteo Montaguti (Ita) AG2R La Mondiale
43 Ben Hermans (Bel) BMC Racing Team
44 Laurens De Plus (Bel) Quick-Step Floors
45 Tejay Van Garderen (USA) BMC Racing Team
46 Manuel Quinziato (Ita) BMC Racing Team
47 Joey Rosskopf (USA) BMC Racing Team
48 Rui Costa (Por) UAE Team Emirates
49 Davide Formolo (Ita) Cannondale-Drapac
50 Maxime Monfort (Bel) Lotto Soudal
51 Steve Morabito (Swi) FDJ
52 Jose Rojas (Spa) Movistar Team
53 Matej Mohoric (Slo) UAE Team Emirates
54 Marco Marcato (Ita) UAE Team Emirates
55 Tanel Kangert (Est) Astana Pro Team 0:00:48
56 Tomasz Marczynski (Pol) Lotto Soudal
57 Tobias Ludvigsson (Swe) FDJ
58 Luka Mezgec (Slo) Orica-Scott
59 Natnael Berhane (Eri) Dimension Data 0:01:02
60 Pavel Kochetkov (Rus) Katusha-Alpecin 0:01:07
61 José Gonçalves (Por) Katusha-Alpecin
62 Jos Van Emden (Ned) Team LottoNl-Jumbo 0:01:10
63 Jan Polanc (Slo) UAE Team Emirates 0:01:17
64 Valerio Conti (Ita) UAE Team Emirates
65 Dario Cataldo (Ita) Astana Pro Team
66 Francisco Ventoso (Spa) BMC Racing Team
67 Simone Petilli (Ita) UAE Team Emirates
68 Michael Hepburn (Aus) Orica-Scott
69 Maciej Paterski (Pol) CCC Sprandi Polkowice
70 Simone Ponzi (Ita) CCC Sprandi Polkowice
71 Davide Villella (Ita) Cannondale-Drapac
72 Felix Großschartner (Aut) CCC Sprandi Polkowice
73 Adam James Hansen (Aus) Lotto Soudal
74 Georg Preidler (Aut) Team Sunweb
75 Davide Martinelli (Ita) Quick-Step Floors
76 Aleksei Tcatevich (Rus) Gazprom – Rusvelo
77 Iljo Keisse (Bel) Quick-Step Floors
78 Jérémy Roy (Fra) FDJ
79 Eros Capecchi (Ita) Quick-Step Floors
80 José Mendes (Por) Bora-Hansgrohe
81 Matteo Pelucchi (Ita) Bora-Hansgrohe
82 Jan Hirt (Cze) CCC Sprandi Polkowice
83 Lars Ytting Bak (Den) Lotto Soudal
84 Jasper De Buyst (Bel) Lotto Soudal
85 Michael Woods (Can) Cannondale-Drapac
86 Simon Geschke (Ger) Team Sunweb
87 Kristian Sbaragli (Ita) Dimension Data
88 Jasper Stuyven (Bel) Trek-Segafredo
89 Matthieu Ladagnous (Fra) FDJ
90 Philip Deignan (Irl) Team Sky
91 Ben Gastauer (Lux) AG2R La Mondiale
92 Robert Kiserlovski (Cro) Katusha-Alpecin
93 Michal Golas (Pol) Team Sky
94 Laurens Ten Dam (Ned) Team Sunweb
95 Dries Devenyns (Bel) Quick-Step Floors
96 Salvatore Puccio (Ita) Team Sky
97 François Bidard (Fra) AG2R La Mondiale
98 Franco Pellizotti (Ita) Bahrain-Merida
99 Luka Pibernik (Slo) Bahrain-Merida
100 Jakub Mareczko (Ita) Wilier Triestina
101 Rudy Molard (Fra) FDJ
102 William Bonnet (Fra) FDJ
103 Vasil Kiryienka (Blr) Team Sky
104 Winner Anacona (Col) Movistar Team
105 Vincenzo Albanese (Ita) Bardiani CSF 0:01:28
106 Alexander Edmondson (Aus) Orica-Scott 0:01:29
107 Svein Tuft (Can) Orica-Scott
108 Christopher Juul Jensen (Den) Orica-Scott
109 Pavel Brutt (Rus) Gazprom – Rusvelo 0:01:40
110 Jan Bárta (Cze) Bora-Hansgrohe
111 Enrico Gasparotto (Ita) Bahrain-Merida 0:02:26
112 Martijn Keizer (Ned) Team LottoNl-Jumbo
113 Clement Chevrier (Fra) AG2R La Mondiale
114 Sebastian Henao (Col) Team Sky
115 Julien Berard (Fra) AG2R La Mondiale
116 Quentin Jauregui (Fra) AG2R La Mondiale
117 Valerio Agnoli (Ita) Bahrain-Merida
118 Moreno Hofland (Ned) Lotto Soudal
119 Peter Stetina (USA) Trek-Segafredo
120 Jacques Janse Van Rensburg (RSA) Dimension Data
121 Lukasz Owsian (Pol) CCC Sprandi Polkowice
122 Jose Herrada (Spa) Movistar Team
123 Johann Van Zyl (RSA) Dimension Data
124 Pierre Rolland (Fra) Cannondale-Drapac
125 Laurent Didier (Lux) Trek-Segafredo
126 Benoit Vaugrenard (Fra) FDJ
127 Kenny Elissonde (Fra) Team Sky
128 Sébastien Reichenbach (Swi) FDJ
129 Jurgen Van Den Broeck (Bel) Team LottoNl-Jumbo
130 Victor De La Parte (Spa) Movistar Team
131 Omar Fraile (Spa) Dimension Data
132 Gorka Izagirre (Spa) Movistar Team
133 Twan Castelijns (Ned) Team LottoNl-Jumbo
134 Ruben Plaza (Spa) Orica-Scott
135 Pello Bilbao (Spa) Astana Pro Team
136 Daniele Bennati (Ita) Movistar Team
137 Matvey Mamykin (Rus) Katusha-Alpecin
138 Jesper Hansen (Den) Astana Pro Team
139 Hubert Dupont (Fra) AG2R La Mondiale 0:02:44
140 Chad Haga (USA) Team Sunweb
141 Andrey Zeits (Kaz) Astana Pro Team
142 Silvan Dillier (Swi) BMC Racing Team
143 Daniel Teklehaimanot (Eri) Dimension Data
144 Alex Howes (USA) Cannondale-Drapac
145 Dylan Teuns (Bel) BMC Racing Team
146 Enrico Barbin (Ita) Bardiani CSF 0:05:22
147 Giulio Ciccone (Ita) Bardiani CSF
148 Cristian Rodriguez (Spa) Wilier Triestina
149 Igor Anton (Spa) Dimension Data
150 Giovanni Visconti (Ita) Bahrain-Merida
151 Filippo Pozzato (Ita) Wilier Triestina
152 Manuel Senni (Ita) BMC Racing Team
153 Giuseppe Fonzi (Ita) Wilier Triestina
154 Stef Clement (Ned) Team LottoNl-Jumbo
155 Pieter Serry (Bel) Quick-Step Floors
156 Bart De Clercq (Bel) Lotto Soudal
157 Jan Tratnik (Slo) CCC Sprandi Polkowice
158 Rohan Dennis (Aus) BMC Racing Team
159 Eugenio Alafaci (Ita) Trek-Segafredo
160 Edward Ravasi (Ita) UAE Team Emirates
161 Julien Bernard (Fra) Trek-Segafredo
162 Alexandre Geniez (Fra) AG2R La Mondiale
163 Jesus Hernandez (Spa) Trek-Segafredo
164 Paolo Tiralongo (Ita) Astana Pro Team
165 Ángel Vicioso (Spa) Katusha-Alpecin
166 Cesare Benedetti (Ita) Bora-Hansgrohe
167 Sindre Skjøstad Lunke (Nor) Team Sunweb
168 Sam Bennett (Irl) Bora-Hansgrohe
169 Mads Pedersen (Den) Trek-Segafredo
170 Rory Sutherland (Aus) Movistar Team
171 Sean De Bie (Bel) Lotto Soudal
172 Branislau Samoilau (Blr) CCC Sprandi Polkowice
173 Javier Moreno (Spa) Bahrain-Merida
174 Maxim Belkov (Rus) Katusha-Alpecin
175 Carlos Verona (Spa) Orica-Scott
176 Julen Amezqueta (Spa) Wilier Triestina
177 Marcin Bialoblocki (Pol) CCC Sprandi Polkowice
178 Daniel Martinez (Col) Wilier Triestina
179 Sergey Firsanov (Rus) Gazprom – Rusvelo
180 Tom Stamsnijder (Ned) Team Sunweb
181 Michal Schlegel (Cze) CCC Sprandi Polkowice
182 Ilia Koshevoy (Blr) Wilier Triestina
183 Alexander Foliforov (Rus) Gazprom – Rusvelo
184 Sergey Lagutin (Rus) Gazprom – Rusvelo
185 Dmitriy Kozontchuk (Rus) Gazprom – Rusvelo
186 Zhandos Bizhigitov (Kaz) Astana Pro Team
187 Joe Dombrowski (USA) Cannondale-Drapac
188 Hugh Carthy (GBr) Cannondale-Drapac
189 Alberto Losada (Spa) Katusha-Alpecin
190 Ivan Rovny (Rus) Gazprom – Rusvelo
191 Simone Andreetta (Ita) Bardiani CSF
192 Nicola Boem (Ita) Bardiani CSF
193 Evgeny Shalunov (Rus) Gazprom – Rusvelo
194 Lorenzo Rota (Ita) Bardiani CSF 0:05:32
195 Matteo Busato (Ita) Wilier Triestina 0:06:45

CLASSIFICA GENERALE

1 Fernando Gaviria (Col) Quick-Step Floors 14:45:16
2 André Greipel (Ger) Lotto Soudal 0:00:09
3 Lukas Pöstlberger (Aut) Bora-Hansgrohe 0:00:13
4 Bob Jungels (Lux) Quick-Step Floors
5 Kanstantsin Siutsou (Blr) Bahrain-Merida
6 Caleb Ewan (Aus) Orica-Scott 0:00:17
7 Roberto Ferrari (Ita) UAE Team Emirates
8 Ryan Gibbons (RSA) Dimension Data 0:00:23
9 Enrico Battaglin (Ita) Team LottoNl-Jumbo
10 Sacha Modolo (Ita) UAE Team Emirates
11 Geraint Thomas (GBr) Team Sky
12 Vincenzo Nibali (Ita) Bahrain-Merida
13 Adam Yates (GBr) Orica-Scott
14 Domenico Pozzovivo (Ita) AG2R La Mondiale
15 Rui Costa (Por) UAE Team Emirates
16 Diego Rosa (Ita) Team Sky
17 Nairo Quintana (Col) Movistar Team
18 Kristijan Koren (Slo) Cannondale-Drapac
19 Tom Dumoulin (Ned) Team Sunweb
20 Luis León Sanchez (Spa) Astana Pro Team
21 Matteo Montaguti (Ita) AG2R La Mondiale
22 Patrick Konrad (Aut) Bora-Hansgrohe
23 Mikel Landa (Spa) Team Sky
24 Jose Rojas (Spa) Movistar Team
25 Joey Rosskopf (USA) BMC Racing Team
26 Bauke Mollema (Ned) Trek-Segafredo
27 Tejay Van Garderen (USA) BMC Racing Team
28 Thibaut Pinot (Fra) FDJ
29 Andrey Amador (CRc) Movistar Team
30 Gregor Mühlberger (Aut) Bora-Hansgrohe
31 Davide Formolo (Ita) Cannondale-Drapac
32 Maxime Monfort (Bel) Lotto Soudal
33 Laurens De Plus (Bel) Quick-Step Floors
34 Rüdiger Selig (Ger) Bora-Hansgrohe 0:00:28
35 Nathan Haas (Aus) Dimension Data 0:00:34
36 Steven Kruijswijk (Ned) Team LottoNl-Jumbo 0:00:36
37 Wilco Kelderman (Ned) Team Sunweb
38 Eugert Zhupa (Alb) Wilier Triestina 0:00:37
39 Manuel Quinziato (Ita) BMC Racing Team 0:00:41
40 Bram Tankink (Ned) Team LottoNl-Jumbo
41 Tom-Jelte Slagter (Ned) Cannondale-Drapac
42 Matej Mohoric (Slo) UAE Team Emirates
43 Ilnur Zakarin (Rus) Katusha-Alpecin 0:00:43
44 Tanel Kangert (Est) Astana Pro Team 0:00:58
45 Steve Morabito (Swi) FDJ 0:01:05
46 Tomasz Marczynski (Pol) Lotto Soudal 0:01:11
47 Natnael Berhane (Eri) Dimension Data 0:01:12
48 Tobias Ludvigsson (Swe) FDJ 0:01:16
49 Maximiliano Richeze (Arg) Quick-Step Floors 0:01:19
50 Jasper Stuyven (Bel) Trek-Segafredo 0:01:23
51 Kristian Sbaragli (Ita) Dimension Data 0:01:27
52 Simone Ponzi (Ita) CCC Sprandi Polkowice
53 Davide Villella (Ita) Cannondale-Drapac
54 Georg Preidler (Aut) Team Sunweb
55 Salvatore Puccio (Ita) Team Sky
56 Francisco Ventoso (Spa) BMC Racing Team
57 Simone Petilli (Ita) UAE Team Emirates
58 Luka Pibernik (Slo) Bahrain-Merida
59 Davide Martinelli (Ita) Quick-Step Floors
60 Valerio Conti (Ita) UAE Team Emirates
61 Aleksei Tcatevich (Rus) Gazprom – Rusvelo
62 François Bidard (Fra) AG2R La Mondiale
63 Dries Devenyns (Bel) Quick-Step Floors
64 Felix Großschartner (Aut) CCC Sprandi Polkowice
65 Lars Ytting Bak (Den) Lotto Soudal
66 Jos Van Emden (Ned) Team LottoNl-Jumbo 0:01:33
67 Michael Woods (Can) Cannondale-Drapac 0:01:40
68 José Mendes (Por) Bora-Hansgrohe
69 Michal Golas (Pol) Team Sky
70 Winner Anacona (Col) Movistar Team
71 Dario Cataldo (Ita) Astana Pro Team 0:01:45
72 William Bonnet (Fra) FDJ
73 Rudy Molard (Fra) FDJ
74 Jan Hirt (Cze) CCC Sprandi Polkowice
75 Franco Pellizotti (Ita) Bahrain-Merida
76 Simon Geschke (Ger) Team Sunweb
77 Jasper De Buyst (Bel) Lotto Soudal
78 Maciej Paterski (Pol) CCC Sprandi Polkowice
79 Laurens Ten Dam (Ned) Team Sunweb
80 Robert Kiserlovski (Cro) Katusha-Alpecin 0:01:47
81 Pavel Brutt (Rus) Gazprom – Rusvelo 0:01:48
82 Jan Polanc (Slo) UAE Team Emirates 0:01:51
83 Mirco Maestri (Ita) Bardiani CSF 0:01:56
84 Ben Hermans (Bel) BMC Racing Team
85 Alexander Edmondson (Aus) Orica-Scott 0:01:57
86 Ben Gastauer (Lux) AG2R La Mondiale 0:02:01
87 Christopher Juul Jensen (Den) Orica-Scott 0:02:03
88 Adam James Hansen (Aus) Lotto Soudal 0:02:04
89 Jérémy Roy (Fra) FDJ 0:02:09
90 Iljo Keisse (Bel) Quick-Step Floors
91 Clement Chevrier (Fra) AG2R La Mondiale 0:02:36
92 Eros Capecchi (Ita) Quick-Step Floors
93 Viacheslav Kuznetsov (Rus) Katusha-Alpecin 0:02:37
94 Enrico Gasparotto (Ita) Bahrain-Merida 0:02:54
95 Julien Berard (Fra) AG2R La Mondiale
96 Pierre Rolland (Fra) Cannondale-Drapac
97 Jacques Janse Van Rensburg (RSA) Dimension Data
98 Jesper Hansen (Den) Astana Pro Team
99 Daniele Bennati (Ita) Movistar Team 0:02:56
100 Michael Hepburn (Aus) Orica-Scott
101 Jakub Mareczko (Ita) Wilier Triestina 0:03:04
102 Marco Marcato (Ita) UAE Team Emirates 0:03:10
103 Vincenzo Albanese (Ita) Bardiani CSF 0:03:11
104 Chad Haga (USA) Team Sunweb 0:03:12
105 Moreno Hofland (Ned) Lotto Soudal 0:03:13
106 Laurent Didier (Lux) Trek-Segafredo
107 Sebastian Henao (Col) Team Sky 0:03:18
108 Kenny Elissonde (Fra) Team Sky
109 Hubert Dupont (Fra) AG2R La Mondiale 0:03:28
110 Peter Stetina (USA) Trek-Segafredo 0:03:34
111 Victor De La Parte (Spa) Movistar Team 0:03:45
112 Benoit Vaugrenard (Fra) FDJ
113 José Gonçalves (Por) Katusha-Alpecin 0:03:46
114 Luka Mezgec (Slo) Orica-Scott 0:03:47
115 Valerio Agnoli (Ita) Bahrain-Merida
116 Dylan Teuns (Bel) BMC Racing Team 0:03:52
117 Omar Fraile (Spa) Dimension Data 0:03:53
118 Philip Deignan (Irl) Team Sky 0:03:59
119 Jurgen Van Den Broeck (Bel) Team LottoNl-Jumbo 0:04:05
120 Sébastien Reichenbach (Swi) FDJ 0:04:09
121 Jose Herrada (Spa) Movistar Team
122 Ruben Plaza (Spa) Orica-Scott
123 Gorka Izagirre (Spa) Movistar Team
124 Ivan Savitckii (Rus) Gazprom – Rusvelo 0:04:17
125 Pavel Kochetkov (Rus) Katusha-Alpecin 0:04:33
126 Matthieu Ladagnous (Fra) FDJ 0:04:43
127 Manuele Boaro (Ita) Bahrain-Merida 0:05:06
128 Rohan Dennis (Aus) BMC Racing Team 0:05:32
129 Enrico Barbin (Ita) Bardiani CSF
130 Quentin Jauregui (Fra) AG2R La Mondiale 0:05:34
131 Vasil Kiryienka (Blr) Team Sky
132 Svein Tuft (Can) Orica-Scott 0:05:40
133 Andrey Zeits (Kaz) Astana Pro Team 0:05:41
134 Eugenio Alafaci (Ita) Trek-Segafredo 0:05:50
135 Michal Schlegel (Cze) CCC Sprandi Polkowice
136 Sergey Lagutin (Rus) Gazprom – Rusvelo
137 Giacomo Nizzolo (Ita) Trek-Segafredo 0:05:52
138 Victor Campenaerts (Bel) Team LottoNl-Jumbo 0:05:53
139 Cristian Rodriguez (Spa) Wilier Triestina 0:06:06
140 Filippo Pozzato (Ita) Wilier Triestina
141 Alex Howes (USA) Cannondale-Drapac 0:06:07
142 Stef Clement (Ned) Team LottoNl-Jumbo 0:06:41
143 Julen Amezqueta (Spa) Wilier Triestina
144 Javier Moreno (Spa) Bahrain-Merida
145 Johann Van Zyl (RSA) Dimension Data 0:06:43
146 Martijn Keizer (Ned) Team LottoNl-Jumbo
147 Pello Bilbao (Spa) Astana Pro Team 0:06:48
148 Igor Anton (Spa) Dimension Data 0:07:01
149 Silvan Dillier (Swi) BMC Racing Team 0:07:04
150 Jan Tratnik (Slo) CCC Sprandi Polkowice
151 Giovanni Visconti (Ita) Bahrain-Merida 0:07:05
152 Paolo Tiralongo (Ita) Astana Pro Team
153 Matvey Mamykin (Rus) Katusha-Alpecin 0:07:07
154 Phil Bauhaus (Ger) Team Sunweb 0:08:09
155 Matteo Busato (Ita) Wilier Triestina 0:08:12
156 Ivan Rovny (Rus) Gazprom – Rusvelo 0:08:46
157 Edward Ravasi (Ita) UAE Team Emirates 0:08:48
158 Daniel Teklehaimanot (Eri) Dimension Data 0:08:49
159 Alexander Foliforov (Rus) Gazprom – Rusvelo 0:09:04
160 Sergey Firsanov (Rus) Gazprom – Rusvelo
161 Giulio Ciccone (Ita) Bardiani CSF 0:09:39
162 Julien Bernard (Fra) Trek-Segafredo
163 Giuseppe Fonzi (Ita) Wilier Triestina
164 Branislau Samoilau (Blr) CCC Sprandi Polkowice
165 Daniel Martinez (Col) Wilier Triestina
166 Rory Sutherland (Aus) Movistar Team
167 Hugh Carthy (GBr) Cannondale-Drapac
168 Jesus Hernandez (Spa) Trek-Segafredo
169 Sindre Skjøstad Lunke (Nor) Team Sunweb
170 Carlos Verona (Spa) Orica-Scott
171 Sean De Bie (Bel) Lotto Soudal
172 Dmitriy Kozontchuk (Rus) Gazprom – Rusvelo
173 Joe Dombrowski (USA) Cannondale-Drapac
174 Tom Stamsnijder (Ned) Team Sunweb
175 Alberto Losada (Spa) Katusha-Alpecin
176 Lorenzo Rota (Ita) Bardiani CSF 0:09:49
177 Ángel Vicioso (Spa) Katusha-Alpecin 0:09:53
178 Maxim Belkov (Rus) Katusha-Alpecin 0:10:10
179 Cesare Benedetti (Ita) Bora-Hansgrohe 0:10:27
180 Pieter Serry (Bel) Quick-Step Floors 0:11:19
181 Mads Pedersen (Den) Trek-Segafredo 0:11:33
182 Evgeny Shalunov (Rus) Gazprom – Rusvelo 0:11:43
183 Lukasz Owsian (Pol) CCC Sprandi Polkowice 0:13:47
184 Nicola Boem (Ita) Bardiani CSF 0:14:27
185 Jan Bárta (Cze) Bora-Hansgrohe 0:14:39
186 Twan Castelijns (Ned) Team LottoNl-Jumbo 0:15:59
187 Bart De Clercq (Bel) Lotto Soudal 0:16:23
188 Matteo Pelucchi (Ita) Bora-Hansgrohe 0:16:40
189 Simone Andreetta (Ita) Bardiani CSF 0:17:34
190 Zhandos Bizhigitov (Kaz) Astana Pro Team
191 Sam Bennett (Irl) Bora-Hansgrohe 0:18:21
192 Ilia Koshevoy (Blr) Wilier Triestina 0:19:12
193 Marcin Bialoblocki (Pol) CCC Sprandi Polkowice 0:19:14
194 Alexandre Geniez (Fra) AG2R La Mondiale 0:19:30
195 Manuel Senni (Ita) BMC Racing Team 0:26:13

Lurlo di Gaviria sul traguardo di Cagliari: per lui anche la prima maglia rosa della sua carriera (foto Bettini)

L'urlo di Gaviria sul traguardo di Cagliari: per lui anche la prima maglia rosa della sua carriera (foto Bettini)

TORTOLÌ – CAGLIARI: SALUTO ALLA SARDEGNA CON VOLATA “BALLERINA”

Il Giro lascia la Sardegna con la più facile delle tre frazioni disegnate nella terra dei nuraghi. Gran parte del tracciato si snoderà su di una filante superstrada, le difficoltà altimetriche saranno poche e lontane dal traguardo, ma il finale proporrà comunque un paio d’insidie da non sottovalutare, quelle del vento (pane quotidiano in queste prime frazioni) e del lastricato che i corridori incontreranno nel rettilineo d’arrivo, lo stesso sul quale s’imposero Cipollini e Förster.

È giunta l’ora di accomiatarsi dalla Sardegna e il Giro lo farà ancora con una tappa destinata ai velocisti, decisamente più “magra” rispetto a quelle affrontante nelle 48 ore precedenti in virtù di un’altimetria priva di grandissimi ostacoli naturali – pur se non completamente pianeggiante – e di un chilometraggio più contenuto, anche in previsione del lungo trasferimento verso la Sicilia, dalla quale la corsa ripartirà, dopo un giorno di riposo, con l’arrivo in salita all’Etna. Gli ultimi 40 Km di pianura pressochè totale dicono volata certa ma la tappa non sarà comunque priva d’insidie poiché basta un occhio alla planimetria per notare come il tracciato si snodi costantemente, tranne brevissime divagazioni, lungo la costa e questo esporrà il gruppo all’influsso del vento per l’intera giornata, con tutti i rischi connessi alla formazione di ventagli, pericolo che potrebbe farsi più concreto nel finale perché alle porte di Cagliari ci sarà un tratto piuttosto lungo, quasi 8 Km, nel quale si pedalerà tra l’incudine del mare e il martello delle acque interne dello Stagno di Quartu. L’ultimo problema lo proporrà, infine, il rettilineo d’arrivo con la sua pavimentazione in lastre di granito, versione “nobile” del pavè sulla quale non conterà soltanto essere veloci ma anche esser capaci di governare la bicicletta in questa particolari condizioni, nelle quali il mezzo tende a “ballare” sotto il sellino. Le distrazioni possono rivelarsi fatali e ne sanno qualcosa due corridori “navigati” del calibro di Adriano Baffi e Damiano Cunego, entrambi andati ad assaggiare la consistenza del granito in occasione degli ultimi due precedenti arrivi del Giro a Cagliari, il primo nel 1991 e l’ultimo nel 2007, quando s’impose Alessandro Petacchi (poi squalificato per doping e la vittoria sarà assegnata al tedesco Förster) al termine di una frazione i cui ultimi 80 Km saranno quasi la fotocopia di quella odierna.
Lasciata Tortolì, i primi quindici chilometri si snoderanno a leggeri saliscendi sulla variante della statale 125 “Orientale Sarda”, della quale s’è scelto di far percorrere in questa frazione ampi tratti per contenere il più possibile il chilometraggio, alla luce dell’imminente e lungo viaggio verso la Sicilia. In questo primo tratto il tracciato sfiorerà senza attraversarli prima il centro di Barì Sardo, il cui nome fu accentato in seguito ad un regio decreto del 1862 firmato da Re Vittorio Emanuele II per evitare confusioni con il capoluogo della Puglia, e poi il giovane comune di Cardedu, costituito negli anni ’50 da un gruppo di abitanti di Gairo costretti a lasciare il loro paese natale in seguito ad una disastrosa alluvione. Mediante il traforo di Is Quaddazzonis, galleria lunga quasi un chilometro e mezzo aperta al transito nel 2002, si supererà uno dei tratti più “impervi” della statale – quello che evita l’ascesa, comunque facilissima, fino ai 267 metri del valico della Genna ‘e Cresia – entrando nella regione storica della Quirra, contea istituita nel 1327 da Alfonso d’Aragona, che aveva conquistato la Sardegna quattro anni prima per conto del padre Giacomo II “Il Giusto”. Sfiorato il centro di Tertenia, nel cui territorio comunale sono stati contati ben 77 complessi nuragici e 34 “tombe dei giganti”, si lascerà quello che era stato il territorio della scomparsa provincia dell’Ogliastra – istituta nel 2001 e abrogata ufficialmente lo scorso anno – per entrare in quella della più giovane provincia d’Italia, quella del Sud Sardegna, venutasi a creare nel 2016 in seguito all’istituzione della città metropolitana di Cagliari e il cui capoluogo provvisiorio è Carbonia. Sempre rimanendo sul filante tracciato della nuova statale, che a questo punto proporrà alcune morbide ondulazioni, si girerà quindi “al largo” dal centro di Villaputzu, situato nella pianura che insiste attorno al tratto terminale del Flumendosa, secondo fiume per lunghezza della regione dopo il Tirso, la cui foce si trova a sud di Porto Corallo, località che deve il nome alle barriere coralline presenti nel fondale di questo tratto del Mar Tirreno e che furono oggetto di sfruttamento tra il XVI e il XVII secolo. Dopo altri 25 Km di superstrada si abbandonerà la nuova SS 125 all’altezza dello svincolo per Villasimius, utilizzato in particolare dai turisti diretti a una delle spiagge più rinomate della Sardegna, quella di Costa Rei, inserita nell’elenco della “top ten” dei litorali più belli del mondo dalla Lonely Planet, prestigiosa e conosciutissima casa editrice specializzata in guide turistiche. Per i “girini” non ci sarà il tempo di distrazioni balneari e, dopo esser “sbarcati” sulla viabilità ordinaria, si andrà ad affrontare l’unico GPM di giornata, poco oltre il passaggio da Villasimius, nota località di villeggiatura situata a nord di Capo Carbonara, il promontorio che delimita a oriente il golfo di Cagliari e sul quale si trovano i resti della seicentesca Fortezza Vecchia, presso i quali nel 1964 fu girato il “videoclip” di “Angelita di Anzio”, cantata dal gruppo dei “Los Marcellos Ferial” in occasione del concorso a premi “Jolly Estate 1964″; l’anno successivo lo spezzone sarà inserito all’interno del film musicarello a sketch “Questo pazzo, pazzo mondo della canzone”. I punti per la classifica degli scalatori saranno assegnati a Capo Boi, 126 metri di quota, percorsa una salita di 1,8 Km al 5,8%. A quel punto mancheranno 41 Km alla conclusione e, tolta la brevissima discesa successiva al GPM e un paio di zampellotti, la pianura sarà l’unica protagonista dell’altimetria, mentre la planimetria si muoverà dolcemente sinuosa sino alle porte di Cagliari, dove il percorso assumerà la fisionomia segaligna di lunghi rettilinei raccordati da rare curve. Questo, però, sarà il tratto più insidioso a causa di un maggior rischio d’incappare in fratture del gruppo provocate dal vento, in particolar modo quando si percorrerà la lingua di terra che separa il Mar Tirreno dal vasto Stagno di Quartu, inserito nella lista delle zone umide d’importanza internazionale redatta sulla base della convenzione di Ramsar e famosa per le saline, sfruttate sin dall’antichità ma il cui utilizzo industriale iniziò in seguito alla realizzazione d’ingenti opere idrauliche promosse dal governo sabaudo, che utilizzò come manodopera per l’estrazione i carcerati condannati ai lavori forzati. Costeggiata la spiaggia del Poetto, il lido dei cagliaritani, e messe nel mirino le verdeggianti pendici settentrionali del Capo Sant’Elia, affrontando una delle ultime curve del tracciato il gruppo volterà le spalle al mare per incontrare la periferia meridionale del capoluogo sardo, dove sfreccerà a pochi passi dall’altro Sant’Elia, lo storico stadio cittadino attualmente in ristrutturazione e che a lavori terminati avrà un nuovo nome e una capienza di 21mila spettatori. Invece, non bisognerà attendere molto per conoscere chi succederà a Oreste Magni (1961), Mario Cipollini (1991) e Robert Förster (2007).
Poi rotta verso la Sicilia….

Mauro Facoltosi

I VALICHI DELLA TAPPA

Arcu Boi (130 metri). Valicato dalla SP 17 tra Villasimius e Solanas, coincide con la salita di Capo Boi, quotata 98 metri sulle cartine del Giro 2017. Ci transitò anche la tappa Barumini-Cagliari del Giro del 2007, ma in quell’occasione il passaggio non era valido come GPM.

RINGRAZIAMENTI
Segnaliamo che le citazioni cinematografiche (nel testo e nella fotogallery) sono frutto della collaborazione con il sito www.davinotti.com, che ringraziamo per la disponibilità.

FOTOGALLERY

La torre costiera di Barì Sardo

Vista panoramica dal primo tratto della variante della SS 125

Tertenia, chiesa dell’Assunta

Il porticciolo turistico di Porto Corallo

Uno scorcio della spiaggia di Costa Rei

La ‘’silhouette’’ di Capo Carbonara vista dalla strada per Capo Boi

La fortezza vecchia di Villasimius vista nel ‘’videoclip’’ di ‘’Angelita di Anzio’’, spezzone inserito nel film ‘’Questo pazzo, pazzo mondo della canzone” (www.davinotti.com)

La fortezza vecchia di Villasimius vista nel ‘’videoclip’’ di ‘’Angelita di Anzio’’, spezzone inserito nel film ‘’Questo pazzo, pazzo mondo della canzone” (www.davinotti.com)

Capo Boi, ‘’location’’ dell’unico GPM di tappa

Il rettilineo tra mare e stagno all’ingresso di Cagliari

La spiaggia del Poetto a Cagliari e, sullo sfondo, il promontorio di Capo Sant’Elia

Il lastricato del rettilineo d’arrivo di Via Roma a Cagliari e, in trasparenza, l’altimetria della terza tappa del Giro 2017

Il lastricato del rettilineo d’arrivo di Via Roma a Cagliari e, in trasparenza, l’altimetria della terza tappa del Giro 2017